Caltagirone
7 9 °

Scopri i 10 luoghi da visitare a Caltagirone

Ammira i luoghi più belli di Caltagirone e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Archivio di Stato di Catania. Sezione di Caltagirone

Fu istituita nel 1954 quale Sottosezione di Archivio di Stato allo scopo di conservare la documentazione relativa al comune di Caltagirone  ed al suo circondario, territorio ricco di storia e fortemente caratterizzato, tanto che da diversi anni è stata avanzata la richiesta  di formare una nuova Provincia regionale del Calatino - Sud Simeto.
Con D.P.R. n. 1409 del 30 settembre 1963 divenne, come le altre Sottosezioni dell'amministrazione archivistica, Sezione di Archivio di Stato e, dopo il trasferimento in varie sedi, è oggi ospitata nei locali di proprietà comunale dell'Ex Educandat


Vai alla scheda


AGGIUNGI

GALLERIA CIVICA D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

Con sede nel tardosettecentesco Ospedale delle Donne, dalla facciata neorinascimentale del XIX secolo, il museo ospita dal 1996 le opere più significative del ceramista caltagironese Gianni Ballarò (1914-1991) e altre collezioni di diversi artisti contemporanei. Custodisce infatti opere delle varie edizioni della Rassegna nazionale della Ceramica, organizzata dal Comune di Caltagirone a partire dagli anni '80 del secolo scorso, cui si sono aggiunte acquisizioni e donazioni. Varie ed eterogenee sono la provenienza e la matrice culturale degli artisti. Alcuni di origine locale, come Franco Canni


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MOSTRA DEI PUPI SICILIANI

La Compagnia dei pupi di Caltagirone ha tenuto cartello fin dal lontano 1918 grazie al suo animatore, Don Gaetano Russo, e ha resistito sino al 1989. Nel 1992, grazie all’intervento dei proprietari della collezione di Pupi e Cartelli e di alcuni privati, il Teatrino è stato riaperto e riportato all’immagine originaria.  La collezione di pupi comprende settanta soggetti di dimensioni che variano da 1,20 a 1,45 metri, interamente costruiti in legno, e cinquanta teste di ricambio che consentono di avere a disposizione un gran numero di personaggi. I pupi sono vestiti da abiti in raso e vellu


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO CIVICO DELLE VILLE STORICHE CALTAGIRONESI E SICILIANE

Il museo ospita una mostra permanente sulle ville caltagironesi, realizzata dai Musei civici nelle sale di villa Patti. La villa è inserita nel suggestivo contesto di ville e parchi sette-ottocenteschi intorno al convento di S. Maria di Gesù. L'esposizione offre documenti che illustrano le bellezze ancora misconosciute delle numerose ville storiche presenti sul territorio di Caltagirone e della Sicilia. 


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO CIVICO E PINACOTECA 'L. STURZO'

La parte espositiva occupa i locali del tardosettecentesco Carcere borbonico, costruito dall'architetto siracusano Natale Bonaiuto e raro esempio di architettura carceraria settecentesca. I musei derivano dal Gabinetto di Archeologia e di Storia naturale voluto nel 1843 da Emanuele Taranto Russo e ricostruito nel 1914 da don Luigi Sturzo. Le collezioni si articolano in una sezione archeologica e una pinacoteca: quest'ultima presenta una raccolta di dipinti di elevata qualità, testimonianza della ricca attività artistica della città, e una raccolta di opere storiche che permettono di cogliere i


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO DEI CAPPUCCINI

All'interno del convento dei Cappuccini si trova un piccolo museo con argenterie del Seicento e del Settecento, statuette in alabastro, legno e cera, paramenti sacri in broccato, damasco e ricami in seta e oro; tabernacoli con preziosi intarsi di cipresso, noce, tartaruga e avorio; una pinacoteca con opere del Seicento e Settecento di vari autori fra cui Filippo Paladini (1604), Semplice da Verona (1649), Mario Minniti (1608), Pietro Novelli (XVII secolo), Salvatore Mangano (XVIII secolo) e altri; vari paliotti in cuoio settecenteschi e una copia della Sacra Sindone, pittura su seta, donata da


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO DIOCESANO

All’interno del Museo diocesano sono esposti argenti, paramenti, opere pittoriche e opere scultoree; le sezioni suddivise in sale espositive sono allestite prediligendo il percorso liturgico-pastorale attraverso il criterio tipologico, anche se non sempre è stato possibile seguire quello cronologico. Il Museo diocesano, infatti, non è un freddo contenitore di opere capaci di parlare solo tecnicamente, ma principalmente deve fare in modo che i manufatti possano essere capaci di evangelizzare il visitatore, capaci cioè di raccontare l’anima del popolo di Dio.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO INTERNAZIONALE DEL PRESEPE "COLLEZIONE LUIGI COLALEO"

Luigi Colaleo, noto avvocato milanese ma caltagironese per nascita, raffinato esperto d’arte e colto viaggiatore, egli ha creato una raccolta di circa 1000 pezzi, antichi e moderni, provenienti da tutto il mondo, che ha deciso di donare al Comune di Caltagirone, per la costituzione del Museo Internazionale del Presepe.
Nella prima fase di attività del Museo vengono esposte le sezioni di Napoli, con presepi antichi, tra cui alcuni eccezionali pezzi del XVIII secolo, come i rarissimi pastori di Giuseppe Sammartino, e di Caltagirone, con presepi antichi dell’ambito di  celebri figurinai dell’


Vai alla scheda