CIVICO MUSEO BIBLIOTECA DELL'ATTORE

VIALE IV NOVEMBRE 3 (Genova)


Oggi: 08:30-13:00


2 4 °


Il Civico Museo Biblioteca dell'Attore (CMBA) nasce nel 1966 come settore del Teatro Stabile di Genova, allora diretto da Ivo Chiesa e da Luigi Squarzina, per ospitare le carte, i libri e i cimeli teatrali della "famiglia d'arte" Salvini (Giuseppe, Tommaso, Celso, Guido); nel 1967 viene donato, dall'erede Giuliano Capranica del Grillo, il vastissimo Fondo Adelaide Ristori. Nel 1971 si costituisce la Fondazione "Civico Museo Biblioteca dell'Attore del Teatro Stabile di Genova"; soci Fondatori sono Comune di Genova, Provincia di Genova, Camera di Commercio di genova, Teatro Stabile di Genova. Nel 1976, con decreto presidenziale viene riconosciuta la personalit giuridica dell'Ente. Nel 1982 viene inaugurata, alla presenza del sindaco, la nuova sede della Fondazione a Villetta Serra, appositamente ristrutturata dal Comune di Genova. Nel 1994 la regione Liguria riconosce il Museo Biblioteca dell'Attore quale "Istituzione culturale di interesse regionale". Conosciuto e apprezzato a livello nazionale in tutti i settori della cultura teatrale, il Civico Museo Biblioteca dell'Attore  una fondazione che ha per scopo lo studio storico e critico del teatro, dell'arte scenica e delle condizioni dell'attore italiano dall'inizio del secolo XVIII in poi. Tale scopo  perseguito tramite una Biblioteca sopecializzata in teatro drammatico e cinema, che possiede a oggi circa 40000 volumi e un archivio che conserva circa 72mila autografi; 69mila fotografie; 1300 copioni; 4000 tra bozzetti, figurini, caricature, disegni originali, manifesti, locandine; 62mila ritagli stampa; 7000 programmi di sala. Il CMBA possiede inoltre una collezione di costumi appartenuti ad attori come Adelaide Ristori, Ermete Zacconi, lamberto Picasso, Sergio tofano, Lilla Brignone e altri. I pi preziosi sono opera di Worth e Tirelli. Tra le preziose collezioni del Museo c' anche un teatrino di marionette dell'Ottocento, il Teatrino Rissone, che da Marzo 2006  esposto nel Museo di Sant'Agostino di genova. Sempre nello stesso Museo  conservato lo studio di Glberto Govi, con l'archivio dell'attore. Tutto questo patrimonio che  ben conosciuto e apprezzato in sede nazionale, non  in realt ben noto alla maggior parte dei cittadini, poich il CMBA non possiede una sede espositiva permanente e pu mostrare i suoi tesori solo in occasione di esposizioni, di pubblicazioni o prestandoli ad altri Enti per esposizioni a carattere nazionale. Attivit istituzional edella Biblioteca e dell'Archivio, oltre alla catalogazionee inventariazione dei propri fondi,  l'apertura al pubblico per un totale di 21 ore settimanali. Il servizio di reference per gli utenti, l'invio di informazioni per e-mail, telefono, fotocopie, CD, etc. Grande importanza riveste l'Archivio, con le sue collezioni, per la realizzazione di tesi e studi sul teatro, a cui si rivolgono studenti e studiosi di ogni parte d'Italia e dall'estero. Referenti privilegiati dell'attivit di studio e ricerca sono i docenti delle discipline relative al teatro e allo spettacolo, sia dell'universit di Genova che di tutti gli atenei e i DAMS italiani. Il CMBA organizza e collabora alla realizzazione di mostre, incontri, visite guidate, presentazioni di volumi e redige pubblicazioni di studi relativi al materiale conservato.



Your saved POIs organized on a map based on your interests, opening hours and weather!