Cosa vedere ad Arcevia e dintorni (Arcevia)

Curiosi di scoprire qual è e dove si trova la rinomata città dei 9 castelli? Ebbene, forse non l’avrete mai sentita nominare ma tra i marchigiani è piuttosto rinomata. Si tratta del piccolo borgo di Arcevia, che si trova nella provincia di Ancona. E' al di sopra di un colle chiamato Monte Cischiano e pensate, nonostante la sua notorietà, conta poco meno di 5 mila abitanti!

Malgrado le sue piccole dimensioni, è conosciuta come la "Città dei 9 castelli" questo per la presenza nei dintorni di nove differenti castelli: Avacelli, Castiglioni, Caudino, Loretello, Montale, Nidastore, Palazzo, Piticchio e San Pietro. In realtà, quando parlo di castelli, non mi riferisco a delle vere e proprie roccaforti ma a dei piccoli centri abitati di grande rilevanza storico-artistica, che sono stati soprannominati castelli perchè circondati da imponenti mura quattrocentesche, ancora intatte.

Avacelli

Nella frazione di Avacelli potrete trovare la Chiesa di S. Lorenzo, dove avrete la possibilità di ammirare una pala in terracotta che raffigura la Madonna della Misericordia, quelle belle immagini delicate che si trovano dietro gli altari. Ai piedi della collina invece si trova la Chiesa di Sant’Ansovino, di architettura romanica, che conserva la sua struttura originale. 
 

Castiglioni
A Castiglioni troverete la Chiesa di S. Agata, dove potrete ammirare un crocifisso in legno risalente al XV secolo e la Madonna del Rosario, una delle opere più importanti di Ercole Ramazzani, pittore e scultore originario di Arcevia. Al di fuori delle mura, interessante è la Chiesa di S. Maria della Piana, risalente al XIII secolo, dove potrete ammirare l'affresco di San Sebastiano, realizzato da Andrea di Bartolo, originario di Jesi, in provincia di Ancona.

Caudino

Nel centro storico potrete ammirare non solo l'antica torre campanaria, ma anche la Chiesa di S. Stefano, ristrutturata nel Settecento, che conserva un affresco della Madonna di Loreto, risalente al 1500.

Loretello

In passato la frazione è stata protagonista di una particolare vicenda: ci fu un'aspra disputa per il suo possesso tra Arcevia e Fossombrone, comune italiano in provincia di Pesaro e Urbino. Sappiamo poi com’è finita! Loretello passò nelle mani di Arcevia, la quale dovette pagare un indennizzo a Fossombrone.

Montale

A Montale potrete osservare la Chiesa di San Silvestro, la cui particolarità deriva dal fatto che il suo campanile fu ricavato da un’antica torre di guardia, da dove era possibile intravedere il Monte Conero di Ancona.

Nidastore

Il nome della frazione significa letteralmente “nido degli astori”, ossia dei falchi, usati nel medioevo per cacciare. Nidastore nacque verso la metà del XII secolo ed è stato da sempre conteso tra Fossombrone e Rocca Contrada (antico nome di Arcevia).

Palazzo

Nella frazione di Palazzo, oltre al castello, se avete voglia di rivivere il periodo Barocco, non dovete perdere la Chiesa dei Santi Settimio e Stefano. La Chiesa è stata progettata e costruita dalla famiglia di architetti Vici, originaria di Palazzo. All'interno, potrete ammirare una tela quattrocentesca veneta e l'Oratorio di S. Venanzio, progettato sempre da Arcangelo Vici.

Piticchio

Se volete assaporare un accenno di gotico, lo potete fare non appena arrivate all’ingresso del paese, perchè caratterizzato da un portico gotico, risalente al tardo medioevo. Al di sopra del portico invece troverete una Torre con un orologio, il cui quadrante rappresenta lo stemma di Piticchio. Sempre all' interno del paese, trovate la Chiesa di S. Sebastiano, caratterizzata da una maestosa dossale in legno intagliato e dorato, realizzato nel XVI secolo, dove si trovano incastonate tre tele e due tavolette, opere di Ercole Ramazzani.

San Pietro

Questa frazione si trova su un poggio, poco distante da Loretello. E’ un paese talmente piccolo da avere solamente 46 abitanti!

Appena fuori le mura avrete la possibilità di visitare il Santuario di Montevago, risalente al XVI secolo, dove è possibile ammirare un affresco di Maria ad opera di Venanzio da Camerino e Piergentile da Matelica.

 

Arcevia ospita anche il Museo Archeologico Statale, che è nato solamente nel 1996 e si trova nel centro storico. Qui potrete rivisitare cronologicamente la storia del paese, dalla preistoria all’età romana.

 

Cosa vedere ad Arcevia e dintorni

Nelle vicinanze di Arcevia, potete trovare delle importanti mete turistiche, tra cui le Grotte di Frasassi , che si trovano a 30 minuti di distanza. Se siete in vena di escursioni, vi consiglio l’escursione presso il Monte Strega, a 26 km di distanza, dove potrete trovare il Parco dei Daini, che ospita appunto un piccolo gruppo di daini, abituati a ricevere cibo dai turisti di passaggio. Se siete invece alla ricerca di una meta religiosa potete recarvi al Monastero Camaldolese di Fonte Avellana, che si trova nel comune di Serra Sant’Abbondio, in provincia di Pesaro e Urbino. Si trova a 700 m. sul livello del mare e risale al X secolo.

Se invece avete voglia di un bel weekend sciistico, a 40 Km di distanza troverete il Monte Catria e il rifugio Cotaline, dove potrete riposarvi e gustarvi dei piatti tipici della cucina marchigiana. Il rifugio rappresenta anche il punto di partenza per le escursioni in mountain bike.

Se volete un approfondimento ulteriore sulla città o volete viaggiare in altre località marchigiane potete visitare #destinazionemarche.

 

Come arrivare ad Arcevia

Potete raggiungere Arcevia in auto. Da ancona avete la possibilità di prendere la SS 76 o A14; mentre da Perugia potete percorrere la SS318 o la SS3.

 

http://www.valmisa.com/arcevia/arceviai-castelli-di-arcevia

http://www.arceviaweb.it/arcevia/arcevia/storia.html

http://www.turismo.it/cultura/articolo/art/arcevia-il-borgo-e-suoi-castelli-id-3029/

http://www.musan.it/nuovo/index.php?option=com_content&view=article&id=49:museo-archeologico-statale&catid=15&Itemid=165

http://www.montecatria.com/rifugio-m-te-catria-cotaline1400/

Foto cortesia di Massimo Mori