Cosa vedere a Urbino (Urbino)

Tra le suggestive colline marchigiane sorge Urbino, piccola cittadina che, insieme a Pesaro, costituisce la provincia di Pesaro e Urbino.

Urbino è la culla del Rinascimento e fra le sue mura ha visto nascere artisti di fama mondiale, uno fra tutti il grande pittore Raffaello. Nonostante le piccole dimensioni della città, il suo centro storico è stato annoverato dall'UNESCO patrimonio dell'umanità.

Molti considerano Urbino la città sulla quale nel Rinascimento è stato creato il modello di città ideale, così come rappresentata nel famoso dipinto "La Città ideale", di autore sconosciuto e oggi conservato proprio nella Galleria Nazionale delle Marche di Urbino.

Non so voi ma, quando viaggio e visito una città per me nuova, sono curiosa di scoprire da dove ha origine il suo nome. Per quanto riguarda Urbino, alcuni pensano che il nome derivi da Urvinum  Mataurense (urvinum è in latino il manico ricurvo dell'aratro mentre Mataurense indicherebbe il vicino fiume Metauro). Secondo  altri il nome proviene dal latino urb-urbs, ovvero semplicemente "città". Fatto sta che, nonostante l'origine chiaramente antica e romana del nome Urbino ha conosciuto il suo massimo splendore nel Cinquecento. 

A Urbino il Rinascimento ha lasciato il segno un po' ovunque, dalla cinta muraria alle case dei famosi artisti. Seguitemi in questa breve guida turistica alla scoperta di Urbino, Perla del Rinascimento.

Cose da sapere prima di visitare il Centro Storico di Urbino

Urbino è in una splendida posizione dominante, la città ha conservato molto della sua originalità rinascimentale e questo si rispecchia nei vicoli acciottolati, nelle antiche case e nella suggestione che questi antichi luoghi offrono. Il lato romantico ha anche però un risvolto pratico: le strade sono fortemente in pendenza e le antiche vie sono, come ho detto, acciottolate. Siate previdenti! Munitevi per visitare Urbino di un bel paio di scarpe comode e basse (qui i tacchi sono sconsigliati!). Per chi viaggia con bambini considerate che muoversi con il passeggino potrebbe essere difficoltoso.

In alcune stradine antiche troverete dei "riccioli" di ferro battuto sporgere dalle mura: usateli! Sono lì da secoli proprio per aiutare chi si trovi a passare, magari in un giorno di pioggia, a superare i punti più scoscesi senza scivolare. Insomma un po' dei corrimano, rustici e molto affascinanti.

Cosa vedere nel centro storico di Urbino

Il centro storico di Urbino, come ho detto, ricopre per la storia della cultura una tale importanza da essere stato interamente inserito fra i luoghi patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Urbino ospita una delle università più antiche d’Europa. Questo fa di Urbino una città culturalmente attiva e giovane, pensate che il numero di studenti è praticamente alla pari col numero di abitanti originari della città.

Palazzo Ducale di Urbino

Ovviamente non potete non cominciare la vostra visita con il Palazzo Ducale di Urbino. Non si tratta di un semplice palazzo, ma di una vera e propria cittadina fortificata, voluta da Federico da Montefeltro. Pensate ci sono voluti più di 30 anni per costruirla! Al suo interno possiamo trovare la "Cappellina del Perdono", realizzata da Bramante e un piccolo tempio dedicato alle Muse, dipinte da Giovanni Santi, padre di Raffaello.

Il fulcro del Palazzo Ducale di Urbino, così come si usava, è il Cortile d’Onore, davvero uno dei simboli più conosciuti del Rinascimento urbinate. Vi svelo un piccolo trucco: se vi mettete al centro del piazzale che si trova di fronte al Palazzo, in un momento in cui non c’è troppo rumore, e iniziate a canticchiare, vi sembrerà di trovarvi su un palcoscenico, per capirci quello che usano le tipiche rock star, grazie alla voce che si amplifica all'interno della Piazza, che funge da cassa acustica. Oggi il Palazzo Ducale ospita la Galleria Nazionale delle Marche dove potrete ammirare opere di Raffaello, Tiziano e Piero della Francesca.

Duomo di Urbino

A 5 minuti di distanza troverete il Duomo di Urbino, chiesa e cattedrale più importante della città. Lo stile è neoclassico ed è dedicata a Santa Maria Assunta. Non capita molto spesso di sentire parlare di chiese che ospitano grotte sotterranee, ma questo è proprio il caso del Duomo di Urbino.

A chiunque si trovi a visitare Urbino non dovrebbe mancare una visita alle Grotte del Duomo.  Le Grotte del Duomo di Urbino non sono delle vere grotte ma delle cappelle sotterranee: Cappella della Natività, Cappella del Crocifisso, Cappella della Resurrezione e Cappella del Sepolcro. Intorno alla quarta cappella troverete un piccolo corridoio spoglio, con due croci alle due estremità. Qui si compiva il cosiddetto Giro del Perdono: i fedeli, il lunedì di Pasqua, lo percorrevano pregando tante volte per ricevere l'indulgenza, ovvero il perdono dei peccati.

Casa di Raffaello

Una breve guida turistica su cosa vedere a Urbino non sarebbe completa senza una visita alla Casa di Raffaello. Si tratta della Casa Natale di Raffaello, il luogo della sua nascita, nel 1483, e dove da ragazzo formò la sua passione artistica alla bottega del padre. Oggi Casa Santi (dal nome del padre) anche conosciuta appunto come Casa Natale di Raffaello, è una casa-museo che ospita oggetti appartenuti al pittore, bozzetti e documenti originali.

Il teatro Sanzio e la Rampa Elicoidale

In centro città non perdete l’occasione di visitare Teatro Sanzio, il teatro di Urbino progettato dall’architetto Vincenzo Ghinelli, di Senigallia. Si tratta di un fantastico teatro dell’Ottocento dove avrete la possibilità di assistere a molti spettacoli ed eventi. Potete raggiungere il Teatro di Urbino attraverso la cosiddetta Rampa Elicoidale, una rampa di scale che sale da Piazza del Mercatale, fino al Teatro Sanzio. Nonostante il nome complesso, la Rampa Elicodiale non è altro che una scala a chiocciola, progettata in passato per permettere a Federico da Montefeltro di raggiungere il Palazzo Ducale e controllare, senza essere visto, il lavoro degli inservienti nelle stalle.

Il Mausoleo dei Duchi

A 2 km dal centro città, sul colle di San Donato, c’è la Chiesa di San Bernardino, meglio conosciuta come Mausoleo dei Duchi. La Chiesa di San Bernardino è stata realizzata da Bramante e da Francesco di Giorgio Martini e pensate, Federico da Montefeltro la fece costruire semplicemente per poter accogliere le sue spoglie dopo la morte.

Cosa vedere vicino Urbino

La Regione Marche è ricca di bellezza e fra le cose da vedere vicino Urbino in questa breve guida turistica su Urbino vi consiglio Gradara. Se avete voglia di visitare i luoghi che hanno visto nascere e crescere l’appassionante storia tra Paolo e Francesca, allora Gradara è il posto che fa per voi! Qui potrete rivivere la loro storia d'amore esplorando inoltre le famose Grotte Medievali di Gradara, oppure potrete passeggiare al tramonto lungo la camminata degli innamorati, ammirando all’orizzonte un indimenticabile panorama.

 

Come arrivare a Urbino

Urbino si raggiunge facilmente in auto. Da Pesaro, vi consiglio di prendere la Strada Provinciale 423, se invece volete raggiungere la destinazione da Pisa, percorrete E45 o A1. Se provenite da Roma, prendete la SS3 e in meno di quattro ore sarete giunti alla meta.

 

http://www.italia.it/it/idee-di-viaggio/siti-unesco/urbino-il-centro-storico.html

https://www.informagiovani-italia.com/storia-di-urbino.htm

http://www.10cose.it/urbino/cosa-vedere-urbino

http://www.gallerianazionalemarche.it/palazzo-ducale/

http://www.terrediurbino.it/it/db/8758/urbino/bene-culturale/edificio-storico/rampa-elicoidale.aspx