Palazzi patrimonio dell'UNESCO (Genova)

Quando si parla di Genova viene naturale fare la seguente associazione: pesto e focaccia ligure, Porto Antico e Acquario. Quasi sicuramente se sei già stato in questa città sono le prime cose che avrai visto ed assaggiato perché fanno parte della tradizione e della storia genovese.

Oltre all’Acquario e ai “soliti luoghi” conosciuti: cosa si può vedere? Oggi ti proponiamo un percorso adatto agli amanti della fotografia e della storia. 

Ti portiamo a scoprire i più bei palazzi storici del centro. Sei pronto? Salta con noi!

Il nostro tour cittadino inizia in Via Garibaldi. Devi sapere che non ti sarà difficile individuare i vari edifici perché si trovano quasi tutti su questa lunga via e dovrai solamente “balzare” da un numero civico all’altro. Insomma non c’è pericolo che tu ti perda: sempre dritto! Ti consigliamo di munirti solamente di una buona macchina fotografica, di indossare delle scarpe comode e di guardare tutte le bellezze che ti circondano. Alza lo sguardo e cerca tutti i particolari sulle facciate degli edifici che scoprirai nel nostro percorso. Genova è pronta a stupirti. Accetti la sfida?

Il primo Palazzo è quello di Pantaleo Spinola o Palazzo Gambaro. Lo trovi al numero civico 2. Attualmente è la sede di una banca e quindi non ti sarà permesso fare accesso al suo interno. Potrai però soffermarti ad osservare l'entrata e la facciata esterna con i suoi colori e le scelte stilistiche.

Puoi decidere se proseguire prima tutto sul lato dei numeri pari e poi quello dei dispari o fare il percorso in ordine numerico. Noi per praticità ti proponiamo di fare prima il lato dei  primi numeri pari e successivamente passare ai dispari, così non dovresti scordare nessun palazzo durante il cammino. 

Al numero civico 4 troviamo Palazzo Tobia Pallavicino. Oggi è la sede della Camera del Commercio di Genova. Potrai notare una serie di interessanti affreschi sulle facciate dell'edificio. 

Ora attraversa la strada e prosegui il tuo cammino dalla parte dei numeri dispari. Al numero civico 3 potrai ammirare il Palazzo Lercari Parodi. Non si conosce il nome del progettista, ma ti sarà impossibile non notarlo perché si differenzia dagli edifici della Strada Nuova. 

Al numero successivo, ossia il 5, c’è Palazzo Angelo Giovanni Spinola o Palazzo Doria. Non potrai avventurarti al suo interno perché è la sede di molti uffici, ma puoi osservare la facciata e l'entrata. Anche questo edificio fa parte del patrimonio dell'UNESCO e puoi vedere dall'esterno gli affreschi dei Fratelli Calvi. . Continua il tuo percorso con il numero civico 7 e troverai Palazzo Nicolosio Lomellino o anche denominato Palazzo Podestà. Fu costruito per volere di Nicolosio Lomellino, esponente di una famiglia in piena ascesa economica e politica. In tutto l'edificio si possono notare affreschi e particolari degni di essere fotografati. Cosa aspetti?

Se ti piacciono i colori gli ultimi due palazzi fanno a caso tuo. Al numero civico 11 puoi osservare Palazzo Bianco. Devi sapere che il nome originale di questo edificio è Palazzo Brignole e nell'estate del 2006 è stato inserito tra i 42 palazzi di Genova divenuti Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO. Al suo interno puoi trovare una sezione dei musei di Strada Nuova e ti consigliamo di darci un'occhiata. Entra ed immergiti nella cultura e nella storia. Proseguendo verso il numero civico 18  puoi trovare Palazzo Rosso. Lo sai che qui è presente una pinacoteca con molti capolavori della pittura europea dal Cinquecento al Settecento, con una grande prevalenza di pittori genovesi, fiamminghi, francesi, spagnoli. 

E dopo questo lungo giro tra storie e palazzi affascinanti ti meriti un buon piatto di trofie al pesto. Non credi? Noi sì!