Quadrilatero Romano: antico centro storico (Torino)

L'area del Quadrilatero Romano è nota per i più frequentati ristoranti di Torino. Tuttavia è anche una zona del centro storico molto antica e fra un ristorante e un apericena vi consigliamo un percorso storico molto interessante.

 

Duomo di Torino e Mercato di Porta Palazzo

Intorno al Duomo, da vedere perché è il luogo dov'è conservata la Sacra Sindone, troviamo molti resti dell'antica città romana: procedendo verso il mercato di Porta Palazzo,  il mercato giornaliero più grande d'Europa e della città, troviamo i resti di un teatro romano. L'area del Parco Archeologico ospita anche alcuni musei del cosiddetto Polo Reale, la Galleria Sabauda e il Museo Archeologico,  che possono essere visitati con un unico biglietto che comprenda anche l'Armeria e il Palazzo Reale.  Il mercato di Porta Palazzo si chiama così perché si trova vicino alla Porta Palatina, ai cui piedi si trovano le statue degli imperatori Augusto e Giulio Cesare. 

A pochi passi dalla Porta Palatina, quindi sempre nell'area Quadrilatero Romano, in Largo IV Marzo, troviamo la Casa del Senato, uno dei palazzi più antichi della città. Si pensa sia stato sede dei duchi torinesi durante la dominazione longobarda.

Lasciamo l'area del Quadrilatero e di Porta Palazzo per andare a visitare alcune delle più belle chiese di Torino.

 

Via Milano e Piazza della Consolata: il Bicerin

Procedendo verso via Milano troviamo la Basilica Mauriziana, conosciuta anche come Santa Croce, datata lla fine del Cinquecento. Uscendo dalla Basilica Mauriziana date un'occhiata ai tre palazzi all'angolo dell'incrocio. I tre edifici sono il bestiario di Torino. Questi palazzi settecenteschi sono decorati con teste di animali diversi, simboli dei poteri, toro (la città), leone (la nobiltà) e cane (la religione), che si contendevano la città e che sembrano studiarsi reciprocamente.

In Piazza della Consolata troviamo ancora il contrasto fra sacro e profano. La Consolata, una delle chiese più importanti della città, è così antica da essere stata costruita su resti di una torre della cinta muraria della Torino romana. Sempre in piazza ecco il locale dov'è nato il bicerin, la storica bevanda a base di caffé, cioccolato e panna di cui si ritiene fosse ghiotto Cavour.

 

Palazzo Barolo e MAO

Non lontano dalla Basilica della Consolata troviamo due interessanti musei da vedere. Palazzo Barolo,  situato nella parte antica del quadrilatero romano è una delle dimore nobiliari meglio conservati. Poco lontano si trova invece il MAO, il Museo di Arte Orientale. Il museo è organizzato per piani che rappresentano le varie sezioni artistiche dell'Asia.

A questo punto non resta che arrivare in Piazza Palazzo di Città, dove troviamo la sede del Comune di Torino e, davanti l'ingresso a presidiare la Piazza, il Monumento al Conte Verde. Qui vicino, in Via Palazzo di Città al n. 19, si trova il Palazzo della Volta Rossa, ricovero di poveri infermi da dove Giuseppe Cottolengo, fondatore della Piccola Casa della Divina Provvidenza, iniziò la sua attività di assistenza ai malati. Infine arrivando in Piazza Corpus Domini, alzate lo sguardo e noterete un palazzo col piercing. Si tratta di "Baci Rubati", un opera d'arte moderna creata dall'architetto Corrado Levi in collaborazione con Cliostraat comunemente conosciuta come Palazzo del Piercing di Torino. Ai lati del piercing sgorgano delle gocce di sangue, da un lato di colore rosso (il lato del comune e della città civica) e dall’altro di colore blu (il lato che guarda verso il Palazzo Reale, simbolo di nobiltà).

Stanchi? Non vi resta che trovare un ristorante qui in zona Quadrilatero Romano e godervi la serata.