Pescia
7 5 °

Scopri i 11 luoghi da visitare a Pescia

Ammira i luoghi più belli di Pescia e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Collodi (Pescia)

Collodi è una frazione di Pescia.
Borgo medievale documentato fin dal XII secolo, è legata al nome di Carlo Lorenzini, autore di Pinocchio. Lo scrittore fiorentino, la cui madre era originaria del paese, vi trascorse parte dell'infanzia e ne assunse il nome, firmandosi Carlo Collodi.
La frazione conserva un'antica rocca e l'aristocratica Villa Garzoni con ampio giardino, e fonda la propria economia sul turismo anche grazie al parco dedicato a Pinocchio. Per la sua qualità turistico-ambientale è Bandiera arancione del Touring Club Italiano.

Monumenti e luoghi d'interesse

Chiesa di San Bartolomeo (


Vai alla scheda


AGGIUNGI

GIPSOTECA 'LIBERO ANDREOTTI'

Il museo contiene 230 opere provenienti direttamente dallo studio dello scultore pesciatino Libero Andreotti (1875-1933) e documenta esaurientemente tutto l'arco produttivo dell'artista. Dal luglio del 1997 al piano terreno del Palazzo è esposta la donazione Bice Bisordi. Dal luglio 1998 è stata aperta una nuova sala dedicata ad allievi e collaboratori di Libero Andreotti quali: Antonio Berti, Lelio Gelli, Agostino Giovannini, Delio Granchi, Bruno Innocenti, Giannetto Mannucci, Raffaello Salimbeni.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO CIVICO DI PESCIA

Il museo, aperto alla fine dell'Ottocento dal ministro Ferdinando Martini, consta di svariate raccolte (dipinti, sculture, disegni, stampe, oggetti d'arte, documenti e memorie del luogo) provenienti dal territorio comunale, depositi dello Stato, donazioni di benemeriti cittadini. E' previsto l'ampliamento nei locali attigui precedentemente occupati dalla Biblioteca Civica.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO CIVICO DI SCIENZE NATURALI E ARCHEOLOGIA DELLA VALDINIEVOLE

Il museo è nato dalla collaborazione tra Comune e Gruppo archeologico locale, con finalità principalmente didattiche.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO DEL BONSAI

Il museo contiene la collezione privata di Costantino Franchi, una serie di esemplari di bonsai raccolte in decine di anni e divise in tre zone distinte: la prima raccolgie essenze di origine orientale ed europea, nella seconda una terrazza riunisce pino a cinque aghi, pino d'Aleppo, ginepro a squame, abete, cipresso e tasso, la terza è dedicata ad esemplari di piante da clima subtropicale


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO DELLA CARTA

Il Museo della Carta si articola in due sezioni: la sede museale in piazza della Croce, con materiale informativo ed aule didattiche, e la antica cartiera Le Carte in via Mammianese Nord nn.229-231, dove si trovano i tini, le pile e altri antichi macchinari per la sfilacciatura degli stracci e la preparazione degli impasti per la carta: l'antico opificio completamente ristrutturato diverrà la sede futura del Nuovo Museo della Carta di Pescia.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO STORICO ETNOGRAFICO DEL MINATORE E CAVATORE

Il Museo è stato istituito nel 1999 grazie al lavoro di raccolta, iniziato nel 1067, di Publio Biagini, figlio di uno scarpellino, divenuto poi proprietario di una delle tante cave di pietra serena dlla zona. Si propone di documentare le tradizionali attività estrattive e la lavorazione della pietra serena di Vellano, capoluogo della "Svizzera Pesciatina", attraverso un percorso espositivo ricco di strumenti, macchinari e manufatti, completato da ricostruzioni a grandezza naturale di interni di miniere, con effetti visivi e sonori.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Parco di Pinocchio

Il Parco di Pinocchio si trova nella frazione di Collodi presso Pescia (PT).
Collodi è il paese dove Carlo Lorenzini, l'autore delle Avventure di Pinocchio, trascorse la fanciullezza e da cui in seguito trasse il suo pseudonimo.

Storia

Nel 1953, su iniziativa del prof. Rolando Anzilotti, allora sindaco di Pescia, venne indetto un concorso nazionale per la realizzazione di un monumento a Pinocchio nel settantesimo anniversario della pubblicazione della prima puntata della fiaba di Pinocchio. Il concorso prevedeva l'abbinamento di architetti e scultori. Tra i 165 progetti, esaminati da una commiss


Vai alla scheda