10 cose da vedere a Spello e dintorni (Spello)

Il borgo è protetto da una grande e solida cinta muraria, testimone della grandezza che questa città ha vissuto per poi decadere per mano delle invasioni barbariche. Al borgo si accede tramite cinque porte, le più caratteristiche sono Porta Venere con le sue due grandi torri ottagonali, le Torri di Properzio e la Porta Consolare, entrambe con cortile interno e doppio arco, mentre, Porta dell’Arce, Porta Urbica e Porta San Sisto, sonoporte a un solo arco. 
Le caratteristiche vie si percorrono bene a piedi e un percorso su cosa vedere a Spello si percorre in mezza giornata anche con i bambini. 
Ammirando il Palazzo Comunale, impossibile non imbattersi nella Casa Romana, rimasta nascosta fino al 1885 e poi riportata alla luce grazie a scavi. 
A Spello e dintorni sono stati negli anni rinvenuti moltissimi resti romani, la Casa Romana, appunto, abitata sembra da Vespasia Polla, madre di Vespasiano, ne è solo un esempio insieme ai resti dell’anfiteatro e all’Arco di Augusto che concludono la serie di vestigia romane pervenute in condizioni migliori. 

Da non perdere: una visita a Villa Costanzi, meglio conosciuta come Villa Fidelia, uno splendido giardino e una splendida villa che oggi ospita collezioni private, il Museo Civico e la Pinacoteca.

La Pinacoteca civica è situata nel centro storico di Spello, in piazza Matteotti, ospitata a Palazzo dei Canonici, un bell'edificio del 1500. Le opere sono esposte in numerose sale che trabboccano di splendidi esemplari tra cui una Madonna in trono con il Bambino (scultura lignea policroma datata XIII secolo) , il grande trittico del Maestro dell’Assunta di Amelia e la trecentesca croce astile di Paolo Vanni.

Spello presenta un corredo di edifici religiosi esemplari, ne sono due esempi la Collegiata di Santa Maria Maggiore con la memorabile Cappella Baglioni dipinta a opera del Pinturicchio con immagini dell’Annunciazione, della Natività e della Disputa di Gesù con i Dottori, oltre a conservare un autoritratto di Pinturicchio stesso.
Chiesa di Sant’Andrea eretta nel 1258 che custodisce la tavola Madonna in Trono e Santi sempre del Pinturicchio.
Passeggiando passeggiando vale la pena arrivare al punto più alto, appena fuori le mura per ammirare tutto il paesaggio dei dintorni di Spello.