Cosa vedere a Recanati (Recanati)

“Sempre caro mi fu quest’ermo colle, e questa siepe che da tanta parte dell’ultimo orizzonte il guardo esclude”. Quante volte abbiamo sentito e ripetuto i versi di Leopardi? Spesso nei suoi capolavori il poeta ha citato o si è ispirato alla sua città natale, Recanati.

Recanati è una cittadina marchigiana, nella provincia di Macerata. Proprio come Giacomo Leopardi ci descrive, la città è dolcemente appoggiata su un colle, a circa 40 km dal capoluogo di regione, Ancona.

 

Cosa vedere a Recanati

Leopardi ha reso Recanati famosa a livello nazionale e perfino internazionale. Non dobbiamo però considerare Recanati solo come centro della cultura leopardiana! Faremmo in tal senso un torto a una splendida città ricca di storia e bellezza.

All’interno della città abbiamo la possibilità di ammirare svariate attrazioni, che nonostante le dimensioni di Recanati, non sono legate necessariamente al poeta, ma che vale la pena visitare. Tra queste, troviamo la Cattedrale di San Flaviano, risalente al XII secolo. Dedicata tradizionalmente al Santo omonimo, la caratteristica principale della Cattedrale consiste nell’assenza di una vera e propria facciata, in quanto è stata incorporata nella residenza vescovile. Infatti la porta principale si trova ora in una delle facciate laterali. La Cattedrale è costituita da tre navate e al suo interno possiamo trovare la tomba di Papa Gregorio XII, uno dei pochi ad aver rinunciato al papato.

Adiacente alla cattedrale di San Flaviano, troviamo il Museo Diocesano, inaugurato nel 1958. Qui, troviamo dipinti realizzati da diversi autori, tra il XVI e il XVII secolo. Tra questi potrete ammirare la Sacra Famiglia di Andrea Mantegna.

A un minuto di distanza avrete la possibilità di visitare il Museo Civico Villa Colloredo Mels, che prende il nome dalla famiglia Colloredo, trasferitasi nel ‘700 dal Friuli Venezia Giulia. Qui si trova la più importante opera d’arte di Recanati: l’Annunciazione di Lorenzo Lotto. E’ un’opera interessante e innovativa, poiché qui la Vergine non è rivolta verso l’Arcangelo Gabriele ma punta il suo sguardo direttamente verso l’osservatore.

Potete proseguire per la Chiesa di Santa Maria di Castelnuovo, risalente al XII secolo. È la chiesa più antica di Recanati, cosi come il suo campanile, che è il più antico della città. Tra gli affreschi che abbelliscono l’interno della Chiesa, possiamo ammirare la Madonna col Bambino di Pietro di Domenico da Montepulciano.

A circa 20 minuti di distanza troverete invece il Museo Beniamino Gigli, posto all’interno del Teatro Persiani. È dedicato all’omonimo cantante lirico, originario di Recanati. Il Museo offre un percorso atto alla scoperta di Beniamino e della sua vita, attraverso l’esposizione di costumi di scena, spartiti musicali e recensioni di giornale a lui dedicate.

Se volete ripercorrere la vita del sommo poeta Giacomo Leopardi, vi consiglio di visitare Casa Leopardi, nota come Palazzo Leopardi, luogo dove egli è cresciuto. Risalente al XVIII secolo, la struttura è ancora abitata dalla famiglia Leopardi, eccezion fatta per un’ala, adibita al pubblico. Qui avrete la possibilità di visitare la grande raccolta di opere a carattere letterario, scientifico e alcuni dei documenti provenienti dall’archivio familiare dei Leopardi. A 10 minuti dal Palazzo c'è Piazza Leopardi, dove si trova un monumento dell’omonimo poeta, risalente al 1898. Qui troverete anche la Torre del Borgo, che raggiunge un’altezza di oltre 30 metri e risale al XII secolo. La torre ospita il MUREC, ovvero il Museo di Recanati, che ci narra la storia della città fin dalla sua nascita. Vicino c’è il Palazzo Comunale, dove troviamo la Sala degli Stemmi, il “Museo della chitarra”, la Sala di Rappresentanza e l’Aula consiliare. Se volete ricalcare le orme di Giacomo Leopardi, non potete perdervi la Piazza Sabato del Villaggio, che ispirò il sommo poeta nello scrivere l’omonima poesia.

Il Colle dell'Infinito di Leopardi

Una tappa immancabile, una passeggiata nella storia, atmosfera suggestiva nell'aria al Monte Tabor, il vero e unico Colle dell'Infinito, ovvero "L'ermo colle" citato da Leopardi.

Estate o inverno che sia qui la vista su Recanati che ispirò il poeta. Il luogo è circondato da un parco e sul muro di delimitazione incisi i versi poetici. Un luogo davvero dove perdersi, rilassarsi e ricominciare la propria avventura o aspettare e ammirare la Luna sorgere e illuminare la "selva" della poesia "Alla Luna".

 

Cosa vedere vicino Recanati

A 10 Km da Recanati, potete visitare il Castello di Montefiore, situato nell’omonima frazione. Risalente all’epoca medioevale, è costituito da lunghissime mura perimetrali e una torre alta 40 metri!

Nei periodi più caldi o estivi, non perdete l’occasione di fare una bella passeggiata sulla riviera marchigiana di Porto Recanati, raggiungibile in 20 minuti di auto. Potrete rilassarvi lungo le splendide spiagge dell’Adriatico e godervi una piacevole passeggiata in corso Matteotti, che nel periodo estivo si riempie di mercatini di antiquariato e artigianato.

 

Come raggiungere Recanati

Avete la possibilità di arrivare a Recanati con diversi mezzi di trasporto. Da Ancona, in auto, potete prendere A14, mentre da Loreto potete percorrere la Strada Provinciale 77. Se venite da Roma, percorrete la Strada Statale 77 o A24 e A14.

 

http://www.turismo.marche.it/Guida/Teatri/Title/Recanati-Cattedrale-di-San-Flaviano/IdPOI/1018/C/043044

http://www.museionline.info/musei/museo-diocesano

https://www.paesionline.it/italia/cosa-vedere-recanati#

http://www.recanatiturismo.it/musei

http://www.rivieradelconero.tv/attrazioni/58/palazzo-leopardi-recanati.aspx

http://www.provincia.mc.it/curiosita-cms/testimoni-del-tempo-palazzo-comunale-di-recanati/

http://www.valledelpensare.it/it/punto-di-interesse/poi/castello-di-montefiore-50/