20/01/2017

Speciale Carnevale: viaggio fra i carnevali più famosi e più curiosi d'Italia



Come festeggiare il Carnevale? Quali sono le feste e i carri di Carnevale più famosi e curiosi d'Italia? Viaggio alla scoperta del Carnevale attraverso le tradizioni e i sapori italiani.

Carnevale Ivrea Battaglia Arance

 

Venezia tra Spritz, bacari e maschere

Il tour inizia con lo speciale dedicato a #Venezia. Scopri dove gustare l’originale Spritz veneto in un tipico bacaro veneziano. Condividi con noi le foto del Volo dell’Angelo e non perderti le feste in maschera.

 

Vivi lo Storico Carnevale di Ivrea a colpi d'arance!

Lo Storico Carnevale di Ivrea è tra i pochi ad aver mantenuto il carattere folcloristico originario. Infatti, attraverso le sue particolari manifestazioni riesce a rievocare le atmosfere medievali.

Gli eventi più importanti del Carnevale di Ivrea sono la sfilata del corteo storico e la Battaglia delle Arance.

Il personaggio più importante nella sfilata del corteo storico è la figura della Mugnaia, simbolo della libertà. Le origini di questa figura rimandano alla giovane popolana Violetta, figlia di un mugnaio, che secondo la leggenda si sarebbe sottratta alla volontà del tiranno di diventare sua sposa, uccidendolo.

Negli ultimi tre giorni si tiene la Battaglia delle Arance. Le origini di questa battaglia sono collegate alla storia della Mugnaia: si dice infatti che il popolo di Ivrea, a sostegno del coraggio della giovane donna, insorse contro il tiranno lanciando fagioli. Oggi prendono parte alla battaglia circa 5000 persone suddivise in nove team. Indossando un berretto rosso, potrai assistere alla battaglia senza essere bersagliato dai tiratori.

La tradizione si intreccia ad usanze moderne: feste in maschera, sfilate di squadra e concerti di piazza sono solo alcuni degli eventi che raccolgono numerosi turisti. Singolare è invece la tradizionale ciucca longa, una gara di corsa di dieci tappe in dieci diversi bar durante la quale gruppi di cinque persone gareggiano per finire i propri drink.

Condividi con @Yamgu la tua esperienza ad Ivrea utilizzando l’hashtag ufficiale #carnevaleivrea.

 

Carnevale di Cento: la Rio de Janeiro d'Italia

In provincia di Ferrara, nella pianura emiliana, si festeggia il Carnevale di Cento. È famoso per il suo gemellaggio con il Carnevale di Rio de Janeiro: colori, musiche, sfilate e figuranti in maschera ricordano la spensieratezza e lo sfarzo del Carnevale brasiliano. Tipica della tradizione carnevalesca di Cento è invece l’usanza di lanciare dai carri, gonfiabili e peluches.

 

Il Carnevale di Viareggio

In Toscana, in provincia di Lucca, si festeggia il Carnevale di Viareggio, conosciuto nel mondo per la satira politica rappresentata dai carri di cartapesta e per le importanti collaborazioni con esponenti di spicco dell’arte: Dario Fo e Jean-Michel Folon per citarne alcuni.

Parallelamente alle sfilate, ciascun rione organizza piste da discoteca e stand gastronomici per assaporare ricette a base di pesce, tipiche della tradizione culinaria toscana.

Tutto il resto dell’anno potrete visitare la Cittadella di Viareggio, un’area riservata alle botteghe dei maestri della cartapesta di Viareggio. La Cittadella ospita inoltre importanti concerti tra cui il Festival di Gaber dedicato all'omonimo artista.

 

Un "Carnevale sotto le stelle" a Foiano

Il Carnevale di Foiano è noto per il cosiddetto Testamento di Re Giacomo. Si tratta di un testo in rima che racconta gli avvenimenti positivi e le eventuali disavventure accadute durante l’anno appena concluso. Tipico di Foiano è la tradizione di esporre i carri durante il cosiddetto "Carnevale sotto le stelle" nel mese di Giugno.

 

Carnevale di Putignano, tra sacro e provano

In Puglia, la tradizione carnevalesca più famosa è quella di Putignano. Il Carnevale di Putignano è infatti uno dei più vecchi d’Italia e inizia il 17 Gennaio, giorno in cui si festeggia Sant’Antonio accendendo falò. A partire da questo giorno si festeggiano i Giovedì del Carnevale: si tratta di appuntamenti con la satira e il divertimento in cui i protagonisti sono gli strati sociali.

Tra una festa in maschera e una sfilata di carri allegorici, non perdetevi la Festa dell’Orso, una rappresentazione teatrale al limite tra il sacro e il profano nella quale l’Orso è rappresentazione del doppio: figura da cacciare e simbolo della imminente primavera.

Il Carnevale di Putignano si conclude con i tradizionali 365 rintocchi della Campana dei Maccheroni.

 

Il Carnevale di Saponara e la Sfilata dell'Orso

Esattamente in provincia di Messina, il Carnevale di Saponara è il Carnevale storico della Sicilia. È famoso per la tradizionale sfilata dell’Orso e del Principe e per le melodie suonate utilizzando la conchiglia della brogna, un mollusco.
La sfilata risale al 1700 e mette in scena la battaglia tra un Principe, che ne uscirà vincitore, e un orso che assaliva il territorio di Saponara.

 

Novara di Sicilia: un Carnevale a forma di...formaggio

Sempre in Sicilia, sempre in provincia di Messina, il Carnevale di Novara di Sicilia si distingue per il sapore delicatamente piccante e il colore ambrato. Stiamo parlando delle forme di Maiorchino, il formaggio a pasta dura utilizzato nel “torneo del Maiorchino” nel giorno del Martedì Grasso. La competizione, seguita da molti turisti, consiste nel far rotolare forme di formaggio lungo un percorso prestabilito; al termine della gara il pubblico può sedersi a banchettare alla Sagra del Maiorchino, gustando i sapori locali e assistendo alla preparazione della ricotta locale.

 

Il Carnevale di Sciacca tra vino e salsicce alla brace

Ultima tappa di questo nostro viaggio alla scoperta delle tradizioni carnevalesche d’Italia è il Carnevale di Sciacca, i cui corpi di ballo sono approdati persino negli Emirati Arabi in occasione della celebrazione dell’unità nazionale.
A Sciacca il Carnevale inizia il giovedì grasso con la consegna simbolica delle chiavi della città al re del Carnevale Peppe Nappa, e termina il Martedì grasso quando il Carro di Peppe Nappa viene bruciato in piazza. Durante tutto il periodo carnevalesco, il carro di Peppe Nappa distribuisce vino e salsicce preparate sulla brace.

 

Citando quest’ultima tradizione tutta italiana, ci piace pensare di avervi dato qualche ottimo spunto su come trascorrere il vostro Carnevale o di avervi fatto viaggiare con la mente se non vi sarà possibile spostarvi dalla scrivania del vostro ufficio.

Soprattutto ricordate, a carnevale ogni scherzo vale!


Maria Anna Camporeale

Amo scivere, di viaggia, di cultura, amo il mare e la mia Puglia!




Potrebbero piacerti anche