Liguria insolita: nell’entroterra del Tigullio



Ancora tempo di vacanze … siete indecisi tra mare e monti? La Liguria offre entrambe le possibilità ed ecco cosa vi aspetta scegliendo di trascorrere una giornata nell’entroterra del Tigullio, a pochi chilometri dalle spiagge di Chiavari, Lavagna e Sestri Levante lungo antichi percorsi. L’itinerario è suggerito da Laura, guida di Parma che ama scoprire le bellezze d’Italia … e raccontarle!

entroterra ligure di levante: entroterra del Tigullio

Liguria insolita: nell’entroterra del Tigullio

Parma non è lontana dal mare; basta varcare l’Appennino per arrivare in Liguria. Se in un giorno d'estate, ma nche e perché no, in autunno o a primavera, decidete di lasciarvi alle spalle le spiagge e i rinomati borghi marinari gremiti dai turisti, ecco un percorso alternativo, alla scoperta del fascino dell’entroterra ligure.

Dal litorale di Chiavari, Lavagna e Sestri Levante si segue a ritroso il percorso dei torrenti che solcano i fianchi dei monti scendendo verso il mare. Questi erano gli antichi tracciati di attraversamento dell’Appennino, ora abbandonati a favore dell’autostrada - pochi chilometri consentono di riscoprire le tracce di un passato dimenticato. Questi percorsi nell'entroterra sono davvero stupendi, ottimi per una gita nella Liguria di levante per una gita di settembre, quando magari il cielo è un po' nuovoloso, o per una fresca giornata se vi trovate a cercare cosa fare in Liguria a Pasqua.

Un angolo di Medioevo – lungo la strada che da Lavagna risale il torrente Entella, in posizione elevata tra i vigneti appare una severa chiesa in pietra grigia, sovrastata da una poderosa torre campanaria . È la basilica di San Salvatore meglio nota come Basilica dei Fieschi – fatta erigere nel Duecento da un papa che voleva celebrare il potere della sua dinastia.

Sinibaldo Fieschi dei conti di Lavagna - papa Innocenzo IV - scelse una posizione strategica per la sua Basilica: lungo l’antica via Francigena, proprio di fronte al palazzo di famiglia. Con la sua nobile architettura in ardesia e marmo era un polo di attrazione per i pellegrini diretti a Roma.

Il piccolo suggestivo borgo in cui è inserita è uno dei luoghi più importanti della Liguria medievale. Questo percorso è ottimo per chi è in viaggio e sta visitando la Liguria con bambini, un momento ideale per far conoscere il passato.

La valle dei Garibaldi e della pietra - risalendo la valle di un altro torrente – il Graveglia - si incontrano tranquilli borghi con case di ciottoli e pietra. Nel Graveglia confluisce il torrente Garibaldo: il cognome Garibaldi è diffusissimo in zona e la valle si vanta di essere il luogo di provenienza della famiglia di Giuseppe Garibaldi!

La Val Graveglia ha un’altra peculiarità: è ricca di specie minerali, anche molto rare, e fin dai tempi più antichi qui si è praticata l’attività estrattiva. Esistono ancora numerose cave a cielo aperto, ma soprattutto qui si trova quella che fu la più grande miniera di manganese d'Europa. Dal 2011 la miniera non è più attiva, ma è possibile visitarla grazie a dei tour guidati.

In miniera – la miniera di Gambatesa si raggiunge salendo una ripida scala che conduce all’imboccatura di una delle gallerie. Una piccola mostra illustra i molteplici usi del manganese. Anche chi non ama la chimica resterà affascinato scoprendo che questo minerale è stato usato dagli uomini preistorici per dipingere, dagli Egizi per rendere trasparente il vetro e dagli Spartani per migliorare la resistenza delle armi!

La miniera si esplora muniti di caschetto di sicurezza, calzature chiuse e giacca impermeabile. Ci si addentra nelle umide gallerie della miniera a bordo del trenino storico dei minatori - scomodo e rumorosissimo! Inutile dire che la visita è super consigliata a chi viaggia e visita la Liguria con bambini! Immaginate quanto si divertiranno!

in Liguria con bambini: le Miniere di Gambatesa

Una bravissima geologa illustra struttura e funzionamento della miniera e racconta storie e fatiche  quotidiane di uomini e donne che vi hanno lavorato in condizioni davvero ardue!

Menù a km zero

Per una pausa gastronomica in zona troverete agriturismi e trattorie con piatti tipici locali. Questa è una zona tradizionalmente agricola - ulivi, viti, orti e piante da frutto, boschi di castagni e pascoli garantiscono materie prime di ottima qualità. A Conscenti da maggio a ottobre ogni settimana si tiene il mercatino agricolo della Val Graveglia.

 

Siti di riferimento:

http://minieradigambatesa.com

http://www.nevalgraveglia.it/

foto: Laura Cova


Laura Cova

Milanese di nascita, parmigiana per scelta.

Guida turistica abilitata in inglese e tedesco per Parma e l’Emilia-Romagna. Laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne ho lavorato nell’editoria e in pubblicità. Appassionata di arte, storia e divulgazione, amo scoprire e raccontare storie.

Mi trovate su www.laguidaparma.it. Questo è il mio profilo Twitter per un tweet e qui sono su Facebook per diventare amici :-)



Categorie: liguria