Siena
4 0 °

Scopri i 52 luoghi da visitare a Siena

Ammira i luoghi più belli di Siena e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Piazza del Campo

Piazza del Campo è la piazza principale della città di Siena. Unica per la sua particolare e originalissima forma a conchiglia, è rinomata in tutto il mondo per la sua bellezza e integrità architettonica, nonché per essere il luogo in cui due volte l'anno si svolge il Palio di Siena. Per un'antica convenzione, la piazza e il Palazzo Pubblico non appartengono ad alcuna contrada.
Vi si affacciano fra gli altri:

  • Palazzo Comunale
  • Torre del Mangia
  • Cappella di Piazza, il tabernacolo marmoreo che sorge ai piedi della 


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Duomo

Il Duomo di Siena, o Cattedrale di Santa Maria Assunta, costruita in stile romano-gotico italiano, è una delle più significative chiese realizzate in questo stile in Italia.
La facciata, tutta in marmo bianco con qualche decorazione in rosso di Siena e serpentino di Prato, è divisibile in due metà, inferiore e superiore, riferibili a due distinte fasi costruttive.
Nel 1339 si decise di ampliare il Duomo.
Si riuscì solo ad innalzare la navata destra e la facciata (popolarmente detta il "Faccia


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Palazzo Pubblico - Museo Civico

È il palazzo costruito dal governo della Repubblica di Siena tra il 1298 e il 1310 come sede del Governo dei Nove. Non fu usata la pietra, ma il mattone, mentre gli elementi bianchi sono in marmo. Ogni finestra è ornata da un’ogiva che la contiene. I merli sono di tipo guelfo.

Museo Civico

Istituito negli anni Trenta del Novecento, il museo testimonia la storia del Palazzo Pubblico con gli affreschi che ne decorano le pareti e con buona parte degli oggetti che vi sono conservati. Conserva inoltre una quadreria comprendente


Vai alla scheda


AGGIUNGI

BATTISTERO DELLA CATTEDRALE DI SIENA

Il Battistero di San Giovanni conserva importantissime opere d'arte come il Fonte Battesimale e gli affreschi quattrocenteschi del Vecchietta. E' stato recentemente musealizzato, regolamentandone la fruizione con orari predeterminati e pagamento di biglietto di ingresso.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Torre del Mangia

La Torre del Mangia cosi chiamata perché dal 1347 al 1360 il Comune dette incarico ad tal Giovanni di Balduccio sopranominato “Mangia” o “Mangiaguadagni” di battere le ore, chiamato così perchè pare che fosse uno scialaquone, dopo di che fu sostituito da un automa che in ricordo del suo primo battitore fu chiamato Mangia. I resti di questo automa oggi sono conservati all'interno del Cortile del Podestà. La torre simbolo di potere ed di eleganza fu iniziata dai fratelli Francesco e Muccio di Rinaldo nel 1325 e terminata intorno al 1348 .La


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO DELL'OPERA DELLA METROPOLITANA DI SIENA

E' stato istituito per conservare ed esporre le opere provenienti dalla Cattedrale e rimosse per vari motivi dal loro luogo originario. Conserva una collezione di dipinti, sculture, arredi sacri, oreficerie, codici miniati e paramenti sacri di eccezionale importanza, che illustra la storia artistica della città di Siena e documenta il rilievo storico della Cattedrale e del culto della Madonna come regina della città. Nel percorso museale sono inseriti il facciatone del Duomo Nuovo, luogo panoramico.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

PINACOTECA NAZIONALE DI SIENA

E' la più significativa raccolta al mondo per la pittura di scuola senese, in particolare per quanto riguarda il Trecento e il Quattrocento, ma comprendente anche capolavori del periodo manieriesta e barocco. Si segnalano opere di Duccio di Boninsegna, Simone Martini, Pietro e Ambrogio Lorenzetti, Giovanni di Paolo, Domenico Beccafumi.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

CHIESA DI SANTA MARIA DELLE NEVI

Chiesa di armoniose forme rinascimentali in cima alla via Montanini eretta nel 1471 su progetto di Corso di Bastiano. L’interno, di grande semplicità e rigore vede, sull’altare la Madonna delle Nevi capolavoro di Matteo di Giovanni (1477).


Vai alla scheda