Nel weekend sono a Milano: cosa faccio?



Ritmi latini, cinema e giri al cimitero: eccovi un fantastico weekend a Milano!

 

Sì, è vero, fa caldo; è un dato di fatto, siamo in estate. A pensarci bene non siamo messi neanche così male, il caldo è intenso, ma nulla a che vedere con quello del deserto o con i 43 gradi che avevo trovato qualche tempo fa a Siviglia a maggio. Ripeto, a maggio.Se ci godessimo, semplicemente, questa stagione? Molti stanno ancora lavorando e come mi hanno risposto in una mail pochi giorni fa “le ferie sono sempre troppo corte”, ma suvvia, divertiamoci e godiamoci la città che, comunque, adesso è patria quasi solo di turisti. Dai non arrabbiatevi, lo so che dicendovi che ci sono solo turisti, significa che molti sono in ferie, ma arriverà anche il vostro momento e allora sarete voi a postare spiagge bianche e mandare messaggi con posti belli freschi e natura incontaminata...Varietà nell' arte? C'è la mostra Variety!

 

Tornando a noi, la selezione di questa settimana prevede una bella mostra dal titolo Variety, promossa dall' associazione culturale Simultanea-Spazi d'Arte, diretta da Roberta Fiorini e Daniela Pronestì. Variety raccoglie venti artisti con stili molto diversi tra loro, in modo da offrire a chi vorrà visitarla, una varietà di tecniche e di declinazioni espressive che spaziano dalla fotografia al collage, dalla pittura a olio all' acquerello, insomma: artisti provenienti da tutta Italia, tecniche, stili e correnti diverse, troverete di sicuro quello che più incontra il vostro gusto! Variety è stata allestita allo Spazio Porpora in via Nicola Antonio Porpora, 16 e può essere visitata da lunedì a sabato dalle 15.30 alle 19.30 fino all'8 agosto.

Ritmi calienti... movimenti di bacino e divertimento. In una parola sola: Villaggio Latino!

Dicevamo...caldo? Se caldo non fosse il calore, ma il fuego, la sensazione di scaldarsi a ritmo di musica? Potremmo parlare di ritmi calienti che infiammano lo spirito e impediscono alle gambe di stare ferme? Ecco, se quando vedete due danzatori di tango non riuscite a contenervi e vorreste lanciarvi in pista con il primo o la prima che capita, Villaggio Latino è il posto giusto. Immaginate di riportare un po' di mondo latino americano a Milano: questo è ciò che succede allo spazio Corelli, in via Corelli 40, tutti i sabati dal 25 luglio al 26 settembre. Bachata, merengue, tango, raggaeton, salsa, insomma, voi cosa volete ballare? Troverete insegnanti pronti a farvi sciogliere quel bacino un po' ingessato, menù che vi faranno sentire lontani da Milano e poi Dj Jorge Vega è lì solo ad aspettare di avere gente in pista da far scatenare! Siete con i piccoli? Nessun problema, troverete animazione ad hoc, una piscina a misura di bimbo e in più, tutti i sabati, l' entrata è gratuita, in poche parole, non avete scuse!

 L' horror a portata di mano al Museo del Cinema.

 

Dai ritmi latini passiamo invece a qualcosa di “pauroso”! Il Museo del Cinema di Milano, in viale Fulvio Testi, 121 ha organizzato, per celebrare i 120 anni del cinema, un #archiviodapaura usando la realtà aumentata. Cosa significa? Significa che vi daranno degli occhiali speciali e con questi le immagini intorno a voi prenderanno vita.Grazie a questo percorso potrete accedere a un archivio di pellicole che di solito è chiuso al pubblico e stiamo parlando di un archivio che raccoglie circa 25.000 titoli delle collezioni filmiche della Cineteca italiana, 3000 mq disposti su due piani dedicati ai film. Gli occhiali speciali permettono di accedere a contenuti in alta definizione grazie ai QR code posizionati sulle immagini e sono messi a disposizione da Epson, il partner tecnico del progetto. Mettete gli occhiali, scendete nelle segrete della Cineteca e perdetevi nel Tunnel dei sogni... Un' esperienza del genere è perfetta sia per chi ama il cinema, sia per chi ama vivere esperienze diverse dal solito, quindi segnatevi queste indicazioni: la visita è libera, ma serve prenotarsi allo 02-87242114 dal lunedì al venerdì. Le visite durano circa mezz'ora e si svolgeranno da venerdì a domenica, alle 17 e alle 17.30, posto che si raggiungano un numero minimo di 7 partecipanti. Io non vedo l' ora di andare, non so voi...

E se andassimo al Cimitero questo weekend?

 

Finisco la mia carrellata di proposte con una visita meno paurosa della precedente, ma che molti potrebbero considerare un po' atipica. Per farvi capire come sono... Io e il mio compare stavamo insieme da qualche mese e decidiamo di fare una romantica fuga a Parigi. Dopo i classiconi della città, dove l'ho portato secondo voi? Al cimitero

Sì, per l'esattezza a quello di Père Lachaise, dove si trovano le tombe di Jim Morrison, Modigliani, Oscar Wilde ecc. I cimiteri delle grandi città sono dei musei a cielo aperto e non visitarli sarebbe davvero un enorme peccato.Ecco perché vi consiglio di visitare il Cimitero Monumentale di Milano, tanto più che da luglio a novembre, il Cimitero ospiterà spettacoli, musica, visite guidate e passeggiate tematiche. Milanesi e non dovrebbero conoscere e visitare questo posto almeno una volta nella vita e quest'estate è l'occasione giusta per farlo: domenica 2 agosto, ad esempio, a partire dalle ore 10, sul piazzale esterno,ci saranno le visite guidate e dalle ore 11 nella Galleria inferiore ovest, si potrà assistere al corto teatrale “I cadaveri di Monteggia”, regia di Luca Rodella. A mezzogiorno ci sarà un concerto nel cortile interno e tutte le altre iniziative programmate al Cimitero si possono trovare su Fondazione Milano.

Io una “capatina” ce la farei se fossi in voi e vedrete che inizierete anche voi a portare le vostre dolci metà per cimiteri ben al di là delle feste comandate! 

Buon weekend!


Elena Pollastro

Elena Pollastro, web editor, digital pr e social media specialist. Tutto su di me su elenapollastro.wordpress.com



Categorie: milano   weekend