Villa Ormond

C.so Cavallotti 113 (Sanremo)


Era il 1875 quando l'imprenditore svizzero Michel Louis Ormond, a capo di una manifattura di sigari a Vevey, nonché uomo politico amante e cultore della storia e delle arti, divenne proprietario di Villa Rambaldi, al centro di una vasta tenuta nella zona orientale di Sanremo. Dopo aver sposato, infatti, a Parigi nel 1866 la poetessa francese Marie Margherite Renet, le cagionevoli condizioni di salute della moglie indussero Michel Louis Ormond a cercare una residenza nella Riviera. Quando il 25 febbraio del 1887 un violento terremoto si abbatt? sul Ponente ligure, la residenza degli Ormond riportò danni molto seri, tanto che la famiglia elvetica decise di far erigere un nuovo edificio: dopo due anni di lavori (1889) il risultato che ne conseguì fu l'elegante Villa Ormond, nata dal progetto dell'architetto svizzero Emile Rìverdin, già autore del Teatro dell'Opera di Ginevra e di numerose ville dell'alta società elvetica.

La villa ebbe tra i suoi ospiti illustri i Principi di Prussia, il Duca d'Aosta e l'Imperatrice Elisabetta d'Austria. Con la morte prima di Michel Louis Ormond (1901) e poi di Marie Margherite (1925) la proprietà degli Ormond fu messa in vendita e fu il Comune di Sanremo a concludere l'affare, acquistando l'intera tenuta nel 1930 per tre milioni di lire. Grazie al podestà di allora Pietro Agosti il parco fu aperto al pubblico, e furono costruiti l'ampia fontana disegnata dall'Agosti stesso e il padiglione per le esposizioni. Oggi un'ala della villa ospita l'Istituto Internazionale di Diritto Umanitario, mentre la villa è spesso usata come sede di mostre floreali internazionali o per manifestazioni turistiche.



Your saved POIs organized on a map based on your interests, opening hours and weather!