Bacoli
Y 16 °

Scopri i 11 luoghi da visitare a Bacoli

Ammira i luoghi più belli di Bacoli e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

c.d. Tomba di Agrippina

In prossimità del mare sorgono i resti di una costruzione di epoca imperiale, nella quale la tradizione ha voluto riconoscere la tomba di Agrippina, madre di Nerone. In realtà il monumento è un teatro-ninfeo, parte di un’imponente villa marittima, andata distrutta. La struttura, nata come odeion (teatro coperto per audizioni musicali o spettacoli mimici) in età augustea o giulio-claudia, tra la fine del I e gli inizi del II secolo d.C. fu trasformata in un ninfeo esedra. Il monumento consta di tre emicicli disposti su più livelli: a circa m 1,30 al di sotto del livello della spiaggia attuale


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Cento Camerelle

Il monumento consiste in una serie cisterne, composte da due parti sovrapposte, del tutto indipendenti, orientate diversamente e risalenti ad epoche diverse. Esse erano in realtà pertinenti ad una villa, i cui ruderi si osservano in parte scavati nel banco tufaceo della collina sottostante ed a peschiere semisommerse nello specchio d’acqua antistante. Secondo una delle ipotesi, la villa sarebbe appartenuta ad Ortensio e poi passata ad Antonia moglie di Druso, da questi a Nerone, ed infine a Vespasiano della dinastia flavia. L’edificio superiore, posto a m 3,00 dall’attuale piano di campagna,


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Grotta della Dragonara

Scavata nella parete di tufo a picco sulla spiaggia di Misenum, si trova una cisterna romana detta della Dragonara, caratterizzata,da una pianta quadrangolare divisa in cinque navate da tre file di dodici grossi piloni ricavati nel tufo, con fodera muraria in opus reticulatum e rivestimento in cocciopesto. Originariamente era accessibile dall’alto attraverso tre grandi aperture che si aprono nella volta a botte. Grazie a scavi recenti è stata messa in luce una vasca, rivestita di cocciopesto idraulico, accessibile tramite gradini e caratterizzata da un piano inclinato verso un’apertura comuni


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo Archeologico dei Campi Flegrei

Nella splendida cornice paesaggistica che si ammira dalla fortezza aragonese, l’allestimento museale, realizzato sotto la direzione scientifica del Prof. Fausto Zevi, intende proporre in cinque sezioni distinte secondo una esposizione ragionata per contesti topografici e tematici, la storia degli antichi siti presenti nei Campi Flegrei: Cuma, Puteoli, Baiae, Misenum e Liternum. Nuclei di reperti (sculture, iscrizioni, coroplastica architettonica, terrecotte figurate, vasellame, manufatti in metallo e vetro, oreficerie e monete) smembrati da vecchi ritrovamenti di provenienza flegrea, finora cu


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Parco archeologico di Baia

Il versante della collina di Baia è occupato da strutture archeologiche disposte su terrazzamenti e denominate Terme di Baia. Il complesso si presenta come una serie di residenze costituite da nuclei architettonici separati, organizzati su diversi livelli di terrazzamento e messi in comunicazione tramite rampe a gradoni. Il primo complesso architettonico è denominato Villa dell’Ambulatio e si articola su sei terrazze. Quella più alta è occupata dal quartiere domestico, con peristilio, stanze di soggiorno e cubicula (stanze da letto) ai lati di una grande sala centrale aperta sul panorama. La


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Parco monumentale di Baia

Il c.d. Parco monumentale è una vasta area di grande valore paesaggistico all’interno della quale scavi recenti eseguiti sulla sommità della collina hanno messo in luce parte di una villa romana di età repubblicana. Gli edifici più antichi sono realizzati in opera pseudo-poligonale, costituita da grossi conci di tufo, e probabilmente appartengono ad una basis villae del II secolo a.C. Sui resti di queste strutture, forse distrutte a causa di un incendio, fu costruita successivamente una grande villa, che si estendeva verso Nord lungo il crinale della collina. In quest’area il complesso residen


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Parco sommerso di Baia

La costa dei Campi Flegrei è un esempio unico al mondo, a causa dello sprofondamento dell’antica fascia costiera e della conseguente trasformazione del territorio. Quanto vi si conserva sott’acqua rappresenta dunque un patrimonio eccezionale per la sua peculiarità . Il Parco Sommerso si estende lungo il litorale di Bacoli e Pozzuoli, compreso tra la testata del molo al limite meridionale del porto di Baia ed il molo di Lido Augusto, per un tratto di mare digradante dalla riva fino ad una profondità di circa quindici metri. Parte delle strutture sommerse, già indagate, sono attualmente insabbia


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Piscina Mirabilis

La struttura cosi denominata dall’antiquaria sei-settecentesca, disegnata anche da Giuliano Sangallo per il suo interesse architettonico, è il punto di arrivo dell’acquedotto del Serino, costruito in età augustea per approvvigionare d’acqua la base militare e la città di Misenum. L’edificio, costruito sulla collina prospiciente il porto di Misenum per l’approvvigionamento d’acqua per la Classis Praetoria Misenensis è in realtà un’enorme cisterna avente la capacità di mc 12.600, a pianta quadrangolare, scavata nel tufo con quattro file di dodici pilastri cruciformi che dividono lo spazio inter


Vai alla scheda