Palazzo Te di Mantova e la Sala dei Giganti: la realtà virtuale del '500



Mantova da vedere e da scoprire con tuitti i suoi meravigliosi Palazzi, Palazzo Ducale, Palazzo Te. Un weekend a Mantova ti darà grande soddisfazione da tutti i punti di vista: culturale, per la storia e la bellezza dei luoghi da vedere in città, gastronomico (vogliamo mica dimenticare i meravigliosi piatti a base di zucca Mantovana?), paesaggistico.
Se è la prima volta che cerchi informazioni su cosa vedere a Mantova ti suggerisco questo percorso:

10 Cose da Vedere a Mantova
Oggi però voglio approfondire la conoscenza con uno dei più bei palazzi della città: Palazzo Te.

Palazzo Te di Mantova e la Sala dei Giganti

Nessuna visita a Mantova può ritenersi completa senza una visita al magnifico Palazzo Te, dimora "di campagna" del Duca, che richiama continuamente in città migliaia di visitatori. Naturalmente la dicitura "di campagna" è un po' ironica! Di fatto Palazzo Te si trova sempre all'interno della città a soli 2 km dal Palazzo Ducale e si raggiunge tranquillamente a piedi con una breve e piacevole passeggiata attraverso il centro storico di Mantova.

Breve storia di Palazzo Te: amore e scappatelle

Palazzo Te non si può davvero considerare un palazzo secondario. L'architettura è opera dell’architetto italiano Giulio Romano. Palazzo Te sorge nel periodo in cui i Gonzaga si circondavano di artisti come Andrea Mantegna e Giulio Romano appunto, incaricato dell'opera di Palazzo Te, palazzo di pefiferia adibito a nido d'amore per le scappatelle del Duca, in particolare con la sua concalmata amante Isabella Boschetti.

Il nome di Palazzo Te deriva dal nome dell'isoletta creata dalle acque del canale Rio su cui sorge e che si chiamava Tejeto ovvero "giardino dei tigli".

Inizialmente l'idea di creare questo nuovo palazzo è nata per dare spazio e dimora ai costosi cavalli di razza molto amati dai Gonzaga. All'epoca i cavalli costosi erano sinonimo di ricchezza, nobiltà, ricevimenti e feste con persone illustri, insomma quello che oggi sono le auto costose e il networking.

Le sale di Palazzo Te

Per visitare Palazzo Te ci vogliono circa 2 ore di tempo. La pianta del palazzo riprende la struttura della Domus Romana, con una corte quadrata da cui si diramano le varie zone, comprese come detto prima le belle scuderie ma la parte più bella sono sicuramente le sale tematiche. Si inizia con un paio di piccole stanze, come la Camera di Ovidio o delle Metamorfosi, per procedere con la magnifica Camera del Sole e della Luna, dove l'intreccio di losanghe celesti convegono e creano un tripudio ottico che si concentra e da forza alla rappresentazione allegorica del Sole e della Luna che domina il centro della stanza. Ogni singola losanga è arricchita da un personaggio, umoni, piante, animali, in rilievo.

La Sala dei Giganti e la realtà virtuale del '500

Ma "the best is yet to come" come cantava Frank Sinatra! Una delle stanze sicuramente più belle di Palazzo Te è la Sala dei Cavalli, stanza dedicata agli amati cavalli della famiglia che sono qui immortalati, alcuni proprio con il loro nome, a grandezza naturale e incorniciati da ambientazioni classiche con colonne e decorazioni.
Il culmine della visita? La favolosa Camera dei Giganti.
Conosci la leggenda? I giganti si credevano grandi (e fino qui...) e migliori degli Dèi dell'Olimpo decisero così con le loro possenti braccia di scalare il monte sacro, l'Olimpo appunto dove vivevano gli Dèi e di detronizzarli. Giove, il re degli Dèi, punì questa loro arroganza. La scena ripresa è questa, con Giove che furioso scende dal Monte con i fulmini in mano, gli altri Dèi osservano affacciati da vari strati di nuvole le punizioni, acqua, terra, sassi, gli elementi scagliati contro i superbi.
Il pavimento della sala è leggermente concavo e l'impressione, quasi di realtà virtuale, è di trovarsi al cospetto di Giove, al centro della scena, avvolti fra terra e cielo a restare attoniti a guardare la furia degli Dèi. La tridimensionalità della scena coinvolge talmente tanto il visitatore

Visitare Palazzo Te è un'esperienza coinvolgente e se ti piace l'architettura non puoi davvero perdere questa tappa essenziale fra le cose da fare a Mantova.
Se ti è piaciuto Palazzo Te ti consiglio anche di visitare Palazzo Ducale di Mantova.
Mentre qui a Palzzo Te hai visto l'opera di Giulio Romano a Palazzo Ducale trovi una delle massime espressioni dell'arte di Andrea Mantegna con la sua Camera degli Sposi.

Ne ho parlato qui:

Cosa vedere a Palazzo Ducale di Mantova: il potere dei Gonzaga a Piazza Sordello

Non perderlo!
Photo:

Di Livioandronico2013 - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=60040619



Ester Liquori

Categorie: lombardia   mantova   palazzi storici