Budrio
7 6 °

Scopri i 5 luoghi da visitare a Budrio

Ammira i luoghi più belli di Budrio e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Museo Civico Archeologico e Paleoambientale "E. Silvestri"

Istituito nel 1968 ed inaugurato nel 1982, espone con criterio diacronico materiali dell'età del Bronzo e del Ferro e reperti di epoca romana provenienti da scavi archeologici e da ricognizioni di superficie, condotti a partire dagli anni Settanta del Novecento nella zona della bassa valle dell'Idice e nei distretti amministrativi di Castenaso e di Budrio. La documentazione archeologica e il relativo apparato didattico sono integrati da uno strumento multimediale che permette al pubblico di seguire la genesi del territorio e lo sviluppo degli insediamenti, visualizzati su un plastico che illus


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo dei Burattini

Il museo, allestito in due sedi separate, documenta la storia del teatro d'animazione attraverso l'esposizione della prestigiosa collezione di burattini e marionette dei coniugi Vittorio Zanella e Rita Pasqualini, della compagnia “Teatrino dell'Es”. La collezione si compone di migliaia di pezzi provenienti dalle famiglie marionettistiche, burattinaie e pupare di tutta Italia. E' ospitata all'interno della cosiddetta Casina del Quattrocento, storico edificio del centro, il cui allestimento per nuclei di provenienza accompagna il visitatore alla scoperta del variegato mondo del teatro di figura


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo dell'Ocarina e degli Strumenti Musicali in Terracotta

Il Museo dell'Ocarina e degli Strumenti musicali in Terracotta conserva una raccolta di modelli, documentazioni fotografiche e altro materiale relativo all'ocarina, oltre ad una collezione di flauti globulari e piccoli strumenti in terracotta provenienti da vari paesi del mondo.L'ocarina in terracotta di Budrio è uno strumento musicale a fiato la cui origine risale alla metà del secolo scorso. Il museo, inaugurato nel dicembre 1994, si propone come luogo di raccolta e di conservazione di questi strumenti e della varia documentazione che riguarda la loro storia. A questi materiali di provenienz


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Pinacoteca Civica Domenico Inzaghi

La prima configurazione della raccolta civica di dipinti, disegni e incisioni di Budrio risale al 1821, allorchè Domenico Inzaghi dona il suo ricco patrimonio d'arte alla Partecipanza, antica istituzione agraria di origine medievale, alla quale venne assegnato nel 1839 alla morte della vedova del collezionista. Nel 1931, con lo scioglimento della Società agraria, tutti i beni passarono al Comune, che istituì in quello stesso anno la pinacoteca in Palazzo Boriani, già sede della Partecipanza, acquisito agli inizi dell'Ottocento dai Dalla Noce che lo avevano fatto restaurare ed affrescare. Le op


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Teatro Consorziale

Secondo il cronista Domenico Maria Baldassarri, padre servita, che tra il 1663 e il 1690 redasse le Memorie antiche di Budrio, la gioventù budriese era quasi tutta, per un'innata inclinazione, dedita al recitar nei teatri. Dovette perciò essere questo il motivo principale che spinse due privati cittadini, nella seconda metà del Seicento, ad erigere un teatro nelle loro rispettive abitazioni. Uno era il Teatro da Commedie per la gioventù, fatto costruire da Giambatista Fracassati (dotto religioso morto nel 1690), di cui assai presto si perdono le tracce. L'altro teatro, fatto costruire da Pao


Vai alla scheda