L'Isola di San Giulio sul Lago d'Orta



L'Isola di San Giulio è l'unica isola del Lago d' Orta, poco distante dalla costa e dalla ridente cittadina di Orta San Giulio. L'isola prende il suo nome dal santo, che si narra avervi fondato una chiesa (intorno al 390 d.C ), trasformando l' isola nel centro di evangelizzazione di tutta la regione. Recentemente il borgo dell'Isola di San Giulio è diventato molto famoso col nome di "Borgo Ventoso", il nome fittizio scelto da Tornatore per il borgo dove è ambientato il suo film "La Corrispondenza".

Per raggiungere l'isola è neccessario lasciare l'auto ad Orta San Giulio, camminare fino al suo porticciolo e imbarcarsi sul traghetto: il viaggio è davvero breve! L'isola dista infatti solo quattrocento metri dalla costa. Una volta scesi a terra, il traghetto vi lascerà al molo, situato all’estremità a sud dell’ Isola di San Giulio. Da qui comincerà la vostra passeggiata. 

La Basilica di San Giulio è unica nel suo genere, infatti, la facciata e la scalinata danno direttamente sulle acque del Lago d'Orta; gli interni sono visitabili e offrono la possibilità di ammirare affreschi e dipinti d'epoca. Camminando poi per i vicoli di San Giulio molte sono le ville che rendono l'isola un gioiello per gli amanti dell architettura, in particolare da ammirare sono  le splendide residenze di Villa Perone, Villa Crespi e Villa Tallone.  Una stradina percorre l'intera isola ed è chiamata: "via del silenzio e della meditazione".  Un grazioso ristorante con terrazza sul lago e un negozietto di souvenir completano il quadro delle strutture a disposizione dei turisti. 

In epoca longobarda e altomedievale l'isola fu utilizzata come punto strategico, grazie alla sua particolare posizione, che la rendeva adatta a ospitare e proteggere personaggi e figure di rilievo. Nel 1219 la proprietà passò alla Chiesa che, nel 1841, il castello di epoca medievale fu abbattuto per costruire un seminario, che 1973 mutò in monastero, il Mater Ecclesiae.  L'affascinante convento di clausura femminile abitato da suore di clausura benedettine (le uniche persone residenti sull' Isola) domina l'isola insieme alla Basilica romanica e al l palazzo vescovile. 

L'ambientazione storica. ricca di stradine acciottolate è davvero affascinante e si capisce bene perché Tornatore abbia scelto l'Isola di San Giulio come ambientazione del film "La Corrispondenza" pur cambinado il nome in "Borgo Ventoso".

sources:
http://www.lagomaggiore.net/25/isola-di-san-giulio.htm
http://www.zingarate.com/italia/piemonte/Isola-di-San-Giulio-Lago-d-Orta.html
http://www.illagomaggiore.it/it_IT/23348,Poi.html


Alessandra Scalvini

Categorie: piemonte   lago   borghi