Ariano Irpino
B 11 °

Scopri i 4 luoghi da visitare a Ariano Irpino

Ammira i luoghi più belli di Ariano Irpino e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Antiquarium di Ariano Irpino

L'Antiquarium ospita una selezione di materiali provenienti da alcuni siti archeologici dell'Arianese, zona dell'Irpinia posta all'incrocio di vie naturali di transito dalla pianura campana alla costa adriatica. L'esposizione comprende una selezione dei materiali rinvenuti nell'insediamento preistorico in località La Starza di Ariano Irpino, che, dal V millennio a.C., con brevi soluzioni di continuità, è stato frequentato per tutto l'arco della protostoria fino alle soglie dell'età del Ferro. Una sala è dedicata all'insediamento sannitico di Casalbore, posto lungo il tratturo Pescasseroli-Can


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo Civico e della Ceramica

Il Museo, nato con lo scopo di ricordare la tradizione civile e culturale della Città e del suo territorio, e di continuarla e svilupparla attraverso ricerche e studi, viene inaugurato il 28 giugno 1991. Ha sede nel secondo piano del Palazzo Forte e comprende: - una significativa raccolta della produzione ceramica locale dal XII al XXI secolo - giornali e giornalismo in Ariano - Archivio Storico del Comune - Edizioni a stampa, rare e di pregio dei secoli XV e XVI - Biblioteca - Fototeca - Sala conferenze. La valorizzazione della sezione "dell’antica maiolica popolare di Ariano" costituisce il


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo Diocesano di Ariano Irpino e Lacedonia

In linea con gli orientamenti della conferenza episcopale italiana in materia di arte sacra e beni culturali, il Museo della Diocesi di Ariano Irpino-Lacedonia nasce per affrontare il rischio di dispersione e di deperimento del patrimonio storico –artistico ecclesiastico. Nasce, quindi, come sede di raccolta e di conservazione di opere d’arte pittoriche e scultoree del patrimonio culturale e religioso diocesano allontanate dalle loro sedi originarie distrutte in seguito ai sismi del 1962 e del 1980; oltre all’azione di tutela nei confronti del territorio diocesano, il Museo si propone di favor


Vai alla scheda