Ortona
2 -1 °

Scopri i 10 luoghi da visitare a Ortona

Ammira i luoghi più belli di Ortona e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

CASTELLO ARAGONESE

Il poderoso castello domina la costa ortonese dall’alto del promontorio a precipizio sul mare. Sebbene la presenza di una fortificazione sia testimoniata già in epoca angioina, è all’ascesa dei sovrani aragonesi e dunque dalla metà del Quattrocento o poco oltre, che prende avvio la costruzione dell’attuale struttura. Probabilmente alla decisione di intervenire con la costruzione di un nuovo forte, contribuì lo sbarco e il conseguente saccheggio ad opera dei veneziani avvenuto nel 1447. In uso per tutto il XVI secolo, con lo spostamento del porto verso meridione, il castello perderà il suo ruol


Vai alla scheda


AGGIUNGI

CATTEDRALE DI SAN TOMMASO APOSTOLO

La cattedrale di Ortona è insieme il monumento simbolo della città e l'edificio che maggiormente ha subito i danni del bombardamento del secondo conflitto bellico, che lo rase quasi al suolo. L'aspetto attuale è il risultato di un approccio architettonico che ha puntato al recupero solo di certi aspetti della struttura, operando una vera e propria selezione del recupero e tralasciando, ad esempio, il rapporto urbanistico che la cattedrale per secoli aveva intessuto col contesto. 
Sorta, secondo la tradizione, sul tempio del dio Giano, la chiesa risale almeno al V secolo. Più volte rimanegg


Vai alla scheda


AGGIUNGI

CHIESA DELLA SANTISSIMA TRINITA'

La nuda facciata di questa chiesa, oggi cimiteriale, fuori dalle mura cittadine, preceduta da ampio portico, dichiara nel suo aspetto l'appartenenza del complesso ai frati minori francescani, trasferitisi in questo nuovo sito nel Seicento, come attesta il portale con la data 1626. L'interno, dall'impianto lineare, con tre cappelle che si aprono sul lato sinistro, presenta un bell'altare maggiore ligneo che ospitava alcune tele tra le quali quella centrale di Giovan Battista Spinelli con l'Incoronazione della Vergine, oggi al Museo Civico, del secondo quarto del Seicento. Sempre all'altare magg


Vai alla scheda


AGGIUNGI

CHIESA DI SANTA CATERINA

Il nucleo originario del complesso è ravvisabile nell'impianto architettonico del cosiddetto oratorio del Crocifisso, un'aula voltata risalente forse al XII secolo. L'antico spazio sacro deve il suo nome all'affresco quattrocentesco miracoloso, ancora in loco e rimosso nel 1991 dal suo altare barocco, raffigurante una Crocifissione davanti alla quale, le suore benedettine in preghiera, videro sgorgare del sangue dal costato del Cristo. Le monache raccolsero il sangue in delle ampolline che, trafugate nel 1570 e portate a Venezia, vennero restituite alla città solo nel 1934.  Dal sacello d


Vai alla scheda


AGGIUNGI

CHIESA DI SANTA MARIA DELLE GRAZIE

L'insediamento dei frati zoccolanti in questo luogo è riconducibile ai primi anni del Cinquecento, dopo l'abbandono di un sito più antico divenuto insalubre. Come la Cattedrale di San Tommaso, questo complesso è stato gravemente danneggiato dagli eventi del 1943 che ne hanno cancellato gli aspetti più significativi risalenti soprattutto ai secoli XVI e XVII. Tra le gravi perdite subite, quella della decorazione ad affresco di maestranze lombarde che avevano costruito nella chiesa anche una cappella dedicata al loro santo patrono Ambrogio. Oggi, degni di nota restano soprattutto i dipinti nelle


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO CIVICO D'ARTE CONTEMPORANEA - PINACOTECA CASCELLA

Situata nel cinquecentesco palazzo Farnese, la pinacoteca conserva opere frutto di donazioni della famiglia Cascella e degli scultori Giuseppe Massari e Guido Costanzo. Di Michele Cascella conserva una delle raccolte piu' importanti (53 opere) documentanti oltre ottanta anni di attivita' del pittore. Il palazzo dispone anche di una sala dove vengono periodicamente allestite mostre di arte contemporanea di artisti abruzzesi e non


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO DELLA BATTAGLIA

Il Museo documenta i drammatici eventi bellici del 1943, che valsero alla città di Ortona il conferimento della Medaglia d'oro al valor civile. E' stato inaugurato il 6 maggio 2002 con l'intervento anche dell'Ambasciatore Canadese. E' dedicato alla memoria delle 1314 vittime civili e ai tantissimi soldati canadesi e tedeschi caduti durante la Battaglia di Ortona  e vuole essere un luogo di riflessione sulla crudeltà e inutilità della guerra, trasmettendo alle nuove generazioni un messaggio di pace. All'interno vi si trovano cimeli, foto, gigantografie e reperti bellici del secondo conflit


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO DIOCESANO

Inaugurato nel 1988 e ampliato nel 2003, il museo capitolare è ospitato in alcuni spazi annessi alla cattedrale di San Tommaso, un tempo cappelle private. Il museo accoglie ed espone manufatti scampati ai pesanti bombardamenti della seconda guerra mondiale che sconvolsero la città e ridussero a ruderi l’antica cattedrale. Tra le opere più significative si annoverano le tele seicentesche dell’ortonese, ma veneziano di adozione, Tommaso Alessandrini e quelle del XVI secolo del lombardo Giovanni Battista Rusconi. Il museo conserva inoltre opere di oreficeria come la croce processionale del Cinq


Vai alla scheda