Visita Torino come se fossi su un set cinematografico.



Visita di Torino come in un set cinematografico

Siamo abituati a visitare una città in modo tradizionale usando cartine e guide turistiche sovente poco aggiornate o poco affini ai nostri gusti personali. Ci affidiamo a recensioni sul web e molte volte non riusciamo a trovare “quel qualcosa che un abitante locale” potrebbe farci scoprire. Yamgu, proprio per questo motivo, sfrutta i social network per dar voce a chi vive la città.

Questa nostra stessa filosofia di pensiero è condivisa da Trippando, il blog di viaggi di Silvia Ceriegi. È stato lanciato da qualche settimana il progetto #insiders: tutte le curiosità delle città raccontate da chi le vive in prima persona. Chi meglio di loro può farci scoprire gli angoli più interessanti e luoghi imperdibili di una città?

Un’occasione da cogliere al volo: vi consigliamo di dare una lettura all’ultimo articolo di Silvia. Noi abbiamo deciso di proporre una visita a Torino dal punto di vista cinematografico. In questi anni la città ha ospitato numerosi set: avete mai pensato di conoscerla in questo modo?

Vi vogliamo portare a rivivere le scene di alcuni film che sicuramente avrete sentito nominare e quando capiterete tra le vie della città torinese chissà se non vi immaginerete quei momenti.

Lo sapevate che alcune scene di “Questo piccolo grande amore” sono state girate nella stazione di Porta Nuova? È uno di quei posti dove facilmente uno passa del tempo a bere un caffè, mentre aspetta il proprio treno ed è il perfetto punto di partenza per l’ inizio della nostra avventura torinese. Negli ultimi anni la stazione si è trasformata diventando un luogo più accogliente e ricco di negozi di ogni genere.

Se ci spostiamo verso il centro città possiamo scoprire i luoghi dove Paolo Sorrentino ha girato numerose scene del suo film “Il Divo”. Nella pellicola troviamo Via Carlo Alberto, Via Giolitti,  Piazza Carignano, Via Cersare Battisti e il Ponte Rossini. Insieme a Sorrentino ci immergiamo nel cuore della città, quello che solitamente la guida turistica ci indica come fondamentale e come possiamo darle torto? Quando non si ha molto tempo a disposizione per visitare la città solitamente si fa il giro delle piazze principali come Piazza San Carlo, Piazza Castello e Piazza Vittorio Veneto. Subito dopo scatterà la voglia di ritornarci e scoprirne altre, vi avvertiamo.

Anche Carlo Verdone per uno dei suoi tanti film ha scelto proprio Torino, in particolare la Mole Antonelliana. In “Bianco, rosso e Verdone” possiamo ammirare la maestosità di questa struttura che ospita il Museo del Cinema. Ci sentiamo in obbligo nel consigliarvi un pomeriggio all’interno della Mole per scoprire il fantastico mondo cinematografico e non perdete l’occasione di poter vedere la città dall’alto con l’ascensore panoramico!

Anche “Bianca come il latte rossa come il sangue” ha scelto come location la zona universitaria intorno alla Mole Antonelliana. Molte scene sono state girate nei pressi di Palazzo Nuovo, sede che ospita diverse facoltà umanistiche.

Anche uno dei primi colossal italiani è stato proprio girato qui a Torino. Conoscete “Cabiria” il film di Giovanni Pastrone? Molte scene si sono svolte tra gli stabilimenti della Dora Riparia e nelle Valli di Lanzo.

Potevamo non citare uno dei lavori più importanti di Dario Argento? “Profondo Rosso” ha come location diverse aree torinesi. La casa di Marc e la sensitiva, per esempio, è situata in piazza San Carlo. Appaiono nel film anche il Teatro Carignano, la Villa Regina e la Galleria di San Federico. Anche Marco Bellocchio nel suo lavoro “Vincere rimase colpito dalla galleria e la volle inserire nelle sue riprese.

Nel film di Fausto BrizziMaschi contro femmine” troviamo Piazza Bodoni, mentre in “Mio fratello è figlio unico” possiamo vedere Piazza 18 dicembre e via Borgodora. Torino è ricca di piazze e non tutte sono conosciute dai turisti, ma siamo dell’idea che esistano anche dei posti meno ordinari da farvi scoprire. Anche Castellitto è stato a Torino e per “Libero Burro” ha scelto come location la Cavallerizza. Nella pellicola di Claudio Bonivento “Il Grande Torino” appaiono la Basilica di Superga e il Museo del Grande Torino.

 

Abbiamo pensato di darvi una visione un po’ diversa della città torinese, così mentre starete raggiungendo il vostro albergo o il Museo potrete anche osservare i luoghi scelti da importanti registi. Torino ha ospitato moltissimi set e sicuramente ne avremo scordato qualcuno, in caso vi andrebbe di suggerirceli?

 

Le foto presenti nell'articolo sono di Sabrina Marchetti.


Sabrina Marchetti

Sono la Social Media Strategist di Yamgu. Colleziono tramonti, canzoni ed analizzo il mondo digital perdendomi sul web. Organizzo eventi con PRime Italy. Potete trovarmi su Facebook, Twitter, Instagram e LinkedIn.



Categorie: cinema   trippando   insiders   tour   torino   film   set cinematografici