Arzachena
5 5 °

Scopri i 9 luoghi da visitare a Arzachena

Ammira i luoghi più belli di Arzachena e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.



AGGIUNGI

Necropoli di Li Muri

La necropoli neolitica di Li Muri rappresenta sicuramente il sito archeologico più conosciuto della vasta area di Arzachena per la singolarità dei sepolcri che la compongono. Scoperta nel 1939, è composta da una serie di cisti dolmeniche, ossia di piccole celle per la sepoltura costituite da lastre infisse a coltello, in origine dotate di una lastra di copertura, contornate da lastrine disposte a cerchi concentrici. Queste ultime avevano la funzione di contenere un tumulo di terra e pietrisco che doveva ricoprire il sepolcro, evitandone per quanto possibile il dilavamento dovuto alla pioggia.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

NURAGHE ALBUCCIU

Situato poco fuori la città di Arzachena, si presenta come un imponente struttura, anche se il piano superiore in parte è crollato.
E' realizzato con grossi blocchi di granito, e risale intorno al Bronzo Medio (1600 a.C circa) in base ai numerosi materiali rinvenuti durante gli scavi.
I muri del nuraghe si addossano ad una grossa roccia granitica, la quale sostituisce parte della struttura muraria, per questo motivo il nuraghe presenta una pianta irregolare che gli da un aspetto "pseudonuraghe".
Attorno al nuraghe si trovano i resti delle capanne circolari che formavano il villaggio nuragico, e a


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Nuraghe Albucciu

Situato sul margine occidentale della piana di Arzachena, il nuraghe è addossato alla roccia granitica che ne forma parte integrante. L’opera muraria, attribuibile alla fase compresa tra il Bronzo Medio ed il Bronzo finale (secoli XIV-XII a.C.) è costituita da filari più o meno regolari di blocchi di granito non rifiniti, di pezzatura media e grande, mentre la finitura degli architravi dell'ingresso è più accurata. La lunga facciata presenta un andamento rettilineo dagli angoli arrotondati. E’ caratterizzata dalla presenza di otto mensoloni sporgenti dalla muratura che, insieme ad altri che no


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Nuraghe e villaggio nuragico La Prisgiona

Il complesso, situato nella località di Capichera, si erge a dominio e controllo di un territorio di svariati chilometri quadrati. Le dimensioni del nuraghe, la complessità della struttura e le sue caratteristiche architettoniche costituiscono la particolarità di questo sito archeologico che doveva rivestire un ruolo di preminenza nell’ambito del sistema territoriale pertinente. Si tratta di un nuraghe complesso, del tipo così detto a tholos, ossia con copertura a falsa cupola, piuttosto insolito in Gallura. Presenta una torre centrale (mastio) ed almeno due torri laterali inglobate in un bast


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Tempietto Malchittu

Il tempietto è parte di un complesso di età nuragica (secc. XV-X a.C.) che comprende anche una grande capanna circolare, un nuraghe ed una serie di sepolture in tafone, anfratti naturali di grandi rocce granitiche caratteristiche della Gallura. E’ ubicato su un’altura ai margini di una valletta parallela al corso del rio Bucchilargu, che sfocia nella piana di Arzachena. Si tratta di una struttura a pianta rettangolare con pareti ad andamento curvilineo, composta da un vestibolo e da una grande camera. Rispecchia la tipologia del cosiddetto tempio (tempio classico nel quale le pareti della cell


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Tomba dei giganti di Coddu Vecchiu

La suggestiva tomba dei giganti di Coddu Vecchiu, una delle meglio conservate della zona, è situata alle falde di un’area collinare. E’ il prodotto di due distinte fasi costruttive: nell’età del Bronzo Medio (1600-1400 a.C. circa) fu aggiunta l’esedra ad una precedente tomba megalitica del tipo a galleria, risalente all’età del Bronzo Antico (1800-1600 a.C. circa), trasformando così la struttura in una tomba di giganti. La tomba si articola dunque nel prospetto principale semicircolare (esedra) e nella camera funeraria. L’esedra è costituita da una serie di lastre di pietra, infisse verticalme


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Tomba dei giganti Li Lolghi

I monumenti funerari della Sardegna nuragica (XV-X sec. a.C.) sono prevalentemente rappresentati da singolari sepolture megalitiche dette tombe di giganti, che, per le loro dimensioni, bene esprimono il carattere di grandiosità che sembra costituire il connotato saliente di tutta l'architettura dell’epoca. Si ipotizza che queste tombe fossero riservate alla sepoltura di personaggi di rilievo e alle loro famiglie, oppure a particolari comunità dei villaggi. Anche la tomba “Li Lolghi” presenta la pianta tipica di questa tipologia di monumento, un vano funerario rettangolare racchiuso entro una s


Vai alla scheda