Pordenone
2 0 °

Scopri i 8 luoghi da visitare a Pordenone

Ammira i luoghi più belli di Pordenone e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Area archeologica Villa romana di Torre

La messa in luce della villa si deve al conte Giuseppe di Ragogna che tra il 1950 e il 1952 scavò le strutture di parte di un vasto complesso residenziale-produttivo, collocato presso l’attuale corso del fiume Noncello, riccamente decorato con raffinati intonaci affrescati e marmi pregiati.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Corso Vittorio Emanuele II

Via principale della città vecchia, affiancato da palazzi porticati gotici e rinascimentali con affreschi, esempio mirabile di porticato veneto e da alcuni chiamato piccolo "Canal Grande senz'acqua".

Via di shoppimg e di passeggio.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Duomo di San Marco

Il duomo di san Marco fu costruito a partire dalla seconda metà del XIII secoloin stile romanico-gotico sui resti di una precedente costruzione. La parte che è rimasta più fedele all'originale si può vedere nell'abside trecentesco, neltiburio e nel campanile, completato nel 1347 in forme romanico-gotiche, anche se la cuspide è seicentesca, portando così l'altezza complessiva a 79,47 metri. L'alto campanile romanico-gotico è in mattoni a vista, con eleganti trifore ed arc


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO ARCHEOLOGICO DEL FRIULI OCCIDENTALE

A soli tre chilometri dal centro di Pordenone, si trova il museo, aperto al pubblico dopo il restauro del Castello di Torre. Custodisce nelle sue sale i numerosi reperti raccolti dall’ultimo esponente della famiglia residente nel maniero, il conte Giuseppe di Ragogna, durante la sua attività di archeologo. I reperti presentati provengono da tutto il Friuli occidentale e ricostruiscono una vasta panoramica storica, dalla preistoria al Rinascimento.
Il Museo Archeologico del Friuli Occidentale del Comune di Pordenone conserva alcuni reperti provenienti dal Palù di Livenza, q


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO CIVICO DI STORIA NATURALE "SILVIA ZENARI"

Il museo, fondato nel 1970 riunendo il patrimonio naturalistico e scientifico della Società Naturalistica Silvia Zenari, ha sede nel cinquecentesco Palazzo Amalteo. Comprende le esposizioni permanenti delle sale degli uccelli, in cui trovano posto le collezioni di specie locali e quelle esotiche di Oddo Arrigoni degli Oddi, tra cui i coloratissimi colibrì, la sala dei diorami, con le ricostruzioni di habitat e ambienti locali, la sala del Theatrum Naturae e la camera delle meraviglie. Nella sezione preistorica sono ricostruzioni di due diversi momenti del Quaternario italiano: un


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO DIOCESANO DI ARTE SACRA

La particolare natura del Museo ha indotto a seguire un duplice ordinamento; per materia (disposta cronologicamente) e per destinazione, facendo spazio alle testimonianze della pratica sacramentaria e della devozionalità. Nella composizione di quadreria, statuaria, suppellettile e arredo vario dal VII secolo all’età contemporanea, frutto di artisti di varia levatura (dagli scultori Alvise Casella, Giovanni Martini, Orazio Marinali, ai pittori Pomponio Amalteo, Francesco Guardi, Nicola Grassi, Gianfrancesco da Tolmezzo, Michelangelo Grigoletti ed altri ancora) si è ce


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Palazzo Comunale

Costruito in stile gotico tra il 1291 e il 1395, i pinnacoli e la torre dell'orologio furono aggiunti nel XVI secolo su progetto del pittore Pomponio Amalteo.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Palazzo Ricchieri MUSEO CIVICO D'ARTE

Nel 1949 Lucio Ernesto Ricchieri dona il proprio palazzo alla città di Pordenone, per trasformarlo in un centro culturale. Dopo i restauri, resi necessari dal cattivo stato di conservazione dell'edificio, nel 1972 viene inaugurato il Museo d'arte, depositario di molte opere destinate a crescere grazie alle donazioni di collezionisti o degli artisti stessi.
Dopo esser stato chiuso alcuni anni per lavori di sistemazione, nel 1996, palazzo Ricchieri viene riaperto al pubblico in una nuova veste, con un rinnovato allestimento delle sale espositive, che ospitano le opere d'arte


Vai alla scheda