Teramo
7 -1 °

Scopri i 15 luoghi da visitare a Teramo

Ammira i luoghi più belli di Teramo e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.



AGGIUNGI

Casa dei Melatino

Il palazzo è di origine medioevale risalente al XIII secolo e sito in largo Melatini; presenta finestre tipicamente ghibelline (il partito degli antichi proprietari) con architrave e soglie sporgenti ed a guscio: quattro di queste finestre, quelle che si aprono nella fascia mediana della facciata, sono rese bifore da eleganti colonnine divisorie poggianti su basi scolpite, tre delle quali sono tortili e, di queste, due presentano un serpente con testa di donna che le avvolge. Era l'abitazione privata della storica famiglia teramana dei Melatino.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Castello della Monica

Conosciuto comunemente con la denominazione di Castello Della Monica, si tratta di una ricostruzione ottocentesca di un complesso di fabbricati in stile medioevale. Situato sul piccolo colle di San Venanzio, poco distante da piazza Garibaldi, il Borgo Medioevale (iniziato nel 1889 e terminato nel 1917) fu realizzato dall'artista teramano Gennaro Della Monica, da cui ha mutuato il nome. L'opera che spicca è il grande palazzo in stile neogotico del Castello.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Cattedrale

Il duomo di Teramo è intitolato a santa Maria Assunta. La sua costruzione iniziò nel 1158, per volere del vescovo Guido II, che intendeva dare un nuovo asilo alle reliquie di san Berardo.
La cattedrale fu terminata e consacrata nel 1176, in stile romanico.
Nel corso dei recenti lavori di restauro sono stati ritrovati sotto il pavimento, e resi visibili al pubblico, la cripta intitolata a san Berardo e un cunicolo che dalla cripta stessa si dirige verso Piazza Martiri della Libertà.
Notevole anche


Vai alla scheda


AGGIUNGI

CATTEDRALE DI SAN BERARDO

Monumento simbolo della città, la cattedrale, dedicata al santo vescovo della città e patrono, San Berardo dei conti di Pagliara, venne edificata a partire dal 1158 dopo la distruzione dell'antica Santa Maria Aprutiensis nel 1155 ad opera delle truppe di Roberto, conte di Loretello. L'esterno, isolato dagli edifici circostanti dai pesanti interventi degli anni Trenta, presenta una facciata coronata da merli e in cui si apre il portale romanico del 1332 di Diodato Romano, con aggiunte quattrocentesche come il gruppo dell'Annunciazione di Nicola da Guardiagrele. La torr


Vai alla scheda


AGGIUNGI

CHIESA DI SANT'ANNA DEI POMPETTI

La piccola chiesa in cotto è ciò che resta della parte iniziale, forse un atrio, dell'antica cattedrale di Santa Maria Aprutiensis, fondata nel VI secolo su preesistenze romane, ricostruita nel XII secolo e quasi atterrata nel 1155 da Roberto di Loretello. L'esterno rivela sul fianco ampie arcate tamponate, mentre l'interno, fortemente ribassato rispetto al piano stradale, è scandito da bassi pilastri che reggono volte a crociera sempre in mattoni. Tra le pitture conservate, una Maestà tra due sante di Giacomo da Campli, attivo nel Piceno teramano e asco


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Chiesa di Sant'Antonio

La chiesa di Sant'Antonio, già convento di San Francesco, è una chiesa del XIII secolo.
Di particolare interesse il portale e il campanile.
L'interno si presenta con due chiese, l'una più grande detta di San Francesco e l'altra di Sant'Antonio realizzata nel vecchio refettorio.
 


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Corso San Giorgio

Strada di shopping dove si affacciano numerosi edifici d'epoca.


Vai alla scheda