Rovigo
7 -1 °

Scopri i 8 luoghi da visitare a Rovigo

Ammira i luoghi più belli di Rovigo e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Accademia dei Concordi

l'istituto culturale dell'Accademia dei Concordi ha negli anni acquisito numerose opere relative e collezioni private che spaziano nelle varie arti, principalmente una collezione di dipinti tra i quali il pezzo più rappresentativo è dato dal ritratto di Antonio Riccobono, un olio su tela eseguito approssimativamente nel 1734 da Giambattista Tiepolo. Oltre alle opere che costituiscono la pinacoteca, l'Accademia vanta una fornita biblioteca storica di pubblica lettura ed una serie di reperti archeologici non esposti al pubblico.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Archivio di Stato

L’Archivio di Stato di Rovigo, istituito nel 1964, è ospitato fin dalla sua apertura, nel 1967, nell’ex sede del Seminario vescovile in via Sichirollo 9, un complesso monumentale prestigioso progettato dall’architetto vicentino Domenico Cerato intorno al 1777 - 1778.

Ristrutturato quasi di sana pianta all’interno per far posto ai depositi dell’Archivio, tranne le due bellissime sale dell’antica Biblioteca e del Teatro, l’edificio ospita oggi oltre 7.000 metri lineari di documentazione archivistica per un complesso di circa 39.000 unità


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Duomo

Il Duomo di Rovigo è una chiesa di Rovigo dedicata a Santo Stefano, papa e martire. el 1737 Girolamo Vanezze aveva lasciato disposizione testamentaria per l’erezione della facciata di marmo, ma prima che si attuasse la volontà del Vanezze intervenne una legge veneta che impedì alle opere pie di ricevere simili eredità, e quindi vennero meno le risorse per il completamento del Duomo. 


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO DEI GRANDI FIUMI

Il Museo dei Grandi Fiumi è stato inaugurato il 20 aprile 2001. La recente Istituzione del Comune di Rovigo prosegue e sviluppa l’attività del precedente Museo Civico delle Civiltà in Polesine fondato nel 1978, utilizzando e valorizzando nella sua interezza l’antico Monastero Olivetano di S. Bartolomeo, a seguito di un complesso e radicale restauro. Il Monastero, che fu soppresso in epoca napoleonica, ha origine nel XIII secolo, ma è tra il Cinquecento e il Seicento che la presenza dell’ordine Olivetano rende possibile l’ampliamento della str


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Palazzo Roverella

All'inizio del XXI secolo venne deciso di riunire la collezione della pinacoteca a quella del seminario vescovile e di porle nel restaurato Palazzo Roverella in un'apposita collocazione nota come Pinacoteca dell'Accademia e del seminario a Palazzo Roverella. 


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Piazza Vittorio Emanuele II

Un tempo Piazza Maggiore, oggi piazza Vittorio Emanuele II ospita edifici storici come la Palazzina del Corpo di Gaurdia, Palazzo Roverella, del XV secolo, la Torre Civica.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Santa Maria del Soccorso - La Rotonda

Alla fine del XVI secolo la Serenissima celebrò il proprio dominio edificando su progetto del bassanese Francesco Zamberlan il tempio della Beata Vergine del Soccorso, noto col nome di Rotonda, il cui interno è decorato con tele di elevato valore artistico e allegorico, raffiguranti i podestà veneziani che governarono su Rovigo fino agli anni 1660.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Torre Donà

Insieme a Torre Mozza o Torre Grimani è stata edificata successivamente durante un ampliamento del Castello. Alta 66 metri è una delle più alte torri medievali italiane, quasi sicuramente fu la più alta torre in muratura della sua epoca. 


Vai alla scheda