Salerno
B 17 °

Scopri i 23 luoghi da visitare a Salerno

Ammira i luoghi più belli di Salerno e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Castello di Arechi

Il Castello di Arechi è un castello medievale, situato ad un'altezza di circa 300 metri sul livello del mare, che domina la città ed il golfo di Salerno. È detto di Arechi perché la costruzione di questa fortificazione si associa, tradizionalmente, al duca longobardo Arechi II.
Il Castello di Arechi offre una panoramica sulla città e sull'intero golfo di Salerno ed è circondato da un parco con percorsi naturalistici immersi nella macchia mediterranea.
Nella zona restaurata


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Cattedrale

La cattedrale metropolitana di Santa Maria degli Angeli e di San Matteo, venne costruita in stile romanico nel'XI secolo ed in seguito più volte modificata. Il campanile, di grande valore storico ed artistico, è un'importante testimonianza della fusione arabo-normanna del periodo. Su di esso trovano posto otto grandi campane.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Acquedotto Medievale

A Salerno è presente un acquedotto medievale, eretto dai Longobardi nel IX secolo, per approvvigionare il monastero di San Benedetto e, tramite un passaggio sotterraneo, il convento della Piantanova. È costituito da due rami, uno proveniente da nord e uno da est, che si congiungono in via Arce e proseguono a sud verso il monastero. Poggia su delle arcate ogivali, probabile uno dei primi utilizzi di questo tipo di arco. Un tratto dell'acquedotto è stato popolarmente battezzato "Ponte del Diavolo", in quanto una


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Giardino della Minerva

Il giardino della Minerva è un orto botanico situato nel centro storico di Salerno. Nel giardino si tengono normalmente visite guidate per illustrare i principi della Scuola medica salernitana e delle piante medicinali utilizzate nel medioevo e laboratori didattici su temi dell'artigianato e della botanica, organizzati di volta in volta da diverse associazioni del territorio.
Dal 2004, all'interno dei locali di Palazzo Capasso, si trova la tisaneria, piacevole da visitare per un po' di relax e degustazione di tisane.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Lungomare Trieste

Senza dubbio è il Lungomare Trieste la passeggiata verde più cara ai salernitani: progettato nel 1948, fu definito dagli Inglesi negli anni cinquanta il più bel lungomare del Mediterraneo. E' un grande giardino alberato (interamente pedonale, largo 30 metri e lungo circa 1 km e mezzo) che costeggia il mare Tirreno nel tratto centrale del nucleo urbano, da Piazza della Libertà al porto turistico.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Via dei Mercanti

Una delle vie storiche e più caratteristiche del centro, via di comunicazione e di commercio fin dal Medioevo, dove non potrete fare a meno di fare acquisti di prodotti tipici. Era chiamata Drapparia, perché aveva i negozi di "drappi" (tessuti commerciati).

Lungo la via si alzano alcune chiese, tra le più significative di Salerno: come lachiesa del Santissimo Crocifisso, la chiesa di San Gregorio e la chiesa di San Giorgio. Vi si trovano anche palazzi rinomati, come Palazzo Pinto, sede della Pinacoteca provinciale e 


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Villa Comunale

La Villa comunale di Salerno è il "giardino" della città. Fu progettata nel 1870 all'ingresso della città scendendo da Vietri sul Mare. Vi si trova la famosa Fontana del Tullio.
La fontana del Tullio (detta anche fontana di Esculapio) è una fontana di Salerno. Creata nel 1790. La fontana è in barocco e assieme alla quasi vicina Fontana dei pesci- viene considerata una delle fontane caratteristiche dell'antica Salerno
All'interno della vi


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Chiesa San Giorgio

La chiesa di San Giorgio di Salerno viene comunemente giudicata come "la più bella chiesa barocca" della città. La chiesa si trova in via Duomo, a poche centinaia di metri dal Duomo.

Faceva parte di un monastero di suore benedettine, fondato nel secolo IX, e fu ristrutturata ai primi del Settecento dall'architetto napoletano Ferdinando Sanfelice.

L'interno della chiesa possiede pregevoli dipinti murali, tra i quali spiccano i pannelli murali di Angelo Solimena con le Storie della vita di San Benedetto sulla volta, ed


Vai alla scheda