Cosa vedere a Gradara (Gradara)

Chi fra i banchi di scuola non è rimasto colpito dal canto dantesco di Paolo e Francesca e del loro sfortunato amore alzi la mano. Dove è ambientato l'amore di Paolo e Francesca? Dove hanno vissuto? Curioso vero? Un amore così speciale non poteva avere che una cornice ancora più speciale: Gradara, uno dei Borghi più Belli d’Italia.

Dove si trova Gradara, proclamato Borgo dei Borghi 2018? Il Borgo di Gradara, vincitore del titolo "Borgo dei Borghi 2018" si trova nelle Marche, al confine con la Romagna. Il suo antico castello medievale è protagonista di importanti vicende storiche e, come avrai indovinato del mio parlare di Paolo e Francesca, vicende anche amorose.

 

Castello di Gradara

Il Castello di Gradara è collocato sulla sommità di un colle, poco sopra il livello del mare. Il castello ha rivestito in passato un ruolo strategico militare di vitale importanza, solo successivamente è diventato dimora di importanti famiglie nobiliari, tra cui i Malatesta. La parte più antica è costituita da una casa torre, appartenente alla famiglia nobiliare di Pesaro, i De Grifo, e risale al XII secolo.

"Amor ch'a nullo’amato amar perdona" dice Dante nel Canto V dell'Inferno della DIvina Commedia. Il Canto ha come protagonsti Paolo e Francesca. Il castello di Gradara è noto per la loro leggendaria e tragica storia d’amore. La ragazza, appartenente a una famiglia nobiliare, era stata promessa in sposa a Giovanni Malatesta, soprannominato Giangiotto. A fare da intermediario al matrimonio fu il fratello Paolo. Fra Paolo e Francesca sbocciò un amore proibito.

Paolo era già sposato e Francesca, la sposa del brutto e rozzo Giangiotto, nonostante tutto si innamorò del bel giovane. Giangiotto geloso fece uccidere i due amanti.

 

Cosa vedere a Gradara uno dei Borghi più belli d’Italia

Poco distante dal mare, e con un magnifico paesaggio collinare, Gradara è situato nell’entroterra della regione marchigiana. Da non perdere il Museo di Gradara, che contiene oggetti antichi e documenti storici, attraverso i quali è possibile rivivere la storia della città; è possibile scegliere tre differenti percorsi: letterario, medievale e popolare. All’interno del museo si trovano le grotte medioevali di Gradara, costituite da cunicoli scavati nel sottosuolo: secondo alcuni studiosi, venivano utilizzati in passato come via di fuga in caso di pericolo.

È consigliabile inoltre percorrere la camminata degli innamorati, un percorso chiamato Monte delle Bugie, che si snoda per oltre 800 metri intorno al castello, e attraversa un bosco, da dove si può ammirare un fantastico panorama. Forse Paolo e Francesca sotto uno di questi alberi lessero il libro di Galeotto che narrava l'amore proibito fra Ginevra e Lancillotto: "Galeotto fu il libro e chi lo scrisse..."

Ultima, ma non di importanza, è la Chiesa di San Giovanni Battista, che si trova sempre all’interno delle mura del castello; la particolarità è data dal crocifisso in legno: possiamo notare come il Cristo sembri cambiare espressione in base alla diversa angolazione dell’osservatore: ammirandolo da destra il Cristo sembra essere in procinto di proferire parola, dal centro esala l’ultimo respiro, mentre dalla sinistra possiamo intravedere la serenità del volto di Cristo morente.

 

Gradara: come arrivare

È possibile arrivare facilmente a Gradara con qualsiasi mezzo.

In macchina è necessario uscire al casello di Cattolica-Gabicce lungo la A14, a 3 Km da Gradara, in treno basta scendere alla stazione di Cattolica, mentre l’aeroporto più vicino è quello di Rimini, in alternativa quello di Falconara, a 42 Km; se si desidera viaggiare in bus, si può prendere la linea 80-81 da Cattolica a Gabicce Mare, altrimenti la linea 125 da Riccione.

 

Testo di: Arianna Durazzi

Sources:

http://borghipiubelliditalia.it/project/gradara/

http://www.castellodigradara.org/

http://www.marchetravelling.com/museo-storico-grotte-gradara/

http://www.comune.gradara.pu.it/index.php?id=arrivare0