Cosa fare a San Vito Lo Capo: le spiagge, la Riserva dello Zingaro e il festival del cous cous



San Vito lo Capo si trova in Sicilia, nel lato occidentale dell'isola, a poca distanza da Palermo e Trapani. La città di San Vito è molto famosa per la sua grande e bella spiaggia libera nonché per la sua fantastica cucina che ha subito nei secoli molte contaminazioni con la cucina araba. Non per niente il piatto della tradizione di San Vito lo Capo è il cous cous, piatto povero e gustosissimo che ogni anno a Settembre diventa protagonista di un festival tutto suo, il Cous Cous Fest.

Spiaggia libera San Vito Lo Capo Sicilia

Cosa fare a San Vito Lo Capo

A San Vito non ci sono solo spiagge e bellezze naturali. La città racchiude un breve percorso con piccoli gioielli da non perdere. Dalla Cappella di Santa Crescenzia al Santuario Fortezza per godere di una stupenda vista prima di fermarsi a gustare una bella (e buona!) brioche con gelato.

Ecco in tal caso un percorso suggerito che non vorrai perdere per scoprire come trascorrere piacevolmente il tempo dopo una faticosa giornata in spiaggia alla scoperta delle numerose calette che offre la costa sotto la Riserva Naturale dello Zingaro.

Cosa fare a San Vito Lo Capo oltre le spiagge

A proposito di calette e mare mi sembra giunto il momento di parlare proprio delle meraviìgliose spiagge che hanno reso famosa San Vito e i suoi dintorni come destinazione da non perdere durante delle vacanze in Sicilia.

San Vito Lo Capo: Spiagge e Calette

La più famosa spiaggia di San Vito è la grande spiaggia libera. Acqua bassa e cristallina, sabbia bianca, vicino al centro cittadino e dotata volendo di tutte le comodità: bagno pubblico, docce, se c'è l'esigenza si noleggiano ombrelloni e lettini altrimenti...liberi! Digiuni poi non si resta! Nei dintorni tanti localini per uno spuntino o un pranzo vero e proprio (occhio che poi è difficile fare il bagno!).

Certo, bisogna dire che nonostante lo spazio sia davvero sterminato ad agosto anche questo non basta e si rischia di vedere il mare a distanza data la moltitudine di persone che la scelgono. D'altra parte la spiaggia libera di San Vito è bella e comoda per tutti, anche per chi viaggia in famiglia con bambini, quindi...

Ok, non vorremo mica accontentarci?! Io voglio di più, voglio esplorare le calette meno frequentate, gli angoli più selvaggi e le calette più romantiche.

Il litorale di San Vito ha anche il pregio di essere contornato dalla bellezza naturalistica di riserve fra le più belle d'Italia, la Riserva dello Zingaro e la Riserva di Monte Cofano, ed è è stato premiato più volte.

Va bene, ammettiamolo, magari non proprio selvaggio dato che comunque sono zone ben note nei dintorni di San Vito Lo Capo, come Macari o la Riserva Naturale dello Zingaro, ma sono comunque aree meno comode che richiedono impegno e buone gambe. Le possibilità di escursioni mancano, quindi pronti: bottiglia d'acqua gelata (si scioglierà strada facendo), scarpe comode e anche un po' carrozzate (c'è da camminare eh!), protezione solare (si cuoce! Io sono siciliana ma bianca bianca!) e via!

Le calette della Riserva Naturale dello Zingaro

La Riserva dello Zingaro è una zona ampia, una tratta di circa sette chilometri di costa, ricca di baie, scogli taglienti (hai preso le classiche scarpette da scoglio?), grotte preistoriche e vegetazione tipica della macchia mediterranea, non per niente il simbolo della Riserva è la palma nana.

Riserva Naturale dello Zingaro vicino San Vito Lo Capo

La camminata fra i sentieri, tutti ben tracciati, regala un paesaggio bellissimo. Peccato davvero che spesso la zona sia flagellata da incendi più o meno dolosi che continuamente la danneggiano!

Arrivare all Riserva dello Zingaro è abbastanza facile, basta procedere da San Vito Lo Capo verso Calampiso e sarete arrivati in soli 15 minuti d'auto. L'accesso alla Riserva non è gratuito, niente di cui preoccuparsi però! I pochi euro valgono davvero l'ingresso!
Un altro aspetto da considerare è il fattore tempo. Come ho detto prima il lato nord di San Vito è davvero vicino ma per fare tutto il tragitto interno alla Riserva occorre almeno mezza giornata. Secondo me è meglio dedicare alla Riserva e ai numerosi sentieri interni addirittura un'escursione di un giorno per godere appieno non solo dei luoghi più conosciuti ma per concedersi anche delle foto e delle acque più nascoste.
Qui le spiagge non sono attrezzate, ricorda acqua e cibo e di lasciare tutto in ordine!


Photo Credits: Marco Postorino

La cala più grande e frequentata è anche la più vicina. Si tratta della Cala Tonnarella dell'Uzzo, stupenda. Non lontana si può accedere alla Grotta dell’Uzzo che rappresenta dei siti archeologici preistorici più importanti di tutta la regione.  

Altra grotta bellissima è la Grotta dei Cavalli, o Grotta di Cala Mancina, ricca di storia grazie alle pitture rupestri rinvenute ma anche molto amata dagli scalatori per via delle su splendide falesie. Si trova nell'area detta dell'Isulidda, dove si trova anche una splendida piccola spiaggetta.

Il Cous Cous Fest: la festa di San Visto Lo Capo

San Vito resta una realtà genuina, dove si può vivere l'atmosfera della città marinara che, specialmente fuori periodo estivo, è per la maggior parte abitata da pescatori.
La tradizione culmina nei piatti della cucina locale e soprattutto nel couscous, il piatto tipico di San Vito che vanta un festival di cui diventa il protagonista assoluto.
Il Cous Cous Fest è celebrato ogni anno nel mese di Settembre. La città si trasforma accogliendo spettacoli, concerti e gare gastronomiche dove il cous cous la fa naturalmente da padrone e si arricchisce di ricette e contaminazioni culturali di cui tutta la Sicilia è da secoli ricca. Chef di fama nazionale e internazionale si sfidano alla ricerca della ricetta più innovativa e la giuria è certamente felice di assaggiare e votare.

Come arrivare a San Vito lo Capo

San Vito Lo Capo si trova a metà strada tra Trapani e Palermo. La distanza da tra Trapani e San Vito lo Capo è di meno di 40 Km e si arriva in meno di un'ora di strada percorrendo la SS187 e poi la SP16.

La distanza da Palermo a San Vito è invece circa 100 Km. Basta prendere l'autostrada A29, uscire a Castellammare del Golfo e seguire la statale SS187.

Ci sono anche dei bus da Trapani che la collegano a San Vito con l'AST, azienda locale dei trasporti, mentre la tratta Palermo San Vito lo Capo è servito da bus privati della Russo.



sources:
http://www.sanvitoweb.com/storia.php
http://siviaggia.it/idee-di-viaggio/cosa-vedere-e-mangiare-a-san-vito-lo-capo/161719/
http://travel.fanpage.it/san-vito-lo-capo-cosa-vedere/




Ester Liquori