5 cose da vedere a Buonconvento (Buonconvento)

Da Siena, lungo la via Cassia, in direzione della Val D’Orcia, immerso tra i cipressi e le caratteristiche strade delle colline senesi, si trova uno dei borghi eletti nel 2018 tra i più belli d'Italia. Stiamo parlando di Buonconvento, dal latino ‘bonus conventus’, piccolo 'borgo felice e fortunato'  in provincia di Siena, meta ideale nel quale organizzare una gita in Toscana. 

La visita all’antico borgo di Buonconvento è resa ancora più piacevole dal fatto che l’intero centro storico e borgo sia pedonale. Qui a Buonconvento, circondato dalle Crete Senesi, coccolato dalle dolci colline toscane, con una fantastica vista sui vigneti di Montalcino, anche tu sarai colpito da questa atmosfera surreale e incredibilmente rilassante.

Hai bisogno una guida per visitare questo splendido piccolo borgo? Niente paura! Ecco qui la breve guida alle 5 cose da vedere a Buonconvento secondo YAMGU:

1.    LE ANTICHE MURA

Circondato dalle mura, costruite prima che il borgo entrasse a far parte del granducato di Toscana sotto la famiglia de’ Medici, al centro storico si accedeva tramite quattro porte, due laterali e due principali, l’attuale porta Senese sul lato nord verso Siena e la Porta Romana, distrutta nel 1944 dai tedeschi in ritirata.

2.    VIA SOCCINI

Entrando da una delle due porte rimaste il tempo sembra essersi fermato: case in pietra, finestre a volta e merli costeggiano via Soccini, la via principale, ricca di bar e dehors perfetti per una breve sosta. 

3.    IL PALAZZO PODESTARILE CON LA TORRE CIVICA 

Proseguendo lungo via Soccini ci si imbatte nei 25 stemmi affissi sotto un enorme orologio tra i due archi gotici della caratteristica facciata di questo palazzo del XIV secolo, rendendolo unico e di conseguenza uno dei soggetti preferiti delle foto di chi si avventura a visitare Buonconvento. 
Se anche tu ami le foto particolari, oltre a fotografare ogni angolo del borgo e le sue antiche strade, una sosta qui è d’obbligo! 

4.    LA CHIESA DI SAN PIETRO E SAN PAOLO

Questa piccola e apparentemente molto semplice chiesa, costruita nel 1103, è in realtà ricca di curiosità oltre ad essere il principale edificio religioso di Buonconvento.
 La Chiesa di San Pietro e San Paolo di Buonconvento è stata scenario di un antico delitto irrisolto. Secondo la leggenda infatti proprio qui l’Imperatore Arrigo VII di Lussemburgo ha trovato la morte, avvelenato durante la comunione per mano di un frate del luogo, Bernardino di Montepulciano.
Le viscere dell’imperatore sono conservate sotto l’altare di Sant’Antonio che si trova all’interno della chiesa stessa. 
Un tempo la chiesa ospitava anche importanti opere pittoriche, oggi però se vuoi ammirarle non le troverai più qui ma nel vicino museo di Arte Sacra.

5.    IL MUSEO DI ARTE SACRA DI BUONCONVENTO

Nonostante le piccole dimensioni è indicato come uno dei musei più importanti della Toscana. Infatti questo piccolo ma curato museo ospita molti capolavori legati al territorio: icone, tavole, dipinti e polittici che un tempo decoravano le chiese della Val D’Arbia realizzati da Duccio di Buoninsegna, Pietro Lorenzetti, Sano di Pietro, Matteo di Giovanni, Girolamo di Benvenuto e altri artisti senesi.
 All’interno resterai affascinato dalle splendide oreficerie e dai ricchi paramenti tessili.
Ma non è tutto.
Quello che rende il Museo di Arte Sacra di Buonconvento davvero unico nel suo genere è la decorazione liberty e classica del palazzo. 
Entrando a visitarlo scoprirai l’ opera della volontà della famiglia Ricci che decise di ristrutturarlo seguendo la moda dello stile modernista, affidando il progetto all’architetto Gino Chierici.

Hai ancora un po’ di tempo a disposizione? Allora ti consiglio di rimetterti in cammino per esplorare alcune chicche che si trovano nei dintorni di Buonconvento.
 

COSA VEDERE NEI DINTORNI DI BUONCONVENTO


Partendo da Buonconvento ci sono, nei dintorni di questo ricco borgo, oltre 600 km di percorsi, che potrai ammirare guidando dolcemente e senza traffico tra le colline senesi. Le tue aspettative non saranno sicuramente deluse. 
Qualche esempio? Certamente!
Ecco per te qualche suggerimento, 3 cose da vedere nei dintorni di Buonconvento.

CASTELLO DI BIBBIANO 

Le mura del piccolo castello nella frazione di Bibbiano, a meno di dieci minuti di macchina da Buonconvento, ti daranno il benvenuto catapultandoti direttamente nel Medioevo. 

Il castello infatti, costruito nel 850 per volere di un conte longobardo, attualmente è una proprietà privata e non è visitabile al suo interno, ma rimane una bella sorpresa per coloro che hanno piacere di fare qualche bella foto a un edificio storico immerso nella cornice natura toscana.

ABBAZIA TERRITORIALE DI MONTE OLIVETO MAGGIORE

Costruita nel 1313 su un’altura, e difesa ai lati da incredibili precipizi, questa Abbazia accoglie ancora oggi la congregazione benedettina di Monte Oliveto. 
L’Abbazia territoriale di Monte Oliveto Maggiore si trova a circa 10 km dal centro di Buonconvento.
L’Abbazia è stata voluta da San Bernardo Tolomei, esponente di una delle più importanti famiglie senesi ed forte osservatore della regola di San Benedetto. Puoi visitare questo affascinante complesso e l’accesso all’abbazia è libero e gratuito. Il complesso è composto da un chiostro d’ingresso che ti conduce verso la chiesa, composta da una sola navata e ricca di riferimenti barocchi. Dal chiostro nel mezzo invece puoi accedere alla biblioteca monastica e alla Farmacia in cui è custodita, in alcuni vasi del XVII secolo, una collezione di erbe antiche, decisamente particolare!
Qui il sito ufficiale:
http://www.monteolivetomaggiore.it/

ABBAZIA DI SAN GALGANO 


Percorrendo per circa un’ora la strada che da Buonconvento porta verso il piccolo borgo di Chiusdino, l’attesa lascerò spazio allo stupore davanti allo spettacolo che ci si trova davanti alla fine del lungo viale costeggiato dai cipressi. 
Questa basilica, con pianta a croce latina a tre navate, vi lascerà letteralmente senza fiato quando scoprirete che entrando potrete calpestare l’erba e ammirare direttamente il cielo! 
Perché ormai di questa fantastica rovina rimangono soltanto le mura del grande perimetro, lungo 72 metri per 21 di larghezza, caduta in decadenza dopo un periodo di splendore che l’ha vista protagonista nel XVI secolo.

A pochi chilometri sulla collina di Montisiepi, sotto ad una teca, è custodita una spada conficcata direttamente nella roccia da Galgano Guidotti, nobile arrogante e violento che colto da conversione religiosa la infilò nel terreno come segno di rinuncia alla violenza, creando così una croce su cui pregare.  Le analogie con la leggenda di re Artù sono evidenti e chissà che San Galgano non fosse veramente uno dei famosi cavalieri della Tavola Rotonda!

COME ARRIVARE A BUONCONVENTO 


Per raggiungere Buonconvento in auto basta da Siena o da Roma la via Cassia SR2.

sitografia 
http://borghipiubelliditalia.it/project/buonconvento/
https://it.wikipedia.org/wiki/Buonconvento 
http://www.museisenesi.org/museisenesistatici/SitoSiena/MuseoBuonconvento.html
https://it.wikipedia.org/wiki/Abbazia_di_Monte_Oliveto_Maggiore
https://it.wikipedia.org/wiki/Abbazia_di_San_Galgano
https://it.wikipedia.org/wiki/Castello_di_Bibbiano
https://www.10cose.it/dintorni-siena/buonconvento

 

foto 
-    mura di buonconvento: Di LigaDue - Opera propria, CC BY 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=21181860

-    castello di Bibbiano: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Buonconvento_Bibbiano.jpg#/media/File:Buonconvento_Bibbiano.jpg