Corridonia
H 10 °

Scopri i 3 luoghi da visitare a Corridonia

Ammira i luoghi più belli di Corridonia e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

MUSEO CASA NATALE "FILIPPO CORRIDONI"

Il visitatore viene accolto dal mito Corridoni.  
Al primo piano, nella stanza d’ingresso, dove si trovano i simboli del focolare domestico, sono collocati gli affetti familiari, la sua infanzia e la prima formazione.  Si prosegue nell’altra stanza con la sua attività di agitatore  politico e sindacale. L’antimilitarismo degli esordi, il primo esilio, lo sciopero agrario di Parma del 1908, la sua militanza a Milano, le lotte contro la guerra di Libia, la formazione dell’Unione Sindacale Italiana. Sintesi di un’attività frenetica, costellata da frequenti condanne, in cui Corridoni


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Pinacoteca Comunale

La raccolta comprende opere pittoriche, risalenti al periodo che va dal XVI a XIX secolo. Tra i dipinti di maggior pregio figurano: una pala d'altare del 1564 attribuita a Durante Nobili da Caldarola (Madonna col Bambino e SS. Giovanni Battista, Girolamo e Maria Maddalena); una Madonna col Bambino e Santi del XVI secolo attribuite allo stesso autore; l'Immacolata Concezione (1558) di Pompeo Morganti da Fano; una raffigurazione de Le Nozze di Cana realizzata nel periodo a cavallo fra il '500 e '600 da un seguace di Fedederico Barrocci. Si segnalano altri nomi di artisti di rilievo: Pier Simone


Vai alla scheda


AGGIUNGI

PINACOTECA PARROCCHIALE

La Pinacoteca ha sede dal 1960 in una sala della residenza annessa alla chiesa parrocchiale dei SS. Pietro Paolo e Donato di Corridonia. Vi si trovano otto fra tavole e tele provenienti da diverse chiese della città, ancora oggi appartenente alla diocesi di Fermo. Il piccolo museo si distingue per la qualità dei pezzi esposti e la molteplicità di influssi culturali di cui le opere danno testimonianza. L’opera più antica è una preziosa tavola raffigurante la Madonna dell’Umiltà datata 1373, del pittore Andrea da Bologna. Dalla Toscana proviene invece una tavola su fondo oro raffigurante San Fra


Vai alla scheda