Perché visitare il Galles: intervista alla travel blogger Giovy Malfiori



Oggi partiamo con un viaggio in Galles, le tappe dell'itinerario di viaggio comprendono anche altri luoghi ma soprattutto emozioni. Sì perché noi, e voi che ci leggete, prima di tutto amiamo viaggiare e quel senso di scoperta di Paesi, profumi e tradizioni.

Questa è anche la passione che muove Giovy Malfiori, blogger di Emotion Recollected in Tranquillity, luoghi, storie e sapori del mondo.

Il viaggio in Galles di oggi non sarà un classico racconto di cosa fare e cosa vedere in Galles o a Cardiff ma una storia, una breve intervista a Giovy Malfiori sulle esperienze, scoperte e curiosità, collezionate nel corso della sua vita da travel blogger.

 

Viaggio Galles Giovy Malfiori

 

Ciao Giovy, parlaci un po' di te. Abbiamo già parlato del tuo blog ma in che tipo di viaggi sei specializzata o ami di più fare?

Sono una viaggiatrice che ha sempre amato scrivere. Quando ero piccola (e il web non esisteva) riempivo vecchie agende inutilizzate con le mie avventure in giro per il mondo.

La mia famiglia mi ha sempre portata in giro e mi ha spinta, non appena ho avuto l'età giusta, a fare le mie esperienze di viaggio. Anche e soprattutto da sola.

Crescendo sono rimasta quella che ero, solo con qualche anno e qualche timbro sul passaporto in più. Amo viaggiare in Europa (anche se non disdegno il resto del mondo): trovo che il nostro continente sia spesso bistrattato e considerato la meta per viaggi di un week-end o durante i ponti e le feste comandate. A me piace viaggiare con i mezzi pubblici e soprattutto utilizzando il treno e l'Europa è perfetta per questo. Gli itinerari che amo di più e che si trovano in grande quantità nel blog sono quelli che legano viaggi, letteratura e storia oppure viaggi e gusto. 

 

Un metodo di viaggio lento che ti metta davvero in relazione con i luoghi quindi. Qual è il tuo viaggio del cuore e come ti ha cambiata?

Direi che ce ne sono tanti. Il primo è sicuramente uno dei miei viaggi a Cuba, isola che amo all'ennesima potenza, e che ho studiato profondamente a livello storico per motivi universitari. Cuba mi ha aperto gli occhi su un mondo che, troppo spesso, è guardato attraverso la lente dello stereotipo. Lì ho capito cosa vuol dire andare oltre le piste più battute o frequentate.

Il secondo viaggio che mi ha aperto gli occhi è stato il primo alla scoperta di Liverpool, città inglese che adoro. Anche lì ho scoperto a fondo quell'Inghilterra "fuori Londra" che consiglio a tutti. Questi due viaggi mi hanno cambiata perché mi hanno insegnato la bellezza della quotidianità anche in occasioni straordinarie come i viaggi. Mi hanno insegnato a cogliere la bellezza della vita nei piccoli dettagli, al di là dei panorami mozzafiato o dei luoghi che non è possibile non visitare.

 

Qual è il posto, museo, monumento, più strano che ti è capitato di visitare?

Uno dei posti più strani mai visti nel mondo è stato Portmeirion, in Galles. Si tratta di un villaggio nato dalla mente istrionica di un architetto di nome Clough William-Ellis, uomo che ha voluto portare un pizzico di ispirazione mediterranea nel nord del Galles. All'inizio della mia visita mi sentivo stranita e mi dicevo "cosa ci faccio qui" ma poi sono stata conquistata dall'atmosfera di questo luogo così particolare e così ben radicato nella cultura britannica. 

 

Travel blogger Giovy Malfiori

 

Un posto strano da visitare in Galles, lontano dai classici paesaggi gallesi! Parlando di posti che conosci come le tue tasche, cosa ci suggerisci e cosa un amico e cosa un amico a cui dai un consiglio per un viaggio non dovrebbe assolutamente perdere?

E' proprio il Galles del Nord uno dei posti che conosco meglio in assoluto e uno di quelli che più sento miei nel mondo. Per me vale la pena di visitare quel pezzo di Gran Bretagna con almeno 2 settimane di tempo e utilizzando gambe e mezzi pubblici. Il Galles non è così grande e va gustato al meglio per capire molta della sua bellezza. Un viaggio che si rispetti da quelle parti dovrebbe iniziare da Caernarfonla città del Principe di Galles. Lì si trova uno dei più bei castelli di tutto il Regno Unito, un luogo importante e speciale perché, ancora oggi, vi si incorona il Principe. Carlo, l'attuale dententore della carica, è stato incoronato lì proprio da sua madre Elisabetta II. Caernarfon non ti porta via solo per la sua storia ma anche per la bellezza dei tramonti che si possono ammirare da dietro al castello, guardando il Menai Strait, lo stretto braccio di mare che divive questa piccola città dall'isola di Anglesey, altra grande meraviglia del Galles del Nord. Consiglio a tutti di andarci e tenere Caernarfon come base per esplorare la zona circostante: un posto capace di sorprendere. 

 

Come prepari normalmente il tuo viaggio? Dove ti informi, quanto dura la fase di organizzazione?

Io sono figlia dell'epoca in cui Internet non era poi così diffuso e quindi amo iniziare a preparare i miei viaggi utilizzando delle guide cartacee. Poi passo al web e cerco sui siti degli enti del turismo ufficiali del luogo che voglio visitare. In terza istanza passo ai blog, alle pagine Facebook e a tutto quanto possa offrire la rete. Prima di partire non manco mai di leggere un romanzo o un saggio che tratta del luogo meta del mio viaggio. Mi è capitato di trovare consigli incredibili e inaspettati in opere di 200 anni fa, per esempio.

 

Grazie mille per la tua esperienza e i tuoi consigli Giovy! Dove possiamo leggere i tuoi racconti o trovarti al volo mentre sei in giro?

Scrivo sul mio blog Emotion Recollected in Tranquillity, luoghi, storie e sapori del mondo ma potete anche trovarmi su tutti i canali social qui di seguito.

Facebook: https://www.facebook.com/giovygio

Pagina Facebook del blog: https://www.facebook.com/emotionrit/

Twitter: https://twitter.com/Giovyfh

Instagram: https://www.instagram.com/giovyfh/