Alghero
7 14 °

Scopri i 6 luoghi da visitare a Alghero

Ammira i luoghi più belli di Alghero e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Area archeologica Anghelu Ruyu

La necropoli di Anghelu Ruyu, ubicata nell’immediato entroterra di Alghero, è la più estesa ed importante necropoli prestorica della Sardegna settentrionale. Risale ad un periodo compreso tra il Neolitico Recente e il Bronzo Antico (circa 3200-1800 a.C.) ed è composta da 38 domus de janas, (letteralmente “case delle streghe” o “case delle fate”), ambienti scavati nella roccia utilizzati prevalentemente per i seppellimenti, ma anche per celebrare cerimonie funebri. Le tombe, scavate nell’arenaria calcarea, sono dislocate in due zone diverse ed hanno, come era tipico in Sardegna, una distribuzio


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Area archeologica Palmavera

Il complesso nuragico di Palmavera è situato a nord ovest della Sardegna, nel territorio compreso tra il golfo di Alghero e quello di Porto Conte. E’ costituito da un nuraghe, da un ampio antemurale in blocchi di calcare a profilo polilobato che collega quattro torri-capanne e dal villaggio circostante. Il nuraghe è formato da una torre principale, racchiusa in parte da un bastione, da un cortile, da una torre secondaria e da un breve corridoio con nicchie. Una delle torri-capanna annesse all’antemurale presenta elementi che la differenziano dalle altre: è la cosiddetta capanna delle riunioni,


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Area archeologica Santu Pedru

La necropoli di Santu Pedru è situata sul pendio della omonima collina, in posizione di dominio sulla fertile pianura sottostante. E’ costituita da una decina di tombe del tipo a domus de janas (letteralmente “case delle fate o “casa delle streghe”), scavate nella roccia di trachite rossastra e tufo, che presentano un corridoio d’accesso scoperto (dromos) e planimetria pluricellulare, ossia a più vani. Esse riproducono al loro interno elementi architettonici e decorativi delle abitazioni dei vivi (gradini, zoccoli, cornici, architravi, soffitti semicircolari) e sono ornati di elementi rituali


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO "SELLA E MOSCA"

È allestito all'interno delle tenute vinicole "Sella e Mosca", in località i Piani di Sotgiu vicino ad Alghero. Il museo costituisce l'ultima tappa di un più ampio itinerario che si svolge nel complesso aziendale delle fiorenti tenute vinicole della Sella e Mosca. È suddiviso in due sezioni: una archeologica e una di storia aziendale. La sezione archeologica documenta la storia del sito di "Anghelu Ruju", la più grande necropoli preistorica della Sardegna, scoperta nel 1903, che è compresa, con i suoi 38 ipogei, nei terreni delle tenuta vinicola. L'altra sezione, impreziosita dalle straordinar


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO DEL CORALLO

Il Museo del Corallo ospitato all'interno di una villa Liberty, racconta la storia del nostro Mare Mediterraneo attraverso una delle principali risorse del territorio, il Corallium Rubrum.Un affascinante viaggio nell'ecosistema marino, nella storia di questo prezioso organismo vivente, un'immersione nel mare che circonda la Città e che molto ha dato e continua a dare alla sua gente


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO DIOCESANO DELL'ARTE SACRA

È situato nel centro storico della città, nei pressi della cattedrale, nell'oratorio di Nostra Signora del Rosario, dove aveva sede l'omonima soppressa confraternita fondata nel 1568 nella chiesa di San Francesco. Nel museo, inaugurato il 30 giugno 2000, è conservato il tesoro liturgico della cattedrale di Alghero e delle altre chiese storiche della città. La raccolta museale è suddivisa in sei sezioni: argenti, dipinti, sculture lignee, ebanisteria, materiale lapideo e bronzi. Argenti: singolare importanza riveste il reliquiario della Vera Croce, pregevole opera di estrazione catalana, forgia


Vai alla scheda