Udine
2 -4 °

Scopri i 14 luoghi da visitare a Udine

Ammira i luoghi più belli di Udine e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

CAPPELLA MANIN

Di fronte a palazzo Torriani, già Manin (sec. XVII) si trova la cappella, gioiello di arte barocca, eretta da Ludovico Manin agli inizi del sec. XVIII, probabilmente su disegno di Domenico Rossi.L’interno, a pianta esagonale, pregevoli sculture e altorilievi di Giuseppe Torretti (sec. XVIII): alle pareti, Natività di Maria, Visitazione, Presentazione di Gesù, Presentazione di Maria; all'altare, Madonna col Bambino, tutte opere barocche, vivaci e scenografiche. 

 


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Castello

La prima notizia scritta sulle origini del castello risale al 983, quando l'imperatore Ottone II donò al patriarca di Aquileia il castrum di Udine.  Allo scorcio del XII secolo nella zona superiore del colle venne edificato il palatium patriarcale, con una torre triangolare. Essa era ancora dimora occasionale del patriarca d’Aquileia che a quell'epoca aveva sede a Cividale.A partire dalla fine del XIII, durante il patriarcato di Raimondo della Torre, si volle costruire un nuovo palazzo posto più a nord. La nuova costruzione, più grande e più lussu


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Duomo

Il Duomo è la Cattedrale di Santa Maria Annunziata. Edificato a partire dal 1236 per volere del patriarca Bertoldo di Andechs-Merania. La costruzione venne ultimata in un centinaio di anni. A fianco del Duomo si trova il campanile con il battistero, sede di un piccolo Museo del Duomo.
Ricco di statue e di cappelle interne l'esterno è caratterizzato da due portali: il portale della Redenzione e quello dell'Incoronazione.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Loggia del Lionello

Affacciata sulla centrale piazza Libertà (in precedenza chiamata Contarena e "Vittorio Emanuele II"), è una loggia pubblica in stile gotico veneziano, i cui lavori iniziarono nel 1448 ad opera di Bartolomeo delle Cisterne su disegno dell'orafo Nicolò Lionello e terminarono nel 1457.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Loggia di San Giovanni

Di fronte alla loggia del Lionello si trovano la loggia ed il tempietto di San Giovanni, erette nel 1533 dall'architetto lombardo Bernardino da Morcote. La loro realizzazione comportò numerosi problemi, sia sul piano urbanistico che pratico. L'opera che ne risultò ha un vago sapore brunelleschiano. La chiesa, anticamente dedicata a san Giovanni, ora è adibita a tempietto ai Caduti. Sempre di fronte alla loggia del Lionello, si ergono le statue di Ercole e Caco, attribuite ad Angelo de Putti.
Inglobata nella loggia di San Giovanni trov


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo d'Arte Moderna e Contemporanea

Storico palazzo, situato tra le vie Cavour e Savorgnana, di fronte alla sede municipale nel pieno centro storico. Oggetto di un lungo restauro, completato nel 2011, su progetto originario di Gae Aulenti, è ora sede del Museo di arte moderna e contemporanea.
Comprende un'esposizione permanente con opere d'arte italiana e straniera della collezione Astaldi (Giuseppe Capogrossi, Carlo Carrà, Felice Casorati, Giorgio De Chirico, Filippo De Pisis, Renato Guttuso,Mario Mafai, Ottone Rosai, Giuseppe Santomaso, Alberto Savin


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO DIOCESANO E GALLERIE DEL TIEPOLO

Il Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo dal 1995 ha sede nel settecentesco palazzo arcivescovile, un tempo dimora dei patriarchi d’Aquileia. L’interno del palazzo appare uno straordinario tributo alla grazia del colore e alla sapienza scenografica di Giambattista Tiepolo. Istituito nel 1963, il Museo Diocesano dal 29 aprile 1995 ha sede nel Palazzo Patriarcale di Udine, residenza un tempo del patriarca d’Aquileia e oggi dell’arcivescovo. Il contesto architettonico e pittorico di straordinaria bellezza nel quale vennero allestite le collezioni museali fu alla base dell


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Palazzo Arcivescovile

Il palazzo Patriarcale o Arcivescovile di Udine è uno dei più celebri edifici storici della città.

Il corpo centrale dell'edificio fu costruito nel corso del XVI secolo, quando i patriarchi di Aquileia, non potendo più risiedere in Castello, cercarono un'altra residenza in città. Nel 1708 il patriarca Dionisio Delfino chiamò l'architetto Domenico Rossi, che costruì l'ala con la biblioteca e la scala in ovato, innalzò il corpo centrale realizzando il portal


Vai alla scheda