Museo della Frutta

Via P. Giuria 15 (Torino)


Oggi: 10:00-18:00


Q 10 °


Il museo presenta la collezione di oltre mille 'frutti artificiali plastici' modellati da Francesco Garnier Valletti (Giaveno 1808 - Torino 1889), ultimo e ineguagliato rappresentante della pomologia artificiale ottocentesca. Valletti unì una grande conoscenza della botanica e un acuto spirito di osservazione all'uso sapiente di vernici, resine vegetali e polveri d'alabastro, giungendo a realizzare frutti artificiali pressoché perfetti, nella forma e nei colori del tutto corrispondenti al vero. La collezione esposta nelle sale del museo conta più di mille esemplari tra mele, pere, pesche, susine, ciliegie, albicocche e uva, costituendo una preziosa testimonianza sulla grande varietà delle piante da frutto coltivate all'epoca, e in seguito quasi scomparsa: un'occasione, oggi, anche per riflettere sull'evoluzione della produzione e del consumo in campo ortofrutticolo e sul tema della biodiversità. Attraverso la ricostruzione dei laboratori di analisi, le sale della collezione, ospitata negli armadi originali in cui fu collocata nel 1928, la ricca biblioteca, il museo valorizza il suo prezioso patrimonio storico-scientifico e ne ripercorre le vicende - a partire dalla costituzione della Regia Stazione di Chimica Agraria, nel 1871, divenuta nel 1967 Sezione operativa di Torino dell'Istituto Sperimentale per la Nutrizione delle Piante - grazie anche al supporto della tecnologia multimediale, facendo rivivere le atmosfere di un istituto di ricerca di fine Ottocento.



Your saved POIs organized on a map based on your interests, opening hours and weather!