Colle di Val d'Elsa
2 2 °

Scopri i 4 luoghi da visitare a Colle di Val d'Elsa

Ammira i luoghi più belli di Colle di Val d'Elsa e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

MUSEO ARCHEOLOGICO 'R. BIANCHI BANDINELLI'

Istituito al fine di conservare la collezione Terrosi (acquistata nel 1972 dal Comune) ed i reperti, di proprietà statale, rinvenuti nel territorio, illustra la storia dell'area valdesana dall'Eneolitico al Medioevo e si articola su tre piani. Il criterio espositivo fa riferimento alle zone di provenienza dei materiali esposti. Il piano terreno è dedicato in parte all'esposizione di un'area artigianale per la produzione ceramica del periodo etrusco, per il resto espone materiale di epoca medievale. Al primo e al secondo piano tredici sale compongono il museo, sezione preistorica ed etrusca. Al


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO CIVICO E DIOCESANO DI ARTE SACRA DI COLLE VAL D'ELSA

L'attuale Museo Civico e Diocesano d'Arte Sacra nasce nel 1995 dall'accorpamento di due importanti collezioni, quella civica che si formò agli inizi degli anni venti del Novecento per volontà della Società degli Amici dell'Arte e quella d'arte sacra, già nella sala di Sant' Alberto nel Palazzo Vescovile, costituitasi alla fini degli anni sessanta in memoria di Monsignor Francesco Niccoli, l'ultimo vescovo residente in città. Nel suo insieme il complesso espositivo raccoglie documenti di particolare valenza culturale, fondamentali per la conoscenza della storia artistica della città e dell'int


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO DEL CRISTALLO

Il museo documenta la storia della lavorazione del cristallo a Colle Val d'Elsa dall'Ottocento fino ai nostri giorni. La sezione più estesa ricostruisce il percorso compiuto dall'industria vetraria colligiana dal 1820, anno dell'impianto della prima fornace, fino alla piena realizzazione del cristallo a piombo avvenuta nel 1963. Uno spazio è dedicato alla produzione preindustriale con alcuni reperti vitrei risalenti al XIV-XV secolo e riferimenti storici all'attività vetraria in Valdelsa nel Medioevo. Particolare attenzione è stata data agli articoli di design e a quelli incisi con l'antica te


Vai alla scheda


AGGIUNGI

PARCO ARCHEOLOGICO DI DOMETAIA

Il sito, già noto in letteratura perchè citato da Cennino Cennini nel Libro dell'Arte, è stato oggetto di scavi da parte del marchese Bonaventura Chigi Zondadari nell'ultimo quarto del XIX secolo; dal 1973 fino al 2011 l'area è stata indagata da parte della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana che ha coordinato le ricerche del Gruppo Archeologico Colligiano e la realizzazione del Parco Archeologico di Dometaia.


Vai alla scheda