Cosa fare a San Vito Lo Capo oltre la spiaggia libera (San Vito Lo Capo)

San Vito lo Capo si trova in Sicilia, nel lato occidentale dell'isola, a poca distanza da Palermo e Trapani. La città di San Vito è molto famosa per la sua grande e bella spiaggia e per la sua vicinanza alla splendida Riserva dello Zingaro. Tuttavia una vacanza a San Vito avrà anche bisogno di  momenti di pausa dal caldo della spiaggia, passeggiate alla scoperta del patrimonio culturale e gastronomico della città.

La storia e il nome della città sono legati alla leggenda del santo patrono, Vito appunto, giovane patrizio romano, figlio di un alto funzionario dell' antica Roma fuggito alle persecuzioni di Diocleziano. Vito lasciò sua città natale insieme alla nutrice, Crescenzia, e all'istitutore, Modesto, ma una tempesta costrinse la loro nave ad approdare qui dove oggi si trova San Vito Lo Capo.

Ancora la leggenda narra che i tre cercarono di convertire i cittadini che rimasero sordi alle predicazioni. Allora la città  fu colpita dal castigo divino che fece crollare una valanga di sassi seppellendola risparminado però San Vito, Modesto e Crescenzia proprio nel punto dove oggi sorge la Cappella di Santa Crescenzia, edificata all'inizio del paese nel XVI secolo in onore della nutrice di San Vito.

Il Santuario Fortezza di San Vito Lo Capo

La storia di Vito e Crescenzia è stata anche l'inizio della costruzione nel 300 della prima cappella che avrebbe lasciato poi il posto all'attuale santuario fortezza costruito intorno al 1600 nella piazza chiamata proprio Piazza Santuario, la piazza più importante e il monumento più importante di San Vito.
Il Santuario unisce diversi stili, la struttura principale è circa del 1300 mentre la torre di avvistamento è del 1600.
Dentro il Santuario si trovano una bellissima statua, tutta scolpita nel marmo, che rappresenta il Santo e, elemento principale di culto locale, le reliquie del santo stesso.
Sempre all'interno del Santuario di San Vito è ospitato anche un piccolo museo molto carino.
Visitare il Santuario costa poco, non è una visita lunga e vale davvero la pena anche grazie alla splendida vista panoramica sulla città di San Vito Lo Capo.

Oltre alle credenze più direttamente legate ai culti della religione, nella lista di cosa visitare a San Vito lo Capo vale la pena citare e fotografare il vecchio Faro, sul molo e, anche se no proprio in città, le due tonnare, la Tonnara di Cofano, dove troviamo la torre della Tonnara di Cofano, una torre costiera sul golfo di Macari, e la Tonnara del Secco. La Tonnare del Secco, se ami i luoghi un po' abbandonati e con un fascino antico maerita una visita. Dopo essere passata attraverso vari proprietari è oggi un "luogo del cuore" FAI che le amministrazioni locali vorrebbero salvare.