Mombaroccio
2 0 °

Scopri i 4 luoghi da visitare a Mombaroccio

Ammira i luoghi più belli di Mombaroccio e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Laboratorio/Associazione (ex Museo del Ricamo)

Ospitato all'interno dei locali alla base della seicentesca torre civica, espone pezzi pregiati, di antica fattura ma anche realizzati più di recente con diverse tecniche dalle donne di Mombaroccio, paese in cui il ricamo è un'arte tradizionale che affonda le sue origini già nel XV secolo.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo d’Arte Sacra della Chiesa di San Marco

E' allestito nelle antiche sagrestie e nella chiesa, non più officiata, di San Marco che venne costruita per volere di ser Francesco Rattoli, mercante mombaroccese che commerciava con Venezia.

La chiesa, ultimata nel 1427, venne nel secolo successivo collegata al convento retto dall'ordine dei girolomini, i quali continuarono ad essere presenti a Mombaroccio anche dopo le soppressioni napoleoniche e sabaude, quando chiesa e convento erano già di proprietà comunale.
Tutto il complesso presenta oggi l'aspetto e, per gran parte, gli arredi della fine del XVIII secolo.
Al XV secolo appartengono il ti


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo della Civiltà Contadina

La collezione degli oggetti esposti nel museo comprende il periodo storico che va dal XVIII sec. agli anni settanta del XX secolo. La quasi totalità dei pezzi riguarda l'attività lavorativa, manuale o supportata da animali, con l'esclusione di quella motorizzata. Sono state allestite varie ambientazioni: la bottega del falegname con i suoi attrezzi, il magazzino, la neviera, la tessitura, la lavorazione olearia, le cantine. Di particolare interesse una trebbiatrice degli inizi del secolo.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Pinacoteca conventuale “Beato Sante”

Dall'interno del chiostro si accede nell'aula della Pinacoteca - Museo dove sono conservati autentici capolavori di cultura e provenienza diversa: dal Polittico di Zanino di Pietro (1389-1406) alla Madonna dell'Umiltà di Andrea di Bartolo, all'Incontro di San Gioacchino e Sant'Anna dipinto nella seconda metà del XV sec. Nella chiesa è conservato, tra l'altro, lo splendido Crocifisso (realizzato dal 1320 al 1330) attribuito al Maestro dell'Incoronazione Bell Puig.


Vai alla scheda