Matelica
2 -1 °

Scopri i 5 luoghi da visitare a Matelica

Ammira i luoghi più belli di Matelica e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Area Archeologica Villa Romana

Matelica annovera un ricco patrimonio archeologico e i siti archeologici sono:
Teatro Comunale. Ambienti relativi ad un impianto termale di epoca romana, di cui due con pavimento di tegole e sistema di riscaldamento mediante suspensurae e uno con mosaico a tessere bianche, e parte di un condotto fognario. Datazione: prima età imperiale Sul lato nord dell'area sono stati rinvenuti resti di un'abitazione picena. Datazione: VI-V sec. a. C.
Palazzo del Governo. Resti di pavimenti con mosaici (mosaico geometrico con motivo di cerchi allacciati; mosaico policromo figurato con


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo “V.F. Piersanti”

Il museo prende nome dalla famiglia Piersanti che abitò il Palazzo dal 1728 alla fine dell'800. Si deve a monsignor Venanzio Filippo Piersanti (1688-1761), cerimoniere papale, il merito di aver iniziato a collezionare le raccolte del museo: tra queste la più preziosa è quella delle reliquie conservate in piccole teche d'argento di manifattura romana del '700. Nel 1901 la marchesa Teresa Capeci Piersanti donava al Capitolo della Cattedrale il Palazzo con tutti i suoi arredi (mobili, tappezzerie, stipi) e collezioni (quadri, antichità, curiosità, suppellettili e cimeli sacri) a cui in seguito fu


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO ARCHEOLOGICO COMUNALE

Allestito presso il Convento di San Francesco, il museo ospita numerosi reperti archeologici provenienti da Matelica e dintorni,riaffiorati nel corso di recenti opere di scavo. I materiali esposti coprono un arco cronologico piuttosto ampio che va dalla Preistoria fino al Medioevo e all'eta' rinascimentale. Di rilievo è l' orologio solare sferico in marmo con iscrizioni in greco,conosciuto come "Globo di Matelica", datato tra I-II sec.d.C.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO CIVICO PALEONTOLOGICO

Il Museo raccoglie una collezione di reperti fossili di notevole bellezza e rarità cha vanno dal precambriano fino all’era terziaria. Di particolare interesse è un frammento della più antica crosta terrestre risalente a 3 miliardi e settecentomila anni fa,  un dinosauro marino lungo 8 metri , un blocco con 6 uova di dinosauro, ammoniti di grande dimensione, cranio della tigre dai denti a sciabola.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Pinacoteca Comunale "R. Fidanza"

La pinacoteca occupa il secondo piano dello storico palazzo Ottoni. Si segnalano 52 opere del pittore neoclassico Raffaele Fidanza (1797-1846), tra cui dipinti su tela, incisioni, disegni; varie tele realizzate tra il XVIII e il XIX secolo che rappresentano personaggi famosi legati alla città; una grande tela di Salvator Rosa con S. Onofrio nel deserto; mobili e suppellettili di diversi secoli. Sono esposte opere del pittore Diego Pettinelli (1897-1991), allievo di Adolfo De Carolis con il quale collaborò agli affreschi di Bologna e a quelli del palazzo della Provincia di Arezzo. Tra le opere


Vai alla scheda