Cingoli
B 4 °

Scopri i 4 luoghi da visitare a Cingoli

Ammira i luoghi più belli di Cingoli e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Museo Archeologico Statale di Cingoli Moscosi

Il Museo conserva materiali relativi ai ritrovamenti sul territorio del Comune di Cingoli e agli scavi effettuati negli anni ’80 nella zona dove ore c’è un invaso artificiale. La datazione dei reperti va dal periodo Paleolitico inferiore, con una ricca esposizione di manufatti litici, all’Età Romana, a cui si riferiscono dodici iscrizioni lapidee, frammenti di statue, balsamari in vetro, monete. Per il periodo del Bronzo, oltre ad uno stampo di fusione, diverse lame di pugnale e vasellame, si segnala una vasta gamma di strumenti su corno di cervo.Il Museo conserva materiali relativi ai ritrova


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo del Sidecar

Una collezione unica al mondo, composta da oltre 100 pezzi tra scooter, motociclette e persino biciclette con sidecar, dalla fine del secolo scorso ai giorni nostri. Le diverse sezioni sono arricchite da foto, filmati d’epoca e modellini. Una nuova sezione è dedicata alla moto e al sidecar nel cinema
Tra le curiosità, si ricorda il sidecar più lungo del mondo (Bohmerland, 1932), quello più largo (Indian Chief, 1946), il più piccolo (Excelsior Corgi, 1946) ed il più grande (BMW R75, con tre rimorchi).


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Palazzo Castiglioni

Residenza dei Marchesi Castiglioni, che ancora vi abitano, il Palazzo fu acquistato nel 1599 da Bernardo, esule da Milano, il quale si insediò in una parte della dimora in seguito ampliata dai suoi successori. L’arrivo di Bernardo a Cingoli, capostipite del ramo marchigiano, fu anticipato da una fitta corrispondenza che S.Carlo Borromeo intrattenne con il Priore dei Frati Cappuccini per raccomandargli Bernardo affinché potesse inserirsi nella città a lui sconosciuta.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Raccolta della collegiata di Sant'Esuperanzio

La maestosità della struttura della struttura romanica fa da contorno alle reliquie del corpo del Santo, Vescovo di Cingoli. Si possono ammirare affreschi del '400 e '500 e un crocifisso ligneo ultimo esemplare di una serie di sette sacre rappresentazioni. Da ammirare il bellissimo portale in stile romanico (sec. XIII). Nella chiesa si può ammirare la Flagellazione di Sebastiano del Piombo. Sul lato destro dell'edificio è addossato l'antico chiostro retto da pilastri cilindrici e corso da una loggia


Vai alla scheda