Nel weekend sono a Milano: cosa faccio?



Milano si fa in quattro questo weekend: cibo, musica, cinema e sostenibilità!

Sono diventata zia bis da pochissimo e già nel parlarvi degli eventi del fine settimana, guardo quelli per bambini! Tranquilli, Milano è sì a portata di bambino, ma vedremo insieme anche proposte molto diverse! 

 

Campioni di sostenibilità.

L'evento per bambini di cui vi parlo oggi è “La cultura che fa crescere”, organizzato al Parco Forlanini dal 3 al 7 agosto, dalle 10 alle 18.30:tra un laboratorio, un gioco a squadre, un disegno, un colore, i bambini apprenderanno, senza annoiarsi, qualche informazione utile sulla sostenibilità e sul rispetto dell'ambiente. Il bello di questi eventi è che i bambini non si annoiano e apprendono divertendosi. In più, alla fine della giornata, riceveranno il diploma di“Campione della sostenibilità” e credo che questo li inorgoglirà moltissimo, facendoli diventare piccoli paladini dell'ambiente.

Io lo sono, non posso negarlo, e aggiungerei che sono anche un po' rompiscatole su piccoli gestiche ognuno di noi potrebbe compiere senza il minimo sforzo, come chiudere l'acqua mentre vil avate i denti e penso che se anche noi adulti potessimo imparare divertendoci, forse diventerebbe più facile anche per noi applicare comportamenti un po' più responsabili. L'evento è organizzato come evento di Expo in città da Lerenne tour in collaborazione con Henkel.

Voi di cosa avete FAME! ?

 

Questo weekend i temi di Expo saranno più che mai presenti negli eventi proposti in città. Un altro di cui vi parlo è FAME! una mostra di Monica Marioni organizzata al Museo Fondazione Luciana Matalon.In questa esposizione l'artista parla di qualcosa che,spesso, si preferisce dimenticare quando si parla di cibo: i disturbi, le nevrosi, la fame nervosa, la sensazione di essere affamati di qualcosa che forse non conosciamo neanche. Fame di soldi, di potere, di persone, di successo, fame di... Fame intesa quasi come avidità, forse? Fame intesa come ricerca di qualcosa che sentiamo mancarci? Fame di cibo utile a dimenticare o a nascondere altri tipi di fame più difficili da colmare, come la fame di affetto, di socialità? Le domande che un'esposizione del genere potrà provocare sono molte e ognuno troverà spunti di riflessione completamente personali; io credo che il vedere di fronte a noi una rappresentazione che ci racconta come spesso colmiamo certi bisogni, completamente slegati dalla fame, con il cibo, ci potrebbe aiutare a dissipare la confusione che si instaura proprio tra cibo ed emozioni. Da martedì a sabato, potete visitare la mostra, a ingresso libero, dalle 10 alle 19.

Cinema sotto le stelle milanesi!

 

Cambiando argomento vi segnalo, seancora non ci siete stati, che alla Rotondadella Besana, da giugno, c'è AriAnteo, ilcinema all'aperto di Milano. Cosa c'è di nuovo? Quest' anno il cinema all'aperto non sarà solo alla Rotonda della Besana, ma dall'1 al 31 agosto troverete gli schermi pronti ad aspettarvi anche all'Arena Civica e al Chiostro della Chiesa di Santa Maria dell' Incoronata, quest'ultimo con una bella sorpresa: si tratta del primo multisala all'aperto con ben due “sale” e cuffie wireless per godersi lo spettacolo. Come ogni cinema all'aperto che si rispetti, i film sono successi di stagioni passate o della stagione più recente e una nota positiva di questa iniziativa è che qui gli organizzato riproiettano anche alcune anteprime.

Discoteca silenziosa? Possibile! Vi ho parlato delle cuffie?

Ecco, ricordatevi che alle Colonne di San Lorenzo c'è The Sound of Silence, la Silent Disco delle Colonne. Cos'è? Semplice! Se la movida infastidisce i residenti, basta mettere un bel paio di cuffie alle persone e sintonizzarle sul dj set. Quest'anno ci sarà anche musica elettronica e artisti locali e internazionali e il progetto sta funzionando talmente bene, che il progettasi sta estendendo ad altre zone di Milano, come in Darsena ad esempio, grazie a Intellighenzia Electronica e Club 2.0 Social Art Center, i due curatori del progetto.

Il Suono Perfetto dei violini più famosi al mondo

 

Rimanendo in tema musica, l'ultimo evento che voglio segnalarvi è “Suono Perfetto!”, un' installazione organizzata, fino al 30 agosto, nella Sala delle Merlate del Castello Sforzesco, dove si potrà ascoltare il suono dei 5 violini più famosi del mondo. Sto parlando di due Stradivari, il Vesuvius e il Maréchat, il Cremonese, il Collins di Amati e il Cannone di Paganini di Guarneri, che hanno in comune un elemento tanto semplice, quanto potente: il legno. Tutti sono stati realizzati, infatti, con abete rosso della Val di Fiemme e i loro suoni sono conservati “sottovetro”, se così si può dire, ma grazie a “Suono Perfetto” la magia delle note prodotte dai violini viene riproposta grazie a una tavola armonica collegata a una fonte digitale ad alta qualità, latavola vibra attraverso l'alias virtuale dei violini, facendo scoprire ad appassionati e non, la differenza tra questi “magici 5” e i violini meno famosi.

Alla prossima e buon divertimento!


Elena Pollastro

Elena Pollastro, web editor, digital pr e social media specialist. Tutto su di me su elenapollastro.wordpress.com



Categorie: milano   weekend