Nel weekend sono a Milano: cosa faccio?



Il potere dell'immaginazione a Milano.

Dite che forse, forse, scenderà qualche goccia dal cielo a rinfrescarci? Così dicono le previsioni per il weekend e a me viene subito un'espressione davvero poco milanese “e te pareva”!

Ovviamente ci lamentiamo giorno e notte del caldo, ma se ci toccano il weekend con due gocce di pioggia, apriti cielo! Non vi preoccupate, le soluzioni per divertirsi a Milano, con sole, pioggia, caldo o freddo, ci sono comunque e guarda un po', sono “meteo-repellenti”, per cui si può stare all'aperto o al chiuso a seconda del vostro grado di sopportazione del caldo o dell'acqua! Tra gli eventi che ho trovato per questo weekend, direi che c'è un elemento comune: il potere dell'immaginazione, quella magnifica soluzione che ci permette di essere fisicamente presenti in un posto, ma spaziare con la mente verso posti e tempi diversi. Uno spettacolo teatrale, una mostra, un incontro con un'altra regione, buona musica, tutto ci può portare lontano...

 

A Teatro anche d'estate

Sui teatri potete stare sicuri, qualche bella proposta ce la fanno sempre! Grazie all'iniziativa di Padiglione Teatri, una collaborazione tra l'assessorato alla Cultura del Comune di Milano e i Teatro Franco Parenti, Elfo Puccini e Piccolo Teatro, tante compagnie milanesi calcheranno i palcoscenici durante l'estate per permettere, a chi rimane in città, di godersi qualche bello spettacolo scappando, per un attimo, all'afa opprimente.

Questo weekend, per la precisione venerdì 24 luglio, all'Elfo si potrà vedere L'inquilino, alle ore 19.30, uno spettacolo di Lab121; alle ore 21 la Compagnia Campo Teatrale presenterà, invece, La volontà, mentre alle ore 23.30, è il turno della compagnia del Teatro Franco Parenti, che metterà in scena sarà Peperoni Difficili, una commedia di Rosario Lisma con un cast davvero di prim'ordine che di sicuro vi farà uscire da teatro ridendo come matti.

Rivivere il '700 a Palazzo Arese Litta

Sempre da vedere, ma stavolta non per strada, è Palazzo Arese-Litta, in corso Magenta 24, un edificio Settecentesco che per due giornate soltanto, diventerà una sorta di teatro di altri tempi. Gli attori del Teatro Litta, infatti, si esibiranno nel Palazzo in abiti dell'epoca il 25 e il 26 luglio e saranno capaci di farci immergere completamente nell'atmosfera che regnava a Palazzo nel '700. La partecipazione è completamente gratuita, ma serve prenotarsi al 0286454545. Penso che potrei andarci cercando di calarmi anch'io nella parte, giusto per divertirmi un po' di più, ma forse è meglio lasciare che siano degli attori professionisti a farmi rivivere quei momenti.

 

Le Marche a Milano

Da Corso di Magenta, spostatevi adesso in via Pontaccio: avete fatto poche fermate di metro, ma con questo piccolo spostamento avete, in realtà, fatto molti più km di quelli che immaginavate. Dalle ore 17.30 allo Showroom Elica, in via Pontaccio 8, le Marche saranno ospiti d'onore di in un unico coinvolgente evento in cui si racconteranno e si faranno assaggiare. Il “Modello Marche” è, praticamente, uno stile di vita, che si basa sul connubio tra tutela dell'ambiente, del paesaggio, qualità e salubrità dei prodotti enogastronomici, insomma, tutto ciò che potremmo raccogliere sotto l'egida di “turismo verde” e che di sicuro può aiutare i turisti a ritrovare un benessere fisico e mentale.

Intrecci sensoriali e concerti gratuiti in Triennale

Parlando di benessere e di prodotti gastronomici, mi viene in mente la mostra in Triennale, Artes & Food, praticamente una succursale di Expo in città. Niente degustazioni in questo caso, almeno non per il palato, ma una bella serie di oggetti e installazioni legati a doppio filo, da cibo e da Expo: si tratta, infatti, di un'esposizione in cui si possono vedere gli intrecci che ci sono, e che ci sono stati dal 1851 ad oggi, data del primo Expo, tra cibo, nutrizione e i riti legati alla nutrizione. Un bel percorso temporale che può farci riflettere ancora di più sul tema “cibo”.

 

In Triennale, però, non finisce qui! L'Edison Open Garden Triennale, fino al 29 agosto, ha organizzato una serie di concerti e eventi nell'ambito del progetto Edison Open 4EXPO. I generi musicali sono i più disparati e spaziano dall'elettronica alla country alle musiche indiane. Una Triennale davvero per tutti i gusti!

Quando l'arte nasce dall'amicizia!

Un altra bella iniziativa di cui voglio parlarvi è “Amicizia in musica”, una stagione concertistica organizzata da 5 giovani musicisti. Una pianista di 22 anni, Chantal Balestri, con un sogno: studiare alla New York University. Il sogno si avvera, perchè passa l'esame di ammissione, ma le spese di studio sono ingenti e per questo alcuni ragazzi decidono che anziché darle solo un aiuto economico, poteva essere molto più interessante organizzare una rassegna musicale mettendo a disposizione la loro arte. Ecco come nasce “Amicizia in musica” e potrete godervi l'ultimo concerto della rassegna sabato 25 luglio alle ore 18 allo Spazio ScopriCoop di via Arona, zona Corso Sempione.

 

Il 25 luglio sarà dedicato a Schumann, Chopin, Liszt e Ravel e le pianiste che si alterneranno nelle esibizioni sono due milanesi affermate, cioè Costanza Principe, vincitrice di molti concorsi e formatasi a Londra alla Royal Academy of Music e Giulia Rossini, vincitrice del Premio Venezia.  

Direi che un po' di cose carine da fare ci sono, adesso sta a voi decidere quale preferite!

Buon fine settimana! 


Elena Pollastro

Elena Pollastro, web editor, digital pr e social media specialist. Tutto su di me su elenapollastro.wordpress.com



Categorie: milano   weekend