Portoferraio
2 9 °

Scopri i 7 luoghi da visitare a Portoferraio

Ammira i luoghi più belli di Portoferraio e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

FORTEZZE MEDICEE

Va sotto il nome di Fortezze o Mura medicee la complessa articolazione di architettura militare che sale dalla Porta di Terra della Cosmopolis cinquecentesca al Forte Falcone, a formare il poderoso Fronte d'attacco che doveva difendere la città militare dagli assedi di terra. Dopo i restauri conclusi nel 1994 è stato aperto un percorso di visita per circa 500 metri lungo i bastioni.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO DELLA LINGUELLA

Conserva reperti archeologici provenienti dall'Arcipelago Toscano, che sono ordinati secondo una linea storico-topografica. L'arco cronologico si estende dalla fine dell'VIII sec a.C. al V d.C. e documenta il ruolo strategico dell'Arcipelago nel commercio marittimo dell'Antichità. Adiacente al museo si trovano i resti della villa romana della Linguella. All'estremità opposta del golfo di Portoferrario si trovano i resti della Villa Romana delle Grotte, visitabili in estate dalle 9.00 alle 18.30.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO NAPOLEONICO DELLA MISERICORDIA

Attiguo alla chiesa della Misericordia, eretta nel 1677, è visitabile il Museo omonimo e dei cimeli napoleonici. Suddiviso in tre sale, nella prima si trovano: una statuetta in marmo del '300, attribuita a Tino di Camaino (scuola pisana), raffigura una Madonna con Bambino. Alcune tele del XVII e XVIII secolo, raffiguranti volti di Santi ed immagini sacre. Il primo statuto dell'Arciconfraternita della Misericordia (1566). Un prezioso antifonario (1676), ex voto. Nella seconda e terza sala sono raccolti ed esposti i cimeli napoleonici e d'epoca.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO NAZIONALE DELLE RESIDENZE NAPOLEONICHE PALAZZINA DEI MULINI

Il museo nazionale delle Residenze Napoleoniche è costituito dalle due residenze di Napoleone durante il suo soggiorno all'Isola d'Elba: la Palazzina dei Mulini e la villa di campagna di San Martino.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO NAZIONALE DELLE RESIDENZE NAPOLEONICHE VILLA SAN MARTINO

Villa San Martino fu la residenza estiva di Napoleone, che acquistò l'edificio e lo fece restaurare e decorare dal pittore Reveli. Accanto ad esso il principe Anatolio Demidoff, ammiratore di Napoleone, fece costruire l'edificio in stile neoclassico che conserva stampe con soggetto napoleonico ed è sede di mostre temporanee.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

OPEN-AIR MUSEUM ITALO BOLANO

Creato dall'artista elbano Italo Bolano nel 1964 con la collaborazione di artisti di fama internazionale, l'Open-Air Museum consta di 30 monumenti in ceramica, vetro e acciaio inseriti armoniosamente in un suggestivo parco di circa diecimila metri quadri di piante mediterranee. Nel parco vi è una galleria per la pittura e la grafica ed una per la ceramica. Vi è inoltre un teatro all'aperto e vari labroatori d'arte contemporanea dove pubblico e artisti possono incontrarsi. L'International Art Center, sezione culturala del museo, si occupa da oltre 45 anni di manifestazioni culturali e in parti


Vai alla scheda


AGGIUNGI

PINACOTECA COMUNALE FORESIANA

La pinacoteca trae origine dalla donazione nel 1914 della collezione del dr. Mario Foresi. Fu aperta al pubblico nel 1924 nei locali all'ultimo piano del Palazzo comunale dove rimase fino al 1943. Successivamente le opere sono state esposte nelle due residenze napoleoniche di San Martino e dei Mulini. Nel 1991 è stata riaperta nella sede attuale.


Vai alla scheda