Cosa vedere a San Miniato (San Miniato)

Cosa vedere a San Miniato? Il Comune di San Miniato, che si trova sulla via Francigena non lontano da Pisa, è un affascinate borgo mediavale ricco di storia, splendidi panorami e interessanti cimeli.

Per la sua posizione San Miniato è certamente uno dei luoghi che più racconta la storia delle dominazioni, testimonianza di alternanze di potere e religione, proprio per questo il borgo di San Miniato è sicuramente uno dei luoghi da visitare in Toscana, da alcuni dei suoi più famosi punti panoramici, come ad esempio la Torre Federico II, si abbraccia in una vista unica tutta la valle del Valdarno Inferiore.

Il Comune di San Minato è in posizione sopraelevata quindi va da sé che le antiche vie sono piuttosto scoscese e che ci sono anche vari punti dove bisognerà salire un po' di scale. Il mio consiglio è quindi di indossare scarpe comode e portare un po' d'acqua, specialmente nei giorni più caldi. Non dimenticare la mcchina fotografica! I panorami mozzafiato dalla Rocca sulla valle sottostante con i tetti e le torri del borgo sottostante faranno un figurone sulle tue bacheche social!

 

Cosa vedere nel Centro Storico di San Miniato Alta

La bellezza del borgo di San Miniato è fra le vie e i vicoli storici. I luoghi principali che caratterizzano il Comune di San Miniato e che non devono mancare fra le tue fotografie sono essenzialmente 3:

  1. il Duomo e il suo Campanile
  2. il tamburo della Chiesa del SS. Crocifisso
  3. la Torre di Federico II sulla cosiddetta Rocca federiciana.

Tranne la Torre sulla Rocca tutti gli altri monumenti si trovano raccolti nel centro storico di San Miniato Alta (che si differenzia dalla "bassa" per essere la parte più antica), raccolti intorno a Piazza della Repubblica, anche conosciuta come Piazza del Seminario.

 

Seminario di San Miniato

La grande Piazza del Seminario è delimitata dal Palazzo del Seminario, un edificio del 1600 la cui particolare forma poliedrica è dovuta al fatto che prosegue seguendo le mura cittadine, decorata negli anni successivi alla costruzione con affreschi che rappresentano motti e virtù religiose.

Da una parte e dall'altra della Piazza della Repubblica due antichi archi da cui si snodano le vie verso le aree esterne, mentre se si vuole accedere alle più segrete bellezze bisogna guadagnarsele con un po' di fatica. Ecco quindi delle rampe di scale che portano verso l'alto, al punto dove si trovano il Duomo, il Palazzo Comunale, la Chiesa del SS. Crocifisso e l'Oratorio del Loretino.

Allo stesso punto, si arriva invece se si va verso il Palazzo Comunale e si affrontano le scale che da qui arrivano alla Chiesa del SS. Crocifisso.

 

Duomo di San Miniato

Il Duomo si trova sulla piazza conosciuta come Prato del Duomo, dove si affacciano anche il Palazzo Vescovile e il Palazzo dei Vicari dell'Imperatore. La Chiesa è intitolata a Santa Maria Assunta e a San Genesio. Molti degli elementi decorativi originali e di maggiore pregio sono oggi custoditi nell'annesso Museo Diocesano di San Miniato. Molto bello se hai del tempo a disposizione anche il chiostro e non dimenticare di fotografare la torre campanaria chiamata Torre di Matilde, in onore di Matilde di Canossa che si crede sia nata qui, nell'attiguo Palazzo dei Vicari dell'Imperatore.

 

Chiesa del SS. Crocifisso

La Chiesa del SS. Crocifisso custodisce oggi il famoso Crocifisso di San Miniato (che in realtà sembra provenisse da Castelvecchio), un crocifisso del XIII secolo, in legno, che attira ogni anno migliaia di devoti, convinti dei suoi poteri miracolosi.

La credenza intorno al Crocifisso di San Miniato parte da una leggenda che vuole che il crocifisso sia stato consegnato in una scatola chiusa a una povera donna. I due pellegrini che diedero all donna la scatola, con la raccomandazione di non aprirla, scomparvero e non fecero più ritorno. La donna ogni sera vedeva piccoli bagliori provenire dalla scatola e a un certo punto ne parlò con il suo parroco. La scatola fu aperta e fu trovato il crocifisso, probabilmente portato dai pellegrini, forse degli angeli, a conforto dei numerosi prigionieri di Federico II.

La Chiesa del SS. Crocifisso fu quindi edificata per accoglierlo e dedicare al Crocifisso la giusta importanza. Fatto sta che la sua cupola a tamburo, insieme al campanile del Duomo e alla Torre di Federico II, costituiscono la più tipica cartolina del Comune di San Miniato.

 

Palazzo Comunale

Torniamo verso le scale e andiamo giù verso il Palazzo Comunale. Vale davvero la pena visitare il Palazzo Comunale, in Via Vittime del Duomo, attuale sede del Comune di San Miniato. Si tratta di un edificio storico risalente al del XIV secolo, oltre 700 anni di storia!

L'attuale sala delle udienze era chiamata la Sala delle 7 Virtù, era al primo piano. La sala era così chiamata per gli splendidi affreschi del XIV e XV secolo che rappresentano una Madonna con Bambino mentre allatta circondata dalle virtù capitali e teologali. La cappella, che ospitava il famoso Crocifisso di San Miniato e che oggi è l'Oratorio del Loretino, al piano terra.

 

Oratorio del Loretino

L’ Oratorio del Loretino si trova al piano terra del Palazzo Comunale e conta ogni anno moltissimi visitatori. Chi visita l'Oratorio del Loretino ha l'occasione di ammirare il primo luogo che per oltre 300 anni ha ospitato il famoso Crocifisso di San Miniato, prima che nel 1718 fosse trasferito alla vicina Chiesa del SS. Crocifisso. L'Oratorio del Loretino è testimonianza della continuità di culto e della devozione. Periodicamente la Cappella, nota anche come Cappella della Madonna di Loreto per la presenza di una statua lignea della Madonna, è stata arricchita e abbellita. Il bell'altare, gli affreschi, tutto contribuisce a dimostrare l'amore e la devozione.

 

Torre di Federico II

Spero che tu non sia stanco perché ti aspetta una piccola salita verso la Rocca per assistere a uno spettacolo davvero unico!

Sotto il regno di Federico II di Svevia, San Miniato divenne centro del potere imperiale. Qui Federico II fece costruire nel 1218 il suo castello, sulla cosiddetta Rocca di San Miniato (o Rocca federiciana), fantastico punto panoramico da cui è possibile ammirare il borgo sottostante e, in lontananza nelle giornate più terse, le vicine Firenze, Volterra e giù fino al mare. Sulla Rocca di San Miniato rimane oggi ancora la Torre di Federico II a dominare con la sua presenza su tutto il borgo.

 

sources:

http://www.ilcomuneinforma.it/viaggi/5055/cosa-fare-e-cosa-vedere-a-san-miniato/

https://www.borghiditoscana.net/san-miniato/

https://www.sdamy.com/san-miniato-itinerari-luoghi-da-visitare-e-tradizione-gastronomica-2085.html