Cosa vedere a Trieste la città della Bora (Trieste)

Trieste è sicuramente nota per la Bora e Piazza Unità d'Italia, la piazza più grande d'Europa. Anche se vicino al confine non è una classica meta turistica eppure è ricca di tante bellezze, non ultimo il mare. Noi di Yamgu ti proponiamo questo percorso attraverso le cose da vedere a Trieste.

Piazza Unità d'Italia: la piazza più grande d'Europa

Il nostro percorso attraverso la città di Trieste non può che partire da una delle piazze più belle ed affascinanti di tutta Italia. Si tratta di Piazza Unità d'Italia, una piazza che, come la travagliata storia di Trieste, ha cambiato diversi nomi nel corso degli anni e cosa molto particolare, è affacciata sul mare. Fantastica vero? La piazza è scenario della bella Fontana dei Quattro Continenti, chiamata così proprio perchè raffigura i continenti così come erano conosciuti nel periodo della sua realizzazione (nella metà del 1700 circa): Europa, Africa, Asia e America. 

Non possono mancare sulla piazza i numerosi palazzi storici come il Palazzo del Municipio, Palazzo Modello, Palazzo Stratti e il Palazzo della Regione. Davanti alla piazza si estende sul mare il Molo Audace, chiamato così in onore alla prima nave che in seguito alla Prima Guerra Mondiale riuscì a sbarcare sull'importante porto di Trieste.Non dimenticate di fare una passeggiata lungo il molo! E' uno dei punti panormamici e fotografici più belli della città. Le foto all'alba e al tramonto da qui non vi deluderanno! Piccola curiosità: sul molo troverete una rosa dei venti in bronzo ricavato dalla fusione di un antica nave austriaca affondata proprio da una nave della Marina italiana! Sempre qui sul molto non dimenticate di scattare un'altra foto davvero tipica, quella con la statua di due sartine intente a cucire.

Non lontano da Piazza Unità d'Italia, in posizione sopraelevata, trovate la Cattedrale di San Giusto!  L'aspetto attuale della basilica è causato dall'unificazione delle due preesistenti chiese di Santa Maria e quella dedicata al martire san Giusto, che vennero inglobate sotto uno stesso tetto dal vescovo Rodolfo Pedrazzani tra gli anni 1302 e 1320 per donare alla città una cattedrale imponente.

I rioni e i numerosi musei

Fortunatamente Trieste è facile da visitare perchè possiede le più importanti zone da visitare sono all'interno del centro. La città si divide in Rioni ed i principali, e più centrali sono: Le Rive, San Giusto, Cittavecchia, e il Borgo Teresiano dove potrete trovare la bellissima Chiesa Serbo Ortodossa di San Spiridione. Adiacente a Piazza Unità d'Italia troverete Piazza della Borsa dove si trova il bellissimo Palazzo della Camera di Commercio e la statua di Leopoldo I . Se non conoscete bene Trieste sarà strano per voi sapere che possiede, come Venezia, un suo Canal Grande! Inizialmente il canale era più lungo di come si presenta in questo momento: lambiva la chiesa di Sant'Antonio fino a che non è stato interrato il pezzo finale del canale nel 1934, realizzando così Piazza Sant'Antonio. Sul canale si affaccia il Palazzo Gopcevich, sede del Museo Teatrale Carlo Schmidl. Trieste è colma di innumerevoli musei dal grande interesse storico e culturale. La Galleria d'Arte Moderna del Museo Revoltella, il Museo Joyce, il Civico Museo d'Arte Orientale,  solo tra i più importanti! 

Il Faro della Vittoria e il Castello Miramare

Se avete ancora voglia di panorami mozzafiato, oltre a quello di Piazza Uniità d'Italia che si affaccia sul mare, allora una tappa obbligatoria del percorso, seppur fuori dal centro, è quella al Castello di Miramare. Il Castello di Miramare, in passato residenza della corte Asburgica, si trova in una posizione strategica sul mare da dove si può ammirare l'intero Golfo di Trieste. Il castello è circondato da un grande parco di circa 22 ettari caratterizzato da una grande varietà di piante, molte delle quali scelte dallo stesso arciduca durante i suoi viaggi attorno al mondo, che compì come ammiraglio della marina militare austriaca. La tipica passeggiata a Trieste è quella che va dal Lungomare di Barcola su fino al Castello.

Poco prima di Barcola, sulla costa, più precisamente sul Poggio di Gretta,  non perdete il Faro della Vittoria. Oggi una tipica foto del Faro è quella che lo ritrae fra migliaia di barche a vela in occasione della Barcolana,  storica regata velica internazionale che si tiene ogni anno nel Golfo di Trieste nella seconda domenica di ottobre. È nota per essere una delle regate più affollate del mondo con quasi duemila imbarcazioni a gareggiare!

La Trieste del Dopoguerra

Un discorso a parte meritano i nuerosi luoghi che sono stati cornice della Grande Guerra. Il percorso storico vero e crudo della storia di Trieste merita il passaggio per la Risiera di San Sabba. L'edificio è stato un lager nazista utilizzato per il transito, la detenzione e l'eliminazione di un gran numero di progionieri, in prevalenza politici ed ebrei. Oltre ai prigionieri destinati ad essere uccisi o deportati per motivi politici o razziali, vi furono imprigionati anche civili catturati nei rastrellamenti o destinati al lavoro forzato. Trieste è inoltre completamente attraversata da gallerie antiaeree sotterranee, che venivano utilizzate durante la seconda guerra mondiale, tanto da essere definita per questo motivo Kleine Berlin, piccola Berlino. Il complesso della Kleine Berlin è visitabile al pubblico.