Modica
7 16 °

Scopri i 8 luoghi da visitare a Modica

Ammira i luoghi più belli di Modica e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Archivio di Stato di Ragusa. Sezione di Modica

La sezione di Archivio di stato di Modica, istituita nel 1955 come Sottosezione, resta caratterizzata dai fondi originari, cioè dall'archivio notarile, da quello della contea e dall'archivio comunale; a questi si sono recentemente aggiunte carte delle corporazioni religiose e due archivi privati. 


Vai alla scheda


AGGIUNGI

CASA NATALE DI SALVATORE QUASIMODO

Casa natale di Salvatore Quasimodo, in cui il 20 agosto 1901 nacque il poeta, insignito del Premio Nobel per la Letteratura il 10 dicembre 1959. La casa è visitabile. Contiene, oltre ad un letto in ferro battuto, gli altri mobili ed arredi di primo Novecento; inoltre sono presenti i mobili dello studio di Milano e una vecchia macchina da scrivere Olivetti, che il figlio Alessandro ha donato alla casa - museo nel 1996. Da un vecchio nastro, ai visitatori viene fatta ascoltare la voce del Poeta registrata durante la cerimonia di conferimento del Nobel a Stoccolma


Vai alla scheda


AGGIUNGI

CHIESA RUPESTRE DI SAN NICOLÒ INFERIORE

Scoperta nel 1987 dallo studioso modicano Duccio Belgiorno in una grotta adibita a locale di sgombero e acquisita nel 1992 dal  Centro Studi sulla Contea di Modica, la Chiesetta rupestre di S. Nicolò Inferiore  è considerata la più antica chiesa di Modica. 
Composta da un unico ambiente di circa 45 mq. sfoggia un’abside completamente rivestita di icone in stile bizantino, dove in posizione centrale troneggia il Cristo Pantocratore racchiuso in una grande mandorla e contornato da angeli. Lavori di scavo hanno inoltre portato alla luce, a livello del pavimento, una serie di tombe t


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MULINO AD ACQUA "CAVALLO D'ISPICA" - MUSEO IN GROTTE

L’antico Mulino, grazie alla dedizione costante tramandata per quattro generazioni dalla famiglia Cerruto e agli ambienti perfettamente conservati, costituisce oggi una irrinunciabile testimonianza di una civiltà contadina ormai estinta, che rivive tra le mura di questo sito, Il museo comprende le grotte e gli ambienti vari ricchi di corredi e utensili dell’epoca, che ricostruiscono perfettamente la vita contadina e domestica della famiglia dei mugnai. Il Mulino, invece, unisce alla conoscenza dell’ingegnosità e dell’arte contadina il fascino e la suggestività dei luoghi. La visita comprende:&


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO CIVICO 'F. L. BELGIORNO'

La storia recente di questo museo ruota attorno alla figura di F. L. Belgiorno (Modica 1906-1971),  che intorno agli anni ‘50 ordinò i vari lotti di ceramica antica in un vero e proprio Museo.  
Il Museo è distinto per settori, all’interno dei quali le collezioni archeologiche sono organizzate secondo un criterio crono-topografico;  il museo conserva reperti d'inestimabile valore che testimoniano l’utilizzo continuativo del territorio ibleo fin dall’età preistorica. 
Tra i reperti più pregevoli la preziosa statuetta in bronzo raffigurante Eracle, rinvenuta nel 1967 in contrad


Vai alla scheda


AGGIUNGI

MUSEO IBLEO DELLE ARTI E TRADIZIONI POPOLARI 'S. A. GUASTELLA'

Museo delle arti e tradizioni popolari “Serafino Amabile Guastella”. Realizzato dall’Associazione Culturale “Serafino Amabile Guastella” ed aperto al pubblico nel 1978, il museo ricostruisce l’ambiente artigiano e contadino della Contea di Modica, con attenta cura dei particolari, salvaguardando un prezioso patrimonio di attrezzi originali, arredi e suppellettili che vengono proposti a simbolo stesso della modicanità. E’ questo il luogo ideale per chi ama fare un salto indietro nel tempo. Il museo invita il visitatore a vivere lo spazio di antiche botteghe artigianali: il falegname, il lattoni


Vai alla scheda


AGGIUNGI

PARCO ARCHEOLOGICO DI CAVA D'ISPICA

La Cava d’Ispica è una stretta vallata che si prolunga da N-O a S-E per circa 14 km. nel territorio dei comuni di Modica, Ispica e, in parte, in quello di Rosolini, e solcata da un piccolo corso d’acqua chiamato nella parte superiore Pernamazzoni, in quella inferiore Busaitone. La vallata costituisce uno dei maggiori complessi naturalistico-archeologici della Sicilia grazie alla sua articolata e variegata stratigrafia che si dipana dall’Età del Bronzo fino all’Alto Medioevo con una straordinaria continuità insediativa che non conosce cesure nel corso dei secoli. Benché sia un luogo paesaggisti


Vai alla scheda


AGGIUNGI

STANZA DELLA POESIA

I locali siti, in via S. Domenico sulla piazza del Municipio, a Modica, sono invasi da grosse pagine e da grossi volumi aperti, disposti in verticale; le sagome dei libri e dei singoli fogli, le cui altezze superano quella di un uomo, appaiono in penombra, se ne percepiscono appena i contorni e le pagine bianche, vuote. 

Il visitatore che attraversa questi locali è guidato di stanza in stanza, di volume in volume, dalla voce del poeta e dalla scrittura che compare e scompare dal bianco della carta; infatti, a turno, da ogni singolo volume, giunge la voce di Quasimodo che ne legge il conten


Vai alla scheda