Cosa vedere nelle Langhe in Autunno: i colori delle vigne al profumo di tartufo bianco d'Alba



Viaggiare in autunno può essere molto affascinante, i colori si scaldano nei toni del giallo e del rosso delle foglie e specialmente il mese di ottobre è ideale per viaggiare fra borghi d'Italia e colline alla scoperta, o meglio all'assaggio, delle numerose saghe gastronomiche di questo periodo.

Questo è anche il periodo preferito per gli amanti del foliage, ovvero dal fenomeno delle foglie che cambiano colore e infuocano le vallate regalando uno spettacolo particolare di colori e luci. 

Turismo nelle Langhe Alba Roero

Ti piace viaggiare in autunno? Una delle mie mete preferite in questo periodo (forse perché ci abito ed è facile pensare a una gita fuori porta anche solo di un giorno con i bambini) sono le Langhe, in Piemonte. Negli ultimi anni il turismo legato al foliage in Italia è aumentato, sono sempre di più i viaggiatori che approfittano dei weekend soleggiati d'autunno ad osservare la natura e scattare suggestive foto. Come ti dicevo però, vuoi per pigrizia o per comodità, per me il luogo migliore per ammirare il foliage, sono colline e vigneti patrimonio UNESCO della zona Langhe e Roero, intorno ad Alba per intenderci. 

Le Langhe per me hanno i colori delle vigne e il profumo del tartufo bianco d'Alba.

Il tartufo bianco di Alba

Se nel tuo viaggio d'autunno vuoi unire fotografia, natura e gastronomia devi assolutamente visitare il centro storico di Alba, città regina del tartufo bianco.

Ogni anno si tiene in città la Fiera del Tartufo d'Alba, un evento gastronomico che coinvolge la città intera. Non perdere comunque l'occasione per fare un giro a piedi e vedere Alba! La città ha impianto medievale e circolare, è bello paesseggiare tra le caratteristiche torri (Alba è anche detta la città delle 100 torri) e case-forti.

ll cuore di Alba è Piazza Risorgimento dove la maestosa presenza del Duomo di Alba domina qualsiasi fotografia.

Prendendo via Cavour, una delle prime traverse a sinistra è via Vernazza dove si trova la Chiesa di San Giuseppe. Questa chiesa mi ha molto colpita, ho salito tutti i suoi gradini per salire fino in cima al campanile e ammirare Alba dall'alto. Un'esperienza che ti consiglio.

Visitare Fiera del Tartufo Bianco Alba

Dove scattare le foto d'autunno più belle del Piemonte 

Ho detto UNESCO? Sì perché dal 2014 i paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato, premiati per la loro storia e per l'indissolubile legame tra uomo e paesaggio sono diventati patrimonio UNESCO. Il paesaggio conserva un ambiente ancora integro, dove le colline sono ricoperte di boschi e vigneti da cui dedicarsi all'osservazione della natura e alla fotografia.

Il turismo nelle Langhe è associato in modo indissolubile ai suoi vigneti, lì dove nascono vini pregiati come Barolo e Barbaresco, nomi che non sono solo dei vini ma anche dei veri e propri Comuni, ben 29, compresi tra le province di Alessandria, Asti e Cuneo  Dolci colline ricoperte da filari di viti e noccioli come da un mantello che in autunno si tinge di rosso e giallo, puntellato da piccoli diamanti, i borghi e i castelli della zona.

Nelle mattine più terse si possono anche scorgere le alpi innevate e se sei qui per un weekend vale la pena svegliarsi presto e godere della magnifica vista all'alba. Se ami la bici e il cicloturismo la zona turistica di Langhe e Roero fa per te.

Difficile consigliare un una cittadina piuttosto che un'altra, i luoghi di interesse sono davvero molti!

Per godere dello spettacolo autunnale è sufficente girare spostandosi fra i vari centri abitati (a te la scelta del mezzo che preferite: che sia l'auto, la moto, la bici o a piedi, si possono trovare percorsi adatti a tutti i gusti) e fermarsi a piacere per scattare bellissime foto da condividere con gli amici...e anche con noi #YAMGU!

Il centro più grande è Asti, famosa per lo spumante, che conserva molti monumenti affascinanti tra cui la collegiata di San Secondo, la grande cattedrale in cotto.

Un altra bella cittadina è il comune di Casale Monferrato, caratterizzato dal Po, che lambisce il centro storico della città, offrendo splendidi scorci. 

Ho brevemente citato prima il Comune di Barolo caratterizzato dalla posizione arroccata e dall'antico borgo ma da non perdere anche il Castello di Grinzane Cavour, nel comune omonimo, sede tra l'altro dell'enoteca regionale piemontese.

Ricordiamo poi alcuni centri più piccoli, come La Morra, da cui ammirare, secondo me, la più bella vista sulle Langhe che possiate immaginare. Vedere per credere!

turismo enogastronomico piemonte Barolo Langhe

Enogastronomia nelle Langhe

Se vuoi completare il tuo giro delle Langhe con qualche degustazione di vini, ricorda di prenotare sempre in anticipo. La cucina di questi luoghi ne celebra i vini e i tartufi. Non è difficile trovare in zona ristoranti tipici, tra i piatti da assaggiare assolutamente ci sono il brasato al barolo, la squisita robiola d'Alba e per i più temerari la bagna cauda (particolare salsa a base di aglio), però occorre prenotare.




Questo articolo è stato scritto per l' 79% dall'Intelligenza Artificiale YAMGU.
Alessandra Scalvini

Categorie: piemonte   alba   cuneo   barolo