Cosa vedere a Sutri e dintorni (Sutri)

Sulla Via Cassia, arroccata su un promontorio, si cela un’antichissima città, risalente probabilmente all’età del bronzo...Non sapete ancora di quale città sto parlando? Ovviamente si tratta dell'antichissima città di Sutri, piccolo comune italiano della provincia di Viterbo, nel Lazio.

Il borgo di Sutri ha origini antichissime, tanto che si crede sia stata fondata dal Dio Saturno, padre di tutti gli dei, da cui poi sarebbe derivato il nome stesso della città. La presenza di necropoli e resti etruschi comunque è certa testimonianza di comunità molto antiche e rendono visitare il borgo di Sutri una esperienza molto affascinante per chiunque ami la storia e le origini dei nostri popoli. Non per niente Sutri è situata in un'area del Lazio, quella vicino Viterbo, dove anche altre città, come ad esempio Tarquinia, sono famose mete di turismo archeologico per visitare le stupende necropoli etrusche.

Ecco per voi una breve guida turistica su cosa vedere nell'antichissima città di Sutri.

Cosa vedere a Sutri

Il percorso che vi consiglio in questa breve guida turistica di Sutri è ispirato proprio alle sue antiche origini. Qui tutto parla una lingua antica e vi sentirete un po' Indiana Jones e un po' Lara Croft in Tomb Rider. Le antiche mura di Sutri sono di origine etrusca e, nei secoli successivi, si sono fuse con le successive mura del periodo Medioevale. L'accesso al borgo è assicurato da alcune porte.

La maggior parte degli edifici più antichi sono inglobati nel Parco Urbano dell’antichissima città di Sutri, il parco archeologico più piccolo della Regione Lazio, dove risiedeva l'originario centro abitato. Relativamente piccolo (solo 7 ettari) ma sicuramente uno dei più belli al mondo, si trova a meno di 500 metri dalla piazza principale del Comune, proprio fuori le mura.

All'interno del Parco Urbano dell’antichissima città di Sutri si trovano, a pochi metri l'uno dall'altro, l'antico Mitreo, ovvero i resti della Chiesa della Madonna del Parto, l'Anfiteatro romano di Sutri, la Necropoli etrusca.

Santa Maria del Tempio

Lasciandovi alle spalle le mura antiche di Sutri, uscendo da Porta Vecchia, proprio all'ingresso del Parco Urbano dell'antichissima Sutri ecco la piccola e affascinate Chiesa di Santa Maria del Tempio, una chiesa del XIII secolo. È una chiesa templare, un po' cavalieri, un po' soldati, un po' uomini di chiesa, che oggi è sconsacrata e ospita affreschi di diverse epoche.

Il Mitreo di Sutri, ovvero La Chiesa della Madonna del Parto

Addentrandovi nell'area archeologica, uno dei principali punti di interesse che si incontrano è il Mitreo, diventata poi la Chiesa della Madonna del Parto. Prima tomba ipogea, poi scenario dei rituali del dio pagano Mitra nel I-II secolo (e da qui il termine mitreo) infine chiesa intorno al XIII secolo. Un ambiente affascinante, scavato nella roccia tenera di tufo che ha visto passare nei suoi antri molti culti, ciascuno che ha lasciato in qualche modo il suo segno indelebile nell'ambiente.

Anfiteatro Romano di Sutri

Non perdete l’occasione di visitare anche l’Anfiteatro romano di Sutri, risalente probabilmente nel periodo compreso tra gli ultimi anni del I secolo a.C. e l’inizio del I secolo d.C. L'Anfiteatro romano di Sutri è formato da due ingressi. La struttura è costituita da tre serie di gradinate, suddivise da corridoi chiamati “praecinctiones”. Pensate, poteva contenere al suo interno oltre 9.000 spettatori!

Necropoli di Sutri

Vicino all’Anfiteatro di Sutri troviamo la Necropoli della città, considerata uno degli esempi più importanti di agglomerazione di tombe risalenti all’età romana. Oggi avrete la possibilità di vedere le 64 tombe rimanenti, scavate nella parete su diversi livelli.

Villa Savonelli

Nella stessa area archeologica si trova Villa Savorelli, risalente al XVIII secolo. La villa ha una pianta rettangolare e si eleva su due piani. La facciata è caratterizzata dalla presenza dello stemma della famiglia Altoviti, che era proprietaria della struttura agli inizi del XVI secolo.

Altri edifici da vedere a Sutri

A 5 minuti di distanza si trova la Chiesa di Santa Maria Assunta, il principale luogo di culto di Sutri. Quello che vediamo oggi è una mescolanza di costruzioni e riedificazioni successive. Tutto inizia nel XII secolo per volontà di Papa Innocenzo III che qui viene consacrato, appunto, Papa. Dell'edificio originario oggi rimane la torre campanaria mentre la facciata è molto più recente, fra tardo barocco e primi del '900. All’interno troviamo una cripta longobarda e une delle opere più rilevanti della città, la Tavola del Salvatore Benedicente, del XIII secolo.

Poco distante dalla Chiesa di Santa Maria Assunta potrete ammirare la Chiesa di San Francesco, fondata proprio da San Francesco di Assisi. Inizialmente dedicata a Sant’Angelo, dopo la canonizzazione di San Francesco, venne intitolata a quest'ultimo. La struttura è costituita da tre navate ed è di impianto prettamente romanico. Le tele che abbellivano l’interno della Chiesa sono ora conservate al Museo del Patrimonium, che si trova a pochi passi di distanza. Nel Museo avrete l’occasione di osservare le opere che appartenevano alla Chiesa di San Francesco, oltre agli affreschi risalenti al periodo medievale e appartenenti alla ormai abbandonata Chiesa di Santa Fortunata, mosaici provenienti dalla Chiesa di Santa Maria Assunta e lapidi, tra cui la famosa lapide della “Colonia di Sutri”.

Cosa vedere vicino Sutri

Se volete un pò di tranquillità e perchè no, volete fare un bel picnic sdraiati su un prato, a 20 minuti di distanza troverete il Lago di Vico. Questo lago di origine vulcanica è il terzo per estensione ma non è molto profondo, 50 m al massimo. La sua forma del tutto particolare, a ferro di cavallo. Una vera oasi naturale con molte specie di uccelli e piante acquatiche che daranno un tocco diverso alle foto più storiche che avrete fatto finora passeggiando per l'antichissima Sutri.

Ovviamente non posso non menzionare Roma, la bellissima città eterna e capitale d’Italia, che si trova a meno di un’ora di distanza da Sutri. Se avete poco tempo a disposizione, ecco un piccolo suggerimento per non perdervi le attrazioni più importanti che vi suggeriamo noi di YAMGU Guida Viaggi

Cosa vedere a Roma in due giorni

 

Come arrivare a Sutri

Potete raggiungere Sutri con diversi mezzi. In auto, da Viterbo vi consiglio di percorrere la SP1, mentre da Terni prendete la SS675. Se provenite da Roma percorrete la SR2.

 

https://www.lazionascosto.it/i_borghi_piu_belli_lazio/sutri.html

https://sutridiscovery.it/

https://www.paesionline.it/italia/monumenti-ed-edifici-storici-sutri/parco-urbano-dell-antichissima-citta-di-sutri

https://www.ilturista.info/guide.php?cat1=4&cat2=8&cat3=7&cat4=73&lan=ita

http://www.comune.sutri.vt.it/new/luoghi-di-interesse/124-il-museo-del-patrimonium

http://www.beniculturali.it/mibac/opencms/MiBAC/sito-MiBAC/Luogo/MibacUnif/Luoghi-della-Cultura/visualizza_asset.html?id=152918&pagename=157031

http://www.turismo.it/cultura/articolo/art/tuscia-64-tombe-rupestri-da-scoprire-a-sutri-id-8656/

http://www.infoviterbo.it/lago-di-vico.html

Foto di Croberto68 - [Opera propria, Pubblico dominio] via Wikimedia Commons