In vacanza con il tuo cane: consigli per viaggi a quattrozampe



Non vedi l’ora di partire e staccare dal lavoro, ma come combinare le vacanze con il tuo cane? Fido è il fedele compagno di  vita quotidiana, ma se non hai idea di come gestirlo in tempo di ferie, in questa mini-guida troverai i migliori consigli e pratiche checklist per viaggiare sereni, sicuri e pieni di di affetto con il proprio amico a quattrozampe.

Prima di partire con il tuo quattrozampe

cane valigia

Quando scegli la destinazione delle tue vacanze con Fido, tieni presente che ogni paese ha le proprie regole in materia di animali, per non parlare dei rischi per la salute, differenti da regione a regione  persino all’interno della nostra penisola. In alcune zone come Sardegna, Argentario, Isola d’Elba, Sicilia e altre regioni del Sud si consiglia di non lasciare dormire all’aperto il proprio cane, a causa del pappatacio, un insetto che può trasmettere la leishmaniosi (da cui difendersi con un antiparassitario). Se vuoi visitare il Regno Unito con il tuo pet, invece, sei tenuto a sottoporlo al trattamento contro la tenia da 1 a 5 giorni prima di partire. E così via.

Tutte queste regole ti stanno già facendo impazzire?

Aiutati con questa checklist su cosa fare prima della partenza:

  • obblighi sanitari richiesti: informati presso il Consolato o l’Asl del paese scelto, per essere certo che la razza del tuo cane sia accolta senza problemi e che il tuo cane sia in linea con il piano vaccinale;
  • regolamenti della compagnie aeree, marittime, ferroviarie: tieniti aggiornato sulle norme dei mezzi che pensi utilizzare insieme a Fido nella regione che andrai a visitare;
  • visita dal veterinario: effettua un controllo prima della partenza per verificare lo stato di salute del tuo cane e assicurati che sia in regola con le vaccinazioni e la profilassi necessaria in relazione alla destinazione scelta (pulci, zecche, trattamenti contro la leishmaniosi o la filariosi);
  • tatuaggio (valido fino al 2011) o microchip per identificare il tuo Fido: se non l’hai fatto, provvedi subito, in quanto è obbligatorio per legge e utilissimo in caso di smarrimento dell’animale.

I documenti di Fido a portata di padrone 

passaporto cane

Assicurati di avere sempre con te a portata di mano durante il viaggio alcuni documenti importanti:

  • libretto sanitario ed eventualmente certificato di buona salute e quello antirabbica (se richiesto nel paese scelto);
  • passaporto Europeo per viaggiare all'interno nell’Unione Europea;
  • Certificato d’iscrizione Anagrafe canina (potrebbe esserti richiesto da alcune compagnie di trasporti);
  • medaglietta di riconoscimento recante il suo nome e un tuo recapito telefonico;
  • foto recente dell’animale da utilizzare in caso di smarrimento (non si sa mai).

Cosa mettere nella valigia del cane

valigia cane

Sì, anche il tuo cane ha bisogno di un bagaglio tutto per sé, che guardi alla sua sicurezza e alla sua salute, anche quella mentale. È vero, infatti, che ai cani basta stare con i propri padroni per essere felici, ma un nuovo posto da esplorare e un viaggio a bordo di un mezzo che non sia a quattro zampe possono essere fonte di stress anche per l’esemplare più forte.

Controlla con questa checklist di avere l’essenziale  per il bagaglio del cane:

  • ciotole per acqua e cibo: ti serviranno durante il viaggio ma anche una volta giunti a destinazione;
  • cibo: ogni volta che cambi marca, il tuo pet ne soffre?  Procurati una scorta per il periodo di ferie, perché non è detto che tu riesca a trovarne nella meta delle tue vacanze. Se possibile, opta per il mangime secco, più resistente agli eventuali sbalzi di calore;
  • farmaci: se il tuo cane soffre di una patologia in particolare, parti con il giusto assortimento di farmaci e con una ricetta medica in più, in caso di emergenza. Procurati gli antiparassitari e un mini-kit di pronto soccorso da comporre con i consigli del veterinario;
  • collare e guinzaglio di scorta e la museruola (rigida o morbida),  necessaria sui mezzi pubblici
  • trasportino: una coperta familiare e il suo gioco preferito lo faranno sentire a casa
  • paletta e sacchetti per pulire;
  • necessario per l’igiene (spazzola, salviettine umidificate, un asciugamano tutto suo);
  • cappottino o impermeabile se richiesto dal clima che caratterizza la meta della vostra vacanza per le razze più delicate

Viaggiare in Auto o Treno, Aereo, Nave con il tuo cane

Qualsiasi mezzo tu scelga per la vacanza con il tuo cane, tieni a mente la regola delle 8 ore, ossia il tempo che deve trascorrere dall’ultimo pasto, per evitare problemi di digestione durante il viaggio. Se il cane è particolarmente soggetto a mal d’auto, mal di mar e mal d’aria, chiedi al veterinario dei farmaci specifici e non dimenticare mai di abbondare in coccole e parole dolci: tranquillizzeranno il tuo compagno di viaggio a quattrozampe.

auto 

Segui la checklist con l’essenziale  se viaggi in auto:

  • colpi d’aria: non lasciare che Fido sporga la testa dal finestrino durante il viaggio, potrebbe prendere colpi d'aria e rischiare mal d'orecchie e otiti;
  • trasportino e griglia obbligatori: se viaggi con più di un cane a bordo;
  • frequenti soste: consulta la lista dei Fidopark , le aree di servizio attrezzate per cani in Italia
  • temperature: non esporlo direttamente all’aria condizionata, ma lascia entrare aria fresca da finestrino. Mai lasciare solo il cane in auto, anche se hai parcheggiato all’ombra.

treno 

Segui la checklist con l’essenziale se viaggi in treno:

  • biglietto del treno: obbligatorio per i cani di media taglia in su;
  • carrozze ristorante/bar: vietato l’accesso agli animali;
  • museruola e guinzaglio a portata di mano;
  • libretto sanitario e certificato anagrafico;
  • Trenitalia
  • Italo

icona nave

Segui la checklist con l’essenziale se viaggi in nave:

  • Se viaggia in cabina: evita che sporchi e concedigli una passeggiata sul ponte per sgranchirsi le zampe;
  • se viaggia in box: vai a trovarlo per farlo sentire tranquillo, assicurargli abbastanza acqua e cibo.

Se viaggi in aereo, sarà difficile che un cane di mezza taglia possa sedersi in cabina insieme al proprio padrone, condizione che, invece, è consentita per gli esemplari di piccola taglia, in particolare nei viaggi più brevi. Non dimenticare di consultare il tuo veterinario, per verificare che il cane sia nelle condizioni fisiche per affrontare un lungo viaggio in stiva. Abitualo al trasportino e in caso di scalo non rinunciare di fargli visita per prestargli le cure e le coccole necessarie.

aereo

Segui la checklist con l’essenziale se viaggi in aereo:

  • se viaggia in cabina: evitare che dia disturbo agli altri passeggeri e non dimenticare acqua e cibo;
  • se viaggia in stiva: ricopri il fondo del trasportino di un tappetino assorbente e non dimenticare guinzaglio e museruola al suo interno; fallo bere (poco) prima della partenza.

Mare, Montagna o Città a quattrozampe

spiaggia cani

Nel 2015 sono ben 100 gli impianti balneari attrezzati per i nostri amici a quattrozampe, con grande gioia di quei padroni che non possono fare a meno del mare in vacanza. Su Home&Away puoi trovare un’infografica completa sul panorama italiano dall’Adriatico al Tirreno, noi ci limitiamo a segnalarvi le 5 migliori spiagge per cani:


spiagge per cani

Fai attenzione con questa checklist se vai al mare con il tuo cane:

  • Irritazioni: sole, sabbia e acqua del mare possono irritare la pelle dei cani, soprattutto quelli dal manto chiaro;
  • acqua: il tuo cane avrà parecchia sete, non fargliela mancare;
  • passeggiata ogni 2 ore all’esterno dell’impianto per evitare di sporcare;
  • bagno in acqua: non forzarlo a entrare in acqua, se dubbioso (se sei un padrone di Labrador, il consiglia proprio non ti riguarda).

Le passeggiate in montagna sono rilassanti per te e un’avventura di sensazioni e odori nuovi per il tuo cane. Se in territorio familiare è già capitato che si allontanasse, è probabile che la curiosità lo spinga a ripetersi a maggior ragione in un luogo inesplorato. Il rischio è però che possa smarrirsi, soprattutto laddove il terreno è ricoperto dal manto nevoso, sa cui non traspirano gli odori.

Checklist se vai in montagna con il tuo cane:

  • boschi e sentieri: evita  di lasciarlo libero in luoghi a lui poco conosciuti;
  • borraccia: sempre a portata di mano;
  • bagno in acqua dolce: attenzione alle temperature rigide di laghi e fiumi di montagna;
  • in caso di neve: il cane può perdere le tracce e smarrirsi.

Da Torino a Firenze, quando scegli di visitare una città d’arte, il consiglio è di verificare per tempo se i musei, i parchi e le strutture pubbliche di tuo interesse accettino i cani. A Expo è vietato l’ingresso ai cani, ma questo non significa che dovrai rinunciare a visitarlo. In questa mappa del comune di Milano trovi i luoghi certificati per ospitare il tuo cane, anche solo per un paio d’ore, durante la tua visita all’Esposizione Universale. Un’iniziativa utile e dog-friendly.

La  migliore struttura ricettiva per sé e il cane

hotel cani

Affittare una casa-vacanza è forse la soluzione più comoda, ma se non volete saperne di faccende domestiche anche in vacanza, su vacanzebestiali.org e dogwelcome.it trovate un’ampia scelta di strutture e servizi dog-friendly che in Italia e all’estero accettano cani non solo di piccola taglia. Qualsiasi soluzione tu scelga, lascia che il tuo piccolo amico esplori ogni angolo del nuovo ambiente. Come sempre, giochi e coperte portati da casa aiuteranno a ricreare l’ambiente domestico.

Sei pronto a partire in vacanza con il tuo cane?

Utilizza le nostre checklist per ottimizzare il viaggio con il tuo Fido e consigliaci strutture o posti adatti ai cani sui nostri canali social per aiutarci a migliorare il nostro servizio a quattrozampe!

     

    Le foto presenti nell'articolo sono state selezionate dai siti di Blog Ferplast ,Ali Express,  RootedyouDogster e Holidaybays.



    Categorie: cane   viaggio