15/09/2015

Napoli: alla scoperta delle stazioni metropolitane d'arte.



Quando si pensa a Napoli si tende ad associarla immediatamente alla sua cucina e alla sua tanto adorata pizza. Se hai in programma di visitare la città non potrai farne a meno, ma parlando di cose da vedere possiamo suggerirti di scoprire la Napoli Sotterranea.

Generalmente parlando di Napoli Sotterranea si intende il magnifico giro dei rifugi antiaerei oggi visitabili. Ma c’è un’altra parte della città bella e sotterranea, quella delle stazioni metropolitane dell’arte. Le fermate metropolitane di Napoli della linea 1 e della linea 6 sono luoghi affascinanti d’arte contemporanea di cui godere semplicemente mentre ci si sposta. 200 opere, 100 artisti contemporanei, 14 fermate. Se hai poco tempo e non sai quali scegliere ci pensiamo noi a dirti quali sono le imperdibili.

Pronto a scoprire le stazioni metropolitane d'arte ed a inserirle nel tuo itinerario?

Le stazioni metropolitane di Napoli premiate

Il 30 novembre 2012, la stazione Toledo è stata premiata come la più impressionante d'Europa dal quotidiano The Daily Telegraph. Il 4 febbraio 2014 anche la CNN http://edition.cnn.com/2014/02/04/travel/europes-best-metro-stations/ ha eletto la stazione Toledo come la più bella d'Europa. Vuoi non ammirarla di persona e fotografarla?

Devi sapere che lo scalo, profondo circa 50 metri, è stato costruito sotto la falda acquifera. Le luci, i pannelli e le migliaia di tessere di mosaico danno l’impressione al viaggiatore che sale le scale mobili di emergere dal mare alla superficie, passando dal blu mare, all’ocra della terra fino al atrio dal pavimento nero che richiama l’asfalto della civiltà moderna. Sormonta la scala la bocca ovale del Crater de luz, un grande cono che attraversa tutti i piani della stazione e fa trapelare la luce del sole fin nelle profondità della terra, coadiuvato da un gioco luminoso di LED. Arricchiscono ancora la stazione varie opere contemporanee, dislocate nei vari piani o alle uscite.

Anche la stazione Materdei è entrata nella classifica del The Daily Telegraph collocandosi al 13º posto. A partire dagli ascensori ricoperti da rilievi in ceramica, dall’ingresso tappezzato di una stella a mosaico giallo e verde all’atrio illuminato da un pinnacolo di vetri colorati. La parola d’ordine è colore! Un’esplosione cromatica che va fin nel profondo grazie all’installazione di pannelli colorati al piano binari.

Stazioni dell'arte di Napoli

Ci colpisce piacevolmente e vogliamo suggerirti anche la stazione Università dove pannelli e colori accesi come il fucsia e il lime, materiali riflettenti, forme interconnesse, tutto per simboleggiare l’era digitale. Ogni piano è una scoperta, numerose le opere d’arte esposte e gli intrecci luminosi che sembrano voler proiettare nello spazio. I decori alle pareti mostrano forme liquide in pannelli di cristallo translucido mentre i materiali contribuiscono ad aumentare la luminosità degli ambienti e a creare giochi ottici di immagini che sembrano galleggiare.

Stanco del contemporaneo? È il momento di visitare la stazione Municipio. Qui infatti trovate inglobati i ritrovamenti degli scavi dell’antico porto di Neapolis. Le suppellettili, di epoca romana, sono per la maggior parte esposte nello spazio museale della stazione.

Volete perdervi fra tutte le stazioni? Vi rinviamo all’accurata descrizione sul seguente sito.

La napoli sotterranea delle metropolitane

Foto di : Di Aluong (Opera propria) [CC BY-SA 3.0], attraverso Wikimedia Commons



Categorie: napoli  

Potrebbero piacerti anche