Cogne
B 4 °

Scopri i 4 luoghi da visitare a Cogne

Ammira i luoghi più belli di Cogne e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Atelier d’art et métiers di Ouvrier Dorino

Dorino Ouvrier si occupa di scultura dal 1977, anno in cui partecipò per la prima volta alla Fiera di Sant‘Orso. Fino a quel momento gestiva un‘officina, ma il lavoro non lo soddisfaceva; poco alla volta è diventato uno scultore a tempo pieno. I suoi inizi nella scultura risalgono comunque all‘infanzia, allorché creava santoni su cirmolo durante le ore dedicate all‘attività manuale. La sua produzione comprende molti bassorilievi e sculture in tuttotondo, che esegue principalmente su ordinazione. Le sue opere traggono ispirazione principalmente dai lavori agricoli e dalle feste di Cogne, ma i g


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Centro Visitatori del PNGP - Bentornato Gipeto

Il museo “Bentornato Gipeto“, situato all‘interno del centro visitatori del Parco del Gran Paradiso di Chanavey, all‘entrata del paese, con la Granta Parey sullo sfondo, racconta la storia di un’estinzione, un progetto ambizioso, il ritorno e, forse, un lieto fine per il più grande uccello europeo.
Il gipeto, l‘avvoltoio degli agnelli, scomparso proprio in questa valle agli inizi del secolo scorso ed ora tornato con la sua impressionante apertura alare a volare nei cieli della vallata, rappresenta il tema centrale di questo spazio, che con informazioni, immagini, suoni e giochi multimediali, pe


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MAISON DE COGNE 'GERARD-DAYNE'

La Maison de Cogne Gérard-Dayné è uno dei maggiori esempi dell'architettura tradizionale valdostana; si tratta di un'antica casa rurale, di cui si trova traccia già in documenti del XVII secolo, che è stata donata dagli ultimi proprietari alla amministrazione comunale proprio per permettere il recupero e la fruizione di questa importante testimonianza dei tempi passati.
La Maison si trova a Sonveulla, una delle zone storiche del paese, uno dei centri dai quali ha preso avvio la secolare storia di Cogne. 
La costruzione, particolarmente complessa, mette in evidenza gli aspetti principali del


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Mostra permanente del pizzo al tombolo - I Merletti di Cogne

La storia dei merletti di Cogne ebbe inizio nell’anno 1665, quando alcune monache benedettine fuggite dal monastero di Cluny si rifugiarono in Valle d’Aosta; ospiti di alcuni comuni della Regione, esse insegnarono alle donne del luogo l’arte del pizzo al tombolo. Nei secoli, la confezione di merletti al tombolo in quel di Cogne, si è tramandata di madre in figlia unicamente attraverso l’insegnamento e l’esperienza diretta, a differenza di analoghe produzioni francesi e belghe che si avvalgono di cartoni riproducenti i vari disegni.

Note:

Dal 1° giugno al 31 agosto
tutti i giorni, 9.00 – 12.30 /


Vai alla scheda